LIDA Firenze

Lega Italiana dei Diritti dell'Animale

LA VERITA’ SUL CARATTERE DEL PASTORE DEL CAUCASO

Posted by lidafirenze su 26 gennaio, 2009

Un cane non andrebbe mai scelto esclusivamente per l’aspetto estetico: specialmente quando si tratta di una razza impegnativa come il Pastore del Caucaso.
Acquistare un cane significa cercare un buon compromesso tra l’estetica e le doti caratteriali: sono queste ultime, infatti, che fanno sì che esso possa essere più o meno idoneo a noi e alla nostra famiglia.
Bisogna anche valutare un altro punto fondamentale e cioè se siamo in grado di gestire al meglio il soggetto senza arrecare danni al prossimo o a noi stessi.
Ogni razza si discosta dalle altre per carattere, oltre che per morfologia: esistono sempre concrete differenze individuali, che si riscontrano anche tra soggetti della stessa cucciolata (è questo è abbastanza ovvio perché ogni cane, essendo un essere vivente, è unico, irripetibile…e non clonabile, almeno in natura!), ma ogni razza possiede attributi caratteriali specifici che rendono un soggetto “tipico” esattamente come le caratteristiche morfologiche.
E alla voce “carattere”, lo Standard del pastore del Caucaso cita la forte diffidenza verso gli estranei e la mordacità.
In realtà questo cane ha un carattere forte ed equilibrato, ed è in esso che trova il suo punto di forza.
Da cucciolo è un orsetto goffo, lento, sgraziato nei movimenti e abbastanza docile…ma con il passare dei mesi le sue origini prendono il sopravvento.
E’ un cane fiero, coraggioso, schematico, con forte propensione al compito di guardiano, gerarchicamente dominante (con poche eccezioni) e, cosa molto pericolosa se sottovalutata, ben consapevole della sua forza, tanto da sembrare non curarsi né dei propri simili né degli estranei che gli gravitano attorno.
Il Caucaso è talmente sicuro di sé e dei propri mezzi da permettersi il lusso di valutare se un’eventuale minaccia possa essere degna della sua attenzione solamente quando se la trova realmente di fronte.
Notevole è la sua reattività (cioè lo spazio di tempo che serve al soggetto per decidere di agire una volta percepito il pericolo: minore sarà il tempo, più reattivo sarà il cane).
Il Pastore del Caucaso è un cane diffidente nei confronti dell’estraneo, di conseguenza sarà poco socievole al di fuori della propria famiglia.
Spiccato è in lui anche l’istinto alla difesa verso un potenziale pericolo, che affronterà in modo più che attivo; tecnicamente può essere considerato un cane mordace ma non è assolutamente un cane imprevedibile in quanto, prima di mordere, avvisa sempre con posture del corpo ben precise.
Altra caratteristica di questa razza è quella di non temere gerarchicamente l’uomo: per questo il rapporto che si deve instaurare con lui non deve essere legato alla cieca sottomissione, ma piuttosto al rispetto ed alla fiducia che dovremo guadagnarci giorno dopo giorno.
Il cane dovrà vedere in noi un solido punto di riferimento, in poche parole un “leader”.
Tutte queste sue caratteristiche, insieme alla sua reattività, fanno sì che il Pastore del Caucaso non sia un cane adatto a tutti.
Il carattere del cucciolo cambia attorno ai 9-14 mesi di età: questo cambiamento avviene abbastanza rapidamente ed il periodo preciso dipende dalla maturità del soggetto, determinata – oltre che dalla genetica – dalle esperienze ambientali e dalle esperienze intraspecifiche e interspecifiche che il cane ha potuto affrontare nel corso della sua vita.
Quando si porta a casa un cucciolo di Pastore del Caucaso è difficile immaginare quanto possa cambiare crescendo.
Un errore da non fare assolutamente è quello di istigarne l’aggressività.
Esso infatti è un cane per natura diffidente nei confronti dell’estraneo, combattivo e non predatorio: di conseguenza la sua aggressività si potrà esprimere solo quando il cane sentirà di avere le capacità fisico-muscolari adeguate e si sentirà sicuro dei propri mezzi.
Ho letto, nel corso degli anni, diversi articoli riguardo a questa razza: in gran parte di essi si dipinge il Pastore del Caucaso come un enorme cucciolone affettuoso ed accomodante, insomma un cane per tutti, anche se in grado, al momento opportuno, di trasformarsi in un micidiale guardiano.
Non è esattamente così, ed è giusto dire la verità: il Pastore del Caucaso è un cane impegnativo.
Equilibrato e sicuro di sé, necessita di un proprietario altrettanto solido psicologicamente.
E’ un cane poco docile, e come ho già detto bisogna sapersi guadagnare la sua fiducia ed il suo rispetto; non teme assolutamente l’uomo ed è inutile pensare di poterlo sottomettere con la violenza.
Necessita invece di un proprietario metodico, che lo sappia rispettare mantenendo comunque sempre una certa autorità…altrimenti il vostro miglior amico potrebbe trasformarsi in un nemico.
Il Caucaso è un cane primitivo, poco modificato dall’uomo.
Essendo psicologicamente molto forte metterà spesso in discussione la vostra leadership, quindi se non chiarirete in modo serio la vostra posizione gerarchica potreste avere in futuro parecchi problemi (per esempio cane che ringhia se vi avvicinate alla sua ciotola o alla sua cuccia).
Non tollera altri cani di uguale massa e potenza al suo fianco: non ama affatto i propri simili, e possiede anche pochi freni inibitori.
Come detto precedentemente, è un cane che reagisce alla minaccia in modo attivo, ma prima di passare all’attacco dà segnali chiari e inequivocabili.
Di fronte ad un potenziale pericolo, quando si trova al guinzaglio, il Caucaso emette un leggero ringhio, molto profondo, difficilmente udibile ma percepibile tramite la vibrazione del guinzaglio: alzerà poi la coda ondeggiandola ritmicamente e all’avvicinarsi del potenziale pericolo sposterà la testa di lato, ma continuando a guardare di traverso il bersaglio.
Quando quest’ultimo sarà alla sua portata, e il cane sarà sicuro di non sbagliare, sferrerà il morso.
Quando il Caucaso è di guardia alla proprietà, invece, si limita a controllare senza abbai e schiamazzi l’intruso che si avvicina alla recinzione. In qualche caso potrebbe permettergli anche di entrare: ma una volta entrato dovrà fare i conti con lui.
Quindi, se attraverso una rete vedete un Caucaso che muove la coda e credete che sia felice di vedervi o che vi voglia fare le feste…be’, non avete capito niente!
Quando un cane ringhia o abbaia verso il vostro Pastore del Caucaso ed esso non risponde, non è per codardia (almeno nella maggioranza dei casi), ma semplicemente perché non lo reputa degno delle sue attenzioni.
Esso è un cane forte fisicamente ma soprattutto psicologicamente e solido sotto il profilo nervoso.
Personalmente lo paragonerei a una Ferrari: è bella e veloce, ma se data in mano ad una persona che non sa guidarla può diventare molto pericolosa.
Sono stato uno dei primi in Italia a possedere un Pastore del Caucaso, e sono stato in Ungheria parecchio tempo per studiarli: ho così dedotto due cose.
Primo: sono poche, a mio avviso, le persone che possono gestire veramente bene un Pastore del Caucaso.
Secondo: per informarsi davvero a fondo sul pastore del Caucaso non bisogna affidarsi semplicemente a chi li alleva, poiché per ovvie ragioni diversi allevatori (anche se non tutti) non vi diranno quanto sia impegnativo questo cane.
Per possedere un Pastore del Caucaso è bene avere invece una buona cultura cinofila, affiancandosi magari a chi questa razza l’ha studiata ed avuta, in poche parole l’ha vissuta realmente.
Naturalmente sto parlando di “veri” rappresentanti della razza: perché ogni tanto mi capita di visitare le esposizioni cinofile e di vedere Pastori del Caucaso che si fanno accarezzare e pasticciare da chiunque passi in quel momento. Li vedo in bella mostra su ring minuscoli, uno vicino all’altro…allora ripenso allo standard, e mi rimane l’amaro in bocca.
I Pastori del Caucaso che vedo mediamente in giro non sono altro che il
surrogato dell’orgoglioso guardiano di un tempo: e questo non è giusto.
Se un Caucaso in esposizione si azzarda a ringhiare al giudice viene immediatamente squalificato (“comportamento non idoneo al ring”), e neppure questo è giusto, perché lo Standard stesso specifica che è TIPICO l’essere “mordace e diffidente con gli estranei”…e inserisce ” forte indifferenza” e “soggetto non mordace” tra i DIFETTI GRAVI.
Invece spesso si ha la pretesa di toccare il pelo del soggetto o di controllarne personalmente la dentatura, esattamente come si farebbe con un Labrador o con un Terranova.
Che senso ha?
Come in tutte le razze anche il Pastore del Caucaso sta pagando, e secondo me a caro prezzo, le varie manipolazioni da parte dell’uomo che, nel nome della selezione, modifica (e spesso snatura) molti lati del carattere delle varie razze.
Ma possedere un Pastore del Caucaso non significa avere un cane da mostrare agli amici, o con cui passeggiare in centro: significa piuttosto avere al nostro fianco un amico fidato, capace anche di sacrificarsi per noi se ce ne fosse realmente bisogno…ma ancora dotato di tutte le caratteristiche che l’hanno reso prezioso in tanti secoli di storia.
Il pastore del Caucaso è un cane fiero e orgoglioso: non umiliamolo per il nostro comodo riducendolo al grosso e pacifico “peluche” che non è mai stato, e di certo non vorrebbe mai diventare.

di Ivan Farinazzo

Queste sono informazioni generali su una razza sottovalutata (come molte altre del resto)…prego comunque chi dovesse imbattersi in questo sito perchè alla ricerca di un compagno a quattro zampe di non acquistare animali.

Ogni animale ha bisogno di un adeguato padrone, certo da qualche parte si dovrà pur iniziare ma vi consiglio sempre di rivolgevi ai volontari, dall’adozione in poi! Se si seguono poche e basilari nozioni non è difficile capire e farci capire dal nostro animale. Ricordo inoltre che esistono figure di riferimento come comportamentisti ed addestratori che possono aiutare a rimediare errori fatti nel primo periodo di un “addestramento fai dai te”. Bisogna riuscire ad instaurare un rapporto di complicità e fortunatamente ci sono esperti che possono darci veramente tanto.

Prego inoltre d’iniziare la pratica d’addestramento con il cosiddetto “rinforzo positivo” . Non sempre da risultati immediati ma garantisco che col tempo, anche con razze particolarmente cocciute, si notano tanti progressi. La violenza porta con se solo altra violenza!

About these ads

212 Risposte to “LA VERITA’ SUL CARATTERE DEL PASTORE DEL CAUCASO”

  1. Giancarlo Trani said

    Ho letto ed apprezzato l’articolo, avendo perso da poco il mio blaky, un grosso bastardone simil non lo so, ma molto affettuoso ed altrettanto indipendente,sono alla ricerca di un altro cagnolone e sono indeciso ..fra canili, e razze tipo p. maremmano, p. anatolia, o altro. dispongo di un giardino di 220 mq…unico neo che abito in zona abbastanza abitata e che i vicini già in passato si sono lamentati per l’eccessivo abbaio del mio amicone a 4 zampe.

  2. Giancarlo Trani said

    mi dispiace ma mi è partita la risposta prima del previsto, cmq. concludo con un cordiale saluto

  3. elena catasso said

    Ho un Pastore del Caucaso da sei anni, Artù, leggendo il tuo articolo ho trovato la descrizione di Artù. E’ un cane impegnativo, ma davvero speciale, non per tutti, ma con una intelligenza sopra la media. Avere un Pastore del Caucaso non significa avere un cane, ma un amico, che ti tratta con rispetto da pari a pari: il rispetto te lo devi guadagnare, ma di fianco hai un compagno di vita, non un cane!!!
    Sono contenta di aver conosciuto questa razza, si vede che l’hai conosciuta bene anche tu, la tua descrizione della razza coincide con le opinioni che ho sviluppato in sei anni su Artù.
    Confermo in pieno: è una razza impegnativa e non per tutti, ma se si è in grado di gestirla si è avuto qualcosa in più di un cane: il Caucaso è un compagno!!!

  4. gianpiero said

    Il mio Caucaso si chiama RAUL , il nome gia’ dice tutto, mi ha dato tanti problemi e tanti mi continuano a dire che non e’ un cane adatto per la famiglia, per il vicinato, per la sua pericolosita’, aggressivita’, mole , a me non mi frega niente mi basta solo stare un po di tempo con lui ogni giorno e scambiarci due chiacchiere, qualche morsetto e alcune coccole, guardarci negli occhi e giocare a chi e’ piu’ veloce e piu’ forte……..ciao Raul , non posso credere che mi possa tradire o cercare di sottomettermi, com me e’ troppo tenero, spero solo che che non dia problemi quando mi sposero’e avro’ dei figli……Ciao!!!

  5. pino said

    Io ho un pastore del caucaso femmina di nome Milla un stupendo esemplare con caratteristiche quasi simili a quelli descritti e’ vero che e’ un cane orgolioso ma anche estremamente sensibile riconosce l’amore che li viene dato e lo ricambia ma la cosa piu importante e che siamo noi umani che abbiamo bisogno di essere addestrati ad avere un comportamento sano con i nostri amici a quattro zampe…… si e’ vero il pastore del caucaso e’ un cane estremamente inpegnativo…..

  6. pino said

    caro ivan io ho un pastore del caucaso femmina di nome SHANA e ti dico che quando viene gente estranea in villa in mia presenza lei si comporta come un cagnolino di compagnia,ma quando e’ da sola diventa una belva feroce.

  7. natascha said

    Cosa vuol dire che un cane “è impegnativo”? Io conosco bene i cavalli e anche loro sono impegnativi. Ma quale è la diferenza? Mi si propone di regalarmi un pastore del caucasio ma ancora non sono decisa. Ella ha 5 mesi e i padroni l’hanno presa in Romania Ora vivono in appartamento e devono darla vie. Non conosco i cani, ma sono pronta a farmi guidare. Sono una donna piuttosto dolce e vorrei un cane per fare la guardia ai cavalli quando io non ci sono. Pensa che il caucasio sia adatto. Abito in una casa grande con 3 gatti e due bambine. Grazie di darmi aiuto

  8. Alex said

    La mia esperienza con questa razza mi fa confermare in buona parte quanto avete scritto, il mio primo pastore del caucaso Sal, era da piccolo molto vivace e aggressivo, e si e’ equilibrato col tempo, pur mantenendo le caratteristiche descritte, il secondo Mos invece da piccolo era un vero pelouche, invecchiando ha invece cominciato a essere un po’ nervosetto pure con noi. Non ci ha mai morso ma quando ha la ciotola vicina guai ad avvicinarsi! e quanto agli estranei, ogni tanto gli scappa un morsetto…
    Comunque sia, si tratta effettivamente di una razza non gestibile con facilita’. L’allevamento dove ho preso i miei molto spesso si e’ visto ritornare cani perche’ i padroni avevano paura…

  9. filippo said

    Ho fatto predere una coppia di pastori del caucaso ancora cuccioloni a mia zia,in quanto non potevano più essere accuditi nel miglior modo possibile da parte del mio amico,quindi con suo sommo dispiacere ha deciso di cederli senza chiedere un centesimo,nonostante fossero stati pagati molti soldi per la loro discendenza,a patto che non fossero mai stati divisi poichè sono come fratello e sorella.
    Mia zia titubante nonostante un’esperienza trentennale con svariate razze canine:dallo snautze medio preso in austria negli anni ’80(ingestibile),ai comondor,è rimasta impressionata dalla docilità,affettuosità,acutezza e finissima intelligenza di questa razza.
    Un’ultima cosa bisogna dire:non è un cane per tutti e soprattutto per coloro che non hanno esperienza cinofila,poichè una volta rovinato nel carattere,un pastore del caucaso detterà sempre la propria legge nel suo territorio.

  10. Gabriele said

    Sono Gabriele,
    il mio Pastore del Caucaso si chiama Max,ha sette mesi ed è molto buono e pacifico con tutti,sia col le persone che con gli altri cani.premetto che sin dai primi mesi l’ho sempre portato a spasso tra la gente.adesso ha sette mesi e mezzo e non mostra nessun sintomo di aggressività,percui ritengo non sia cosi’ impegnativo come dite.preciso che prima di Max avevo Rex,un icrocio di pastore maremmano e tedesco;anche lui molto buono,equilibrato e che svolgeva il suo compito di cane guardiano e affettuoso.non ha mai rinchiato,nemmeno se gli tolgo la carne o l’osso dalla bocca.
    Pensaate sia normale?
    Pensate possa,crescendo,cambiare notevolmente questo carattere?
    Se Max continua con questo carattere ,penso che sarà l’unico Pastore del Caucaso docile ed equilibrato.

  11. rocco said

    i veri pastori del caucaso sono equilibrati e difensori della famiglia,ma non accettano estrani per nessun motivo ve lo assicuro per esperienza.e’un cane da lavoro e quindi tenerlo in appartamento per compagnia ne rovinerebbe la razza.

  12. francesco said

    Ciao a tutti,
    Ho adottato da quasi 5 mesi un caucaso di 14 mesi identico come colore a quello della foto,L’ho adottato perchè era stato preso da uno che lo teneva in un box 3x 2 in un centro di una grossa città.
    Sono stati 5 mesi impegnativi , come il cane, ma ora ha 18 mesi, e posso dire che è un cane eccezionale, dolce con i membri della famiglia e giocherellone, in casa non si sente , diffidente verso gli estranei questo si!. Ho dovuto subito impormi come capobranco ora posso mangiare dalla sua ciotola e lui mi fa spazio, se volessi) .Eì un guardiano incredibile e ha a disposizione un grande giardino( mi ha gia salvato da una rapina).Ho anche un golden retrevier di 7 anni con cui va abbastanza daccordo , dico abbastanza perchè sono maschi e entrambi dominanti( e hanno i loro spazi separati).
    sono del parere che non sia assolutamenteun cane per tutti , già portarlo a spasso e impegnativo se inizia a tirare ci vuole un bel braccio per tenerlo 70 kg di cane non sono facilmente gestibili! ho avuto esperienza con tanti cani dobberman, pastori tedeschi e vari incroci e posso dire che l’esperienza èer questo cane è un fattore d’obbligo.
    Il caucaso come tutti i cani non va addrestato ma a mio avviso piu’ che mai educato! e sopratutto conquistare la sua fiducia, un cane che si fida di voi vi darà la vita!
    a mio avviso non è indicato a famiglie con bimbi piccoli, non perche sia cattivo o mordace, ma GOffo e giocherellone e una zampata ovviamente per gioco non e’ difficile che arrivi, e da molte persone “ignoranti” viene interpretata come aggressività! Abituatelo Subito AL CONTATTO CON ESTRANEI, NON RINCHIUDETOLO QUANDO AVRETE OSPITI ..ABITUAlo PIAN PIANO ! E MAI NESSUNA VILONZA FISICA PER PLACARE I SUOI ISTINTI

  13. Fulvia said

    Complimenti per l’articolo.Possiedo una cagnolona di PdC e devo dire che dopo aver raggiunto la posizione di leader,complicità,rispetto posso andare ovunque con lei.E’ ben socializzata e stà con tutti i suoi simili, non cerca rogne ma le evita almeno che non senta pericolo nei confronti di me o di mia nipote. E’ ubbidiente e siamo sempre in giro senza guinzaglio in quanto tra di noi basta uno sguardo… al limite un “ferma” per passaggio di selvaggina nei boschi.La portiamo perfino nei ristoranti.Che sia un diffetto oppure no…. non è il mostro che si dipinge e tantomeno l’orsetto che si immagina.Pertanto sia impegantivo avere un cane di questo tipo (impegantivo perchè 3 volte al giorno la portiam nei boschi a passeggiare assieme ad altri quadrupedi, è rispettiamo le sue abitudini) devo dire che se si riesce ad avere feeling ed a comprendere tutto il suo linguaggio del corpo si ha una soddisfazione immensa. GRAZIE ZOE.

  14. Stefano said

    Ciao
    DA 4 anni, ho adottato un caucaso di 7 anni, oggi ne ha quasi 11. Si chiama Agamennone, è vero, cio che hai scritto, perchè per un anno, è stato difficile conquistare la sua fiducia, ma piano piano, ci sono riuscito. Oggi io ed Agamennone, siamo inseparabili, io stravedo x lui e lui x me. Agamennone, ha una mole al di sopra della norma, misura quasi 81 al garrese e pesa 85 kg,ma nonostante cio, è molto affettuoso, un cucciolone.

    CIAO AGHY, 6 E SARAI X SEMPRE IL MIO UNICO E VERO AMICO, TI VOGLIO UN MONDO DI BENE.

  15. Elena said

    Vorrei lanciare un appello:
    12 Pastori del Caucaso (10 adulti e due cuccioli), il cui proprietario è morto improvvisamente circa 1 mese fa, sono stati portati in un canile, poichè non c’era nessuno che se ne potesse occupare.
    Questo signore amava davvero i suoi cani e non avrebbe mai voluto vederli rinchiusi in un canile.
    Vorrei poter trovare loro una casa, una famiglia che li curi e dia loro affetto.
    Lo so che non è un’impresa facile…però….perchè non tentare?
    Il suddetto canile si trova a San Donà di Piave (VE).
    Mi aiutate???

  16. Lucia said

    Vivo in un appartamento senza giardino, a Venezia, città senza auto. Pensate che un pastore del caucaso soffrirebbe troppo in una situazione del genere? Nel fine settimana siamo però quasi sempre in campagna od al mare.
    Grazie per i consigli.

  17. lidafirenze said

    Buongiorno Lucia,
    per un pastore del caucaso è importante sì lo spazio, come d’altro canto è importante la quantità di tempo che si ha da dedicargli, suppongo che abbiate esperienza coi cani in genere e siate consapevoli del tipo di cane che vi mettete in casa, non è un cane adatto a tutti. Ti suggerisco comunque di prendere contatto con Ivan Farinazzo, in passato i pastori del caucaso li ha allevati e dunque li conosce bene. Ivan saprà dirti tutto quello che è necessario sulla razza. Secondo me sarebbe comunque meglio optare per un altro tipo di cane, di taglia più contenuta, magari adottato da un canile … sono in troppi a morirci d’inverno, e si continuano a vendere cani di razza…..

  18. Luciano Costagli said

    Sono interessato a conoscere nei dettagli l’annuncio dei pastori del Caucaso finiti nel canile a S.Donà di Piave: Vorrei adottarne uno.Grazie.

  19. paolo said

    Salve a tutti sono paolo o 25 anni e da circa 2 anni un felice possessore si uno splendito pastore del caucaso femmina di nome asia insieme a lei o altri 3 cani lei vi premetto che collaboro da 3 anni con una sciola di addestramento e vi posso dire che e una cane si vero molto difficile ma anche dolcissimo se si sa gestirlo lei e un cane con il quale io risco tranquillamente ad andare in un centro commerciale senza far nessun danno… logicamente e un cane che va fatto addestrare logicamente una volta chiuso il cancello si trasforma ma fuori e una pecorella….

  20. luana said

    buona sera a tutti
    da 5 anni posseggo un pastore del caucaso femmina si chiama jola ereditato da un amico che non poteva piu tenerla,fino poco tempo fa aveva due sorella un pastore e un labrador che per vecchiaia se ne sono andate,ma devo dire che pur essendo stata l ultima arrivata a fato capo alle altre ma non si sono mai scontrate se non per piccoli capricci,e molto docile e coccolona ma vero! non da confidenza fuori dal suo territorio…. ora sta dormendo sul suo tappeto e russa che è un piacere metre mela e lampone due gatti la guardano infastiditi..è un cane splendido……ciao

  21. Danila said

    ciao,in famiglia abbiamo un grosso pastore del caucaso,femmina di 1 anno,di nome Benny e convive felicemente,in giardino,con un jack russel maschio di4anni.é dolcissima con i miei bambini,con il jack russel,non tanto con gli estranei(se noi non ci siamo in casa).Da qualche giorno abbiamo un’altro pastore,maschio,di appena un mese e mezzo,stiamo cercando di fargli fare amicizia con gli altri ma lui è il primo che ringhia e,la femmina,gli si avvicina con un passo quasi felino.Non li abbiamo ancora lasciati tutti insieme per paura di un attacco della femmina,nei confronti del piccolo.Cosa mi consigli di fare? Tenendo conto che la femmina è molto obbediente e rispettosa nei nostri confronti.Ti ringrazio,a presto!!!

  22. Piero: mi piacerebbe avere maggiori informazioni sui pastori del caucaso da adottare nel canile a S.Donà di Piave….se potete scrivetemi o telefonatemi al 3498389404

  23. Piero: mi piacerebbe avere maggiori informazioni sui pastori del caucaso da adottare nel canile a S.Donà di Piave….se potete scrivetemi a pietrodelf1@libero.it o telefonatemi al 3498389404

  24. GIOVANNI said

    ho un cucciolo di caucaso ha 45 ed è la mia felicità sono fiero di crescerlo cmq sono animali molto inteliggetni ciaod a palermo

  25. Nikita said

    ho letto con grande piacere il tuo articolo sul carattere del Pastore del Caucaso. Mi ha permesso di ripercorrere con la memoria i 7, faticosi e meravigliosi anni vissuti con il mio Danko.
    Dico faticosi perchè Danko, per fortuna, aveva proprio il carattere del CAUCASO! equilibrato, consapevole di sè ma molto molto impegnativo… ma alla fine mi permetteva tutto.. una simbiosi… pur mantenendo la sua indipendenza.
    Ricordo che, una volta un tizio mi disse ma come puoi gestire un cane che pesa 2 volte più di te, non nè hai la forza! allora cercai di spiegargli che l’unico modo di gestire un Caucaso è attraverso il rispetto che ti sei guadagnato e che il cane stesso ti riconosce!
    Ho apprezzato il riferimento alla Ferrari, io ho spesso usato lo stesso esempio per spiegare alla gente che i cani pericolosi sono quei cani che hanno patroni che non li hanno saputo educare e gestire.
    ho amato molto questa razza, ho amato il mio Danko, uno straordinario compagno a cui ho dedicato tanto tempo, passione, studio e amore, ma che mi ha restituito molto, molto di più.

  26. michele said

    Sul pastore del caucaso è stato scritto di tutto e di più ma il commento sul carattere che ho letto in questo sito è senz’altro il più veritiero.
    COMPLIMENTI! Finalmente qualcuno che dimostra di conoscerlo e di avere a cuore la razza.

    Un (vero) pastore del caucaso non cercherà mai di pevaricare sul proprio compagno/padrone ma lo amerà incondizionatamente per tutta la vita. Solo il padrone insicuro ed incoerente avrà problemi col suo caucaso.

    Mia moglie che vi assicuro è dolcissima (con i cani non con me), gode dell’affetto profondo del nostro caucaso e mai, dico mai, le si potrebbe rivolgere contro.

    Il pastore del caucaso è un cane unico. Cerchiamo di farlo rimanere tale.

    Michele

  27. mirella said

    ciao sono Mirella ho 2 pastori del caucaso: una femmina di 10 anni Dharma e un maschio di 3 Tahan sono dei cani di rara intelligenza e sensibilità ed è vero che non è un cane adatto a tutti….ma tutti i cani non sono adatti a tutti! Dharma quando l’abbiamo presa era piccolissima (40 giorn) è cresciuta in un appartamento a Roma inizialmente con un compagno di razza un po’ così che si chiamava Willi poi da sola, anzi con me e mio marito, fino a che non siamo andati a vivere in campagna. L’abbiamo portata ovunque persino sulla motoslitta e viaggiare con lei è sempre stato un piacere è un cane estremamente docile ma non per questo remssivo sa perfettamente quando intervenire con il minor sforzo e il massimo risultato. Tahan è un giovane esuberante un carattere più indomito una forza spaventosa che contrasta con il suo equilibrio, lui è più diffidente e fino a che mio marito non se ne è andato prematuramente lo riconosceva come capobranco. Ora lo sono io ma è venuto naturalmente, non ci sono state imposizioni. Anche con il nostro bimbo di 7 anni hanno un comportamento estremamente delicato e protettivo.
    Questa razza va rispettata e capita, ogni loro movimento non è a caso e chi si impegna a capirli sa perrfettamente quello che vorrebbero fare e quello che invece faranno. Chi non li consce direbbe che gli manca la parola, ma in realtà non serve neanche quella.

  28. Rosario said

    Buongiorno,
    vorrei comprare una coppia di pastori del caucaso per vigilare nella mia campagno dove avendo una villetta trascorro i fine settimana, ho allevato da tempo due rottwailer oggi morti; mi astengo sall’aquistare i pastore del caucaso perhè tutti mi dicono che data la mia poca presenza col tempo potrò correre il rischio di non poter entrare nella mia proprietà, è vero ciò ? Sarei grato se persone competenti mi rispondessero.

    Grazie

  29. Clara Sforzina said

    Ciao,
    da pochi giorni ho perso il cane, un pastore maremmano adottato già adulto dal canile, e mi sono rivolta ai volontari per un’adozione. Mi hanno proposto un pastore del Caucaso di 7 anni, randagio per un lungo periodo, poi passato da un canile all’altro fino a finire in gabbia in una mega-struttura. Mi hanno assicurato che si tratta di un cane molto mite, timoroso e necessitante fondamentalmente di contatto umano. Ho chiarito che vivo in appartamento e che vado solo tre pomeriggi per settimana a fare lavori in un terreno. Dopo i primi istanti di circospezione il cane mi si è avvicinato, si è fatto accarezzare e poi a iniziato a farmi attivamente delle coccole. Abbiamo passeggiato col guinzaglio e fatto qualche corsetta.
    Io mi fido del giudizio dei volontari e conosco per esperienza i cani che ragionano in modo indipendente. E’ possibile che sia compatibile con la vita in condominio?

  30. cesare said

    alve ho letto con un po di apprensione tutti i commenti sul pastore del caucaso ora vorrei chiedervi dei consigli.io mia moglie ed il mio bimbo di 2 anni dovremmo trasferirci in una villa a fare i custodi ed hanno un pastore del caucaso dell eta di 4 anninato con gli attuali custodi questi a fine settembre se ne andranno è gestibile la cosa?che consigli mi potete dare?dovrei preoccuparmi grazie per l eventuale risposta

  31. RICCARDO said

    DA TRE ANNI HO DUE PASTORI DEL CAUCASO,ESSERI CHE NON MI PIACE DEFINIRE ANIMALI,NEL SENSO MENO VALIDO DELLA PAROLA,CONCORDO CHE SONO UN TANTINO IMPEGNATIVI MA SEMPRE MOLTO MENO DI TANTE ALTRE RAZZE IL RAPPORTO CON LORO E’ SEMPLICEMENTE SPLENDIDO. DISSENTO DA CHIUNQUE VOGLIA DIRE CHE SIANO PERICOLOSI PER LA FAMIGLIA O I BAMBINI,E NON SOLO PER QUELLI DELLA FAMIGLIA MA PER TUTTI I BAMBINI. DICO QUESTO PERCHE’ HARI HAARON SEMPLICEMETE SOPPORTANO DI TUTTO DA BAMBINI SALVO A FUGGIRE SE IL GIOCO DIVENTA FASTIDIOSO.CHE ALTRO DIRE !!! HO AVUTO CANI DI DIVERSE RAZZE E PER CARITA’ NON HO NULLA DA DIRE A RIGUARDO RITENENDO CHE OGNI ESSERE HA LE SUE PECULIARITA’ DETTATE DALLA RAZZA E DAL PROPRIO CARATTERE .SAREBBE ASSURDO GENERALIZZARE, MA CONCLUDO CHE IL PASTORE DEL CAUCASO E’SPECIALE PER DAVVERO, E VALE LA PENA REGALARSI LA SUA COMPAGNIA ED IL SUO AFFETTO CHE NON SARA’ MAI SEMPLICEMENTE DOVUTO MA RICAMBIATO .

  32. RICCARDO said

    DIMENTICAVO DIDIRE A CESARE DI NON TEMERE NULLA DAL PASTORE DEL CAUCASO DEI PRECEDENTI CUSTODI SALVO ALL’INIZIO DI ESSERE PAZIENTI E DARE MODO AL CANE DI ABITUARSI A VOI ….DOPO SARA’ PER VOI E SOPRATTUTTO PER VOSTRO FIGLIO UN AMICO UNICO PRONTO A MORIRE PUR DI PROTEGGERLO. A LEI COMUNQUE DICO CERCHI SEMPRE DI NON SOTTOMETTERSI E PUR MANIFESTANDOGLI AFFETTO NON GLI DIA MAI TROPPA CONFIDENZA , QUESTO SOLO ALL’INIZIO POI TUTTO SARA’ NATURALE E SE LE ANDRA’ DI STRAPAZZARLO ALLO SFINIMETO GIOCANDOCI LO TROVERA’ DISPONIBILE.

  33. daniela ponzo said

    ciao, ho 54 anni e cani da quando ne avevo 18. ho avuto cani molto dolci (terranova) e altri meno, ora ho due rottweiler di 6 e 7 anni, ho avuto una femmina di dogo argentino e mai, ma proprio mai, ho avuto problemi con i miei cani! nè verso di me, nè verso le altre persone, e loro vengono con noi ovunque! pensate che possa essere all’altezza di un Caucaso? sarebbe il mio sogno, ma non sono sicura di saperlo gestire perchè TUTTI i miei cani sono e sono stati dolci e ubbidienti per amore e non xkè mi temevano… boh? datemi un parere… grazie

  34. paola said

    leggendo le prime frasi ho riconosciuto qualcosa di famigliare, qualcosa che mi ricordava lunghissime chiaccherate riflessioni commenti tensioni e speranze fatte con un amico e ora che la taby dopo 13 anni mi ha lasciato posso dire che tutti i tuoi consigli e i tuoi insegnamenti mi sono stati veramente utili. Hai ragione non e’ un cane x tutti ma mi manca da morire …la sua dolcezza, la sua finta indifferenza la sua mole, la sua reattivita’ ad un potenziale pericolo. Con un caucaso in casa ti senti sicuro tanto e’ vero che d’estate dornivo abitando a pian terreno senza inferiate con le finestre completamente aperte. Ma e’ anche vero che trovare un filing con lei non e’ stato poi cosi’ semplice. Nel mio cuore c’e’ ancora un caucaso e credo che qualsiasi persona che ne abbia posseduto uno possa capirmi …. SONO UNICI. Grazie Ivan

  35. maddalena manuela said

    ciao a tutti io sono Manuela! ho due pastori del caucaso, un maschio ed una femmina. io che adoro gli animali ora mi trovo ad avere paura dei cani, i miei amici a 4 zampe sono molto aggressivi, non solo con gli estranei però. infatti hanno tenatato più volte di mordermi. io abito in un condominio, e come in tutte le multiproprietà ci sono delle regole da rispettare. purtroppo mio padre ha sfidato molte e molte volte la sorte.io sono impossibilitata ad invitare i famigliari ed amici a casa mia. ora vivo in un perimetro recintato grazie ai miei non amici a 4 zampe. ovviamente i problemi non sono solo questi, infatti per poter andare in vacanza ed assicurarci che i nostri cani stiano bene, abbiamo utilizzato un sistema del tutto nuovo, per evitare che mia nonna che gentilmente dà da mangiare ai cani ci finisse in pasto. mia nonna abita sopra di noi, abbiamo pensato di far calare un tubo che potesse distriibuire le crocchette nelle ciottole di entrambi. spero che questa situazione si risolva perchè nemmeno più io entro in casa mia senza una protezione.

  36. rosaria said

    ciao ho letto l’articolo e devo dire che sono verita e certezze,non e un cane per tutti. possiedo un pastore caucaso e un tenerone con la famiglia ma con gli estranei sono guai,e guai chi si avvicina a noi anche quando lo porto a spasso nn la fa buona. pero abbiamo un bellissimo rapporto,come se mi parlasse ed io lo capisco ed io altrettanto, poi la cosa bella che ha e che sa ascoltare e testardo quando all’attacco parte e pensi che nn ci sia niente per fermarlo,invece basta solo che lo chiamiamo lui si blocca, dipende da noi quando stiamo attenti,basta solo che ci distraiamo e lui e diretto, ma essendo un cane grande prima che la faccia grossa cerchiamo di fermarlo ma pure le a fatte le sue marachelle e nn ti dico lo sbando che ci fa prendere, fortunatamente abbiamo il comando. cmq nn ho conosciuto un cane piu bello di lui. il mio cane come ai descritto nell’articolo nn potra mai gareggiare verrebbe squalificato subito, gia vedendo i suoi diciamo amici di gara chinerebbe la testa su un lato e incomincerebbe a ringhiare…………il mio cucciolotto si chiama alex. grazie per l’articolo.

  37. Raffaele said

    Letto l’articolo del Sig.Farinazzo lo condivido in larga parte, ma credo per l’esperienza accumulata con questa meravigliosa razza che la base di partenza per godersi davvero un Pastore del Caucaso è la socializzazzione che bisogna assolutamente dargli fin da piccolo. E’ basilare che il primo anno di vita impari a conoscere i propri simili, le persone in genere, portatelo con voi ogni volta che potete e fategli vivere la famiglia, ne entrerà presto a far parte a pieno titolo .

  38. Silvia Scola said

    Ciao a tutti;quando ho letto questo articolo mi sono venuti i brividi… Sono reduce da un’orribile esperienza con un pastore del Caucaso: è una femmina di un anno di proprietà di una mia vicina di casa, una donna che abita da sola con tre figli piccoli; circa un mese fa mentre mi stavo recando alla macchina mi sono imbattuta nella “tenera” cagnolina la quale era scappata alla “vigile” padrona e che, nonostante mi fossi immobilizzata avendola vista, mi è venuta incontro ringhiando (con quel latrato che i padroni di p.d.C. conosceranno molto bene)e mi ha azzannato due volte alla coscia prima che il provvidenziale aiuto di un vicino giungesse a spaventarla. Se non mi ha ucciso lo devo solo a lui, ma nonostante ciò il cane continua ad essere in mano ad una persona incapace di gestirlo e che ora lo tiene relegato in casa con una museruola. Mi chiedo: questo è giusto per l’animale, o non sarebbe stato meglio trovargli un luogo più consono, come qualche centro rieducativo? Per non parlare della paura che sfugga nuovamente al controllo e aggredisca magari uno dei tanti bimbi che giocano nei giardini del complesso.

  39. lidafirenze said

    Ciao Silvia, si che sarebbe opportuno anche perché il cane, al terzo morso denunciato, rischia la soppressione.. tenere una museruola certamente scagiona da nuovi rischi ma il povero animale non guarisce dalla patologia aggressiva e resta sempre pur sottomesso a uno strumento coercitivo. Ricordiamoci che la colpa non è mai dei cani ma è sempre dei padroni, se questa persona non sa gestire il suo cane, sarebbe opportuno che si facesse aiutare nella rieducazione da un comportamentalista. Certamente se morde ed è aggressivo avrà delle ragioni riconducibili sia alla prima educazione ricevuta (forse non sufficiente) sia alla scarsa autorità esercitata dal padrone sull’animale (molto spesso chi non riesce a farsi obbedire punisce, con sistemi anche poco ortodossi, e non usa invece dare un premio quando si comporta bene, cosa che il cane ha bisogno di ricevere invece per capire quando è che il suo comportamento è corretto).
    Forse due parole alla padrona del cane fossi in te le direi, facendo presente (se non hai denunciato) che non sempre si trovano persone disposte a passare sopra a certi eventi e che per l’incolumità dei vicini e anche del cane, è opportuno spendere un paio di centinaia di euro per farlo rieducare… la serenità non ha prezzo… sia per il vicinato che per l’animale.

  40. Silvia Scola said

    Grazie della tua risposta; in effetti io non ho sporto denuncia esclusivamente perchè temevo che il cane potesse essere soppresso, non tanto per tutelare la padrona; detto questo io comunque ho il terrore di quell’animale e anche sentire solo il suo latrato quando rientro in casa mi impressiona. Io non ho cani, ma sono sempre e comunque dalla parte degli animali perchè sono conscia che se un istinto o un carattere non è stato domato, la colpa è da imputare decisamente all’uomo. P.S. Nel complesso c’è un’altra famiglia che possiede un pastore del Caucaso della stessa cucciolata del cane che mi ha morso, ma apparentemente di carattere più mite; secondo te la mia evidente paura nei suoi confronti può influenzare anche il comportamento di questo secondo animale nei miei riguardi?
    Grazie, un saluto

    Silvia

  41. lidafirenze said

    No no stai tranquilla… se l’altra cagna è più mite di certo non si avventerà su di te solo perché ti sente timorosa (quello lo fanno gli squali ma non i cani, di solito)….
    Immagino che tutto questo ti abbia creato un po’ di fobia nei confronti dei cani, in genere chi è stato morso una volta dopo diventa veramente fobico ma spero che non sia il tuo caso :)
    Il consiglio che posso darti, per stare tranquilla è quello di girare alla larga da loro così sventi ogni possibilità recidiva. Ti ringrazio per non aver sporto denuncia, mi auguro che la padrona apprezzi questo tuo gesto nobile e coraggioso; non è da tutti… e sarebbe quindi utile che ragionandoci su, si facesse un esamino di coscienza e desse la possibilità al suo cane di farsi recuperare per migliorarne indole e carattere.
    Grazie ancora… Serena

  42. pietro russo said

    buona sera.parlaavi nella descrizione di questo magnifico pastore, di addestramento fai da te.a chi posso rivolgermi?mi sono venuti un sacco di complessi leggendo la biografia di questa razza.ho un cucciolo di due mesi ed ho un grande terreno di campagna.sono sempre stato affascinato da questa razza e dopo la scomparsa precoce del mio cane ho deciso di prendere un pastore del caucaso.certo leggendo tutto quello che hai scritto mi hai fatto capire che non e’ un cane per tutti,mi piacerebbe dunque tenere i contatti con te per eventuali consigli da seguire.non ho preso questo cane ne per sanguinosi combattimenti ne tanto meno per farlo diventare una specie di killer,a dire il vero io lo tratto come fosse un figlio con la speranza che lui si attacchi a me affettuosamente arrivando quindi a rischiare la vita l’uno per l’altro.quindi vorrei che lui diventasse aggressivo solo in caso di vero pericolo,l’unico mio dubbio che vorrei risolvere e’ quello di sapere se questo attaccamento morboso che abbiamo non lo porti ad essere geloso degli altri.io cerco di farlo abituare isieme a tutti i miei amici cosi che non veda nell’uomo un suo nemico.mi farebbe piacere scambiare quattro parole su quest argomento,distinti saluti…. pietro

  43. Alessandra said

    Grazie per questo articolo che è stato molto esauriente.
    Io e mio marito siamo innamorati di questa razza e vogliamo prendere un cucciolo. Abbiamo avuto altri cani (Pastori Tedeschi,Incrocio tra san bernardo + pastore e ora un Huski adottato) Abbiamo molto spazio ,abitando in campagna, e amiamo i cani . Vorrei restare in contatto con voi , un saluto Ale

  44. Raffaele said

    Il Pastore del Caucaso non ha generalmente attaccamenti morbosi, semplicemente ha innata la difesa strenua di quello che sente suo, che sia la famiglia o il cortile. E’ estremamente equilibrato e mai aggressivo, ovviamente per esaltare queste sue innate tendenze è importante che da cucciolo e fino almeno all’anno di età impari a socializzare molto sia con gli esseri umani che con i suoi simili.Ripeto è basilare questo e avrete così un amico davvero fedele a cui potrete affidare anche i vostri bambini. Sarà importante, soprattutto coi maschi dominanti alzare il tono di voce con fermezza se dovete sgridarlo ma sempre nel rispetto perchè sopporterà mal volentieri i sopprusi. Essendo un cane fiero e sicuro della sua forza ha bisogno di vedervi come il capo branco e non come un castigatore !! Gli amici che vengono a casa possono stare tranquilli se ci siete voi. E’ bene solo la prima volta che li vede si facciano annusare un po’, voi lo tranquillizzerete (il cane) e vedrete che non ci saranno problemi !!! Il mio piccolo (7 mesi x quasi 40 Kg !!) insieme al grande vecchio (9 anni x 92,5 Kg)sta imparando alla velocità della luce. Ho amici che non li tengono con loro x vari motivi ma ci vanno comunque tutti i giorni, non hanno mai avuto problemi e fanno la guardia alla grande ma personalmente i miei due in famiglia sono davvero eccezzionali.!!!!!

  45. pietro said

    grazie raffaele sei stato molto esaudiente,adesso non mi resta altro che cercare di abituarlo a non rosicchiarmi le caviglie,adesso e’ un cucciolone e gioca tra 4 mesi si,sara’ ancora un cucciolone ma avra’ un pizzico di forza in piu’…dovro’ salvarmi le caviglie.grazie ancora per qualsiasi cosa sono a tua disposizione,nel mio piccolo bagaglio di esperienza

  46. Raffaele said

    Vorrei con tutto il rispetto fare notare a Rosario che secondo me il problema da lui descritto viene da una errata o comunque non sufficiente socializzazione. Non mi stancherò mai di ripetere che la socializzazione per un cane è importante, per un Pastore del Caucaso è importantissima per il suo carattere forte, indipendente e reattivo. Vi faccio un esempio: Il mio grande vecchio (9 anni x 92,5 Kg.) nonostante l’educazione e la socializzazzione avuta non sopporto minacce da nessun cane. Lui gioca tranquillamente con tutti i suoi simili se viene sollecitato a farlo. Li ignora completamente se non ne ha voglia anche se sollecitato a giocare ma diventa subito reattivo se minacciato anche con un semplice ringhio. Non tende assolutamente ad aggredire (tipico della razza) ma avvisa subito di desistere da attegiamenti minacciosi pronto a reagire se insistono.

  47. angelo said

    Salve a tutti
    mio ratello si è innamorato del pastore del caucaso e vorrebbe prenderne uno che ha già nove mesi, dopo la morte del suo amatissimo pastore belga. la sua esperienza con i cani di taglia considerevole è decennale e li tratta come se fossero “figli”. abitiamo in una villetta bifamiliare con molto giardino e lui convive con mia medre purtroppo invalida su di una carrozzina ed io ho due figli grandi. Abbiamo anche tre gatti molto amati da mio figlio simone. Chiedo se la convivenza con questo splendido animale sia fattibile per tutta la famiglia e con i gatti già presenti in loco.
    Grazie per i consigli che vorrete darmi.
    P.S. se ancora disponibili potrebbe essere interessato anche all’adozione di uno dei cuccioli di Bassano del Grappa

  48. fulvia said

    Pdc mordace e diffidente vero… però vale anche la regola del Capobranco che spesso si sottovaluta perchè si attribuisce degli standard caratteriali alla razza.
    Ho una pdc da 8 anni e mezzo e in proprietà fa la superguardia ma quando giornalemente andiamo fuori assieme ad altri cani di diverse tipologie, deve stare al suo posto perchè sono io in primis: se io non attacco non lo deve fare nemmeno lei….basta uno sguardo di complicità… E la sua vita è decisamente migliore di quelli che sono costretti al guinzaglio oppure segregati in un giardino o terreno a vita..perchè “il pastore del caucaso deve essere così”
    Come sempre quando l’uomo prende delle scorciatoie. Dai suvvia vorrei sapere quanti conoscono perfettamente il carattere del proprio pdc “studiato” in diverse situazioni diverse da un recinto o in ring.

  49. andrea said

    Ciao a tutti anche io possiedo un pastore del caucaso di nome Rufus,è un maschio e sono assolutamente d’accordo con quanto è stato detto da altri padroni,anche il mio è un adorabile cucciolone ed è splendido con i miei tre figli quindi molto adatto ad ambienti con bambini,anche se deve essere abituato fin da piccolissimo a convivere con tutti i membri della famiglia,anche se per me che sono il suo padrone stravede,ma attenzione però non fatelo mai arrabbiare troppo perchè potrebbe diventare molto feroce con chi ha intenzioni bellicose…….. ciao Rufus t.v.b

  50. gulia said

    io ho 2 maremmani 1 rerranova 2 pastori tedeschi 1 san bernardo 1 siberian huski e 2 pastori del caucaso sono tutti molto dolci e vanno daccordissimo. vi chiederete come faccio a tenere tutti questi cani di grandissima taglia,ii fatto e che ho 1 mega villa e 1 giardino do 534 metri quadrati.sono molto inpegnativi ma li amo con tutto il mio quoreeeeeeeeeee.

  51. Francesca said

    ciao!ho trovato molto interessante il tuo articolo… io ho preso un pastore del Caucaso da poco… è un cucciolone di già quasi un anno. Ho già un mastino dei pirenei di 9 mesi, e devo dire che il rapporto tra i due tende ad inasprirsi solo all’ora di cena… ciotole non solo separate, ma lontanissime. Per il resto si è definita una gerarchia che vede il pastore del Caucaso dettar legge sull’altro (che è anche di stazza maggiore…) che si sottomette totalmente.
    A parte queste piccole zuffe la situazione è tranquilla, anzi, la mia personale esperienza mi porta a considerare il pastore del Caucaso come il più “educato” ed “educabile” tra i cani da montagna (pastore maremmano, dei pirenei, mastino dei pirenei… escludo terranova e san bernardo perchè caratterialmente sono MOLTO, TROPPO diversi dal pastore del Caucaso per poter effettuare anche solo un paragone)…
    Educare un maremmano o un mastino dei pirenei è una cosa che un principiante non può fare, e secondo me in alcuni casi è impossibile, fanno esattamente quello che vogliono. Un pastore del caucaso è invece capace di scendere a compromessi se non intravede un conflitto di interessi con ciò che vuole fare.
    Per chi ne volesse adottare uno, ricordatevi che non sono peluches, che richiedono attenzioni, tempo, denaro, spazio, e che non sono cani da borsetta
    (quando il mio Orso è stato male l’ho dovuto alzare da sola per portarlo dal veterinario, 60 kg di cucciolo vs 68 kg miei… NON è COME AVERE UN CAGNOLINO DA PASSEGGIO)

    All’autore dell’articolo, sarei interessata a rimanere in contatto con te se vuoi, dato che per quanto riguarda questa razza sono una profana. Se vuoi ti lascio il mio contatto :)

  52. emanuela said

    Ciao, il tuo articolo e veramente super!! Ho avuto vari cani, anche di grossa taglia, soprattutto pastori tedeschi ma vi assicuro che l’ esperienza avuta con il pastore del caucaso è stata UNICA. Sono incredibili, eccezzionali, insuperabili per l’ affetto e l’ intelligenza. Sono veramente impegnativi ma è un impegno soprattutto in funzione alla loro struttura e al loro carattere forte.
    Il mio PdC l’ avevo adottato, come peraltro ho fatto con tutti gli altri cani e animali vari che ho, è morto tragicamente due mesi fa ed aveva due anni….se c’è la disponibilità accolgo con immensa gioia un altro cucciolo PdC, anche più di uno.

  53. EZIO said

    penso che possedere cani la cui indole come ben spiega l’articolo e’ forte ed aggressiva per natura, dovrebbe essere vietato a persone che ne sono alla prima esperienza ci vorrebbe un esame serio sul potenziale propietario che puo’ trasformare un cane di per se gia’ impegnativo in un potenziale killer.

    Non e’ giusto lasciare cani in mano a gente inesperta che non sa come trattarli..ci vorrebbe una patente per cani semplici ed una per cani impegnativi che non devono poter essere comprati o posseduti da chiunque ma da chi dimostri di aver gia’ avuto cani di una certa aggressivita’ e li abbia gestiti bene.

    Il cane e’ bene ricordarlo non e’ un gatto .

  54. mauro said

    cerco disperatamente un PASTORE DEL CAUCASO.
    NE HO AVUTO UNO PER 13 MERAVIGIOSI ANNI! UNA MONTAGNA D’AMORE E DI BONTA!!!
    SE QUALCUNO MI PUO AIUTARE IL MIO TEL E 3396211537 A QUASIASI ORA

  55. Francesca said

    vero… non sono gatti, e non sono cagnolini da borsetta. Per carità, ho 2 gatti che mangiano di più dei miei cagnoloni… ma un cane può diventare un’arma, a differenza di un gatto. Devo dire che nonostante ci sia cresciuta con gli animali queste prime settimane con Paco sono molto cauta, e per gestire il rapporto con Orso mi ci sto impegnando (nonostante questo credo che li porterò comunque da un educatore..

    Mauro penso che per prima cosa dovresti dirci di dove sei!

  56. ilaria said

    salve a tutti il discorso per me è un po diverso,ivan avrei bisogno di un tuo parere te ne sarei grata.
    ho un pastore del caucaso di 1 anno e 6 mesi maschio, l’ho acquistato quando aveva due mesi per paura che venisse agressivo l’ho trattato sempre con molta dolcezza, nel giardino quando abbaiava in continuazione e io gli dicevo di smettere lui nn mi sentiva proprio, allora per non arrivare alle mani me lo portavo in casa con me.oggi non da problemi se metto le mani nella ciotola mentre mangia, se mi prendo la ciotola mentre mangia, se mi prendo l’osso, però abbaia troppo soprattutto la sera qualunque rumore sente se me lo vado a prendere e basta allora tutto ok ma se lo urlo mi ringhia, vuole sempre giocare mordendo non fa male ma non ha limiti, se sei al centro del giardino improvvisamente ti punta e ti salta addosso con piccoli morsetti non fa male ma è insopportabile, annusa sempre nelle parti basse senza distinzioni a meschi e femmine e se sente qualche odore particolare allora ti salta addosso.A passeggio non è male non tira si fa acarezzare da estranei soprattutto bambini se pero non vede atteggiamenti strani, ho due nipoti con cui gioca li fa andare anche a cavallo. Comunque il mio problema principale è che abbaia troppo sente un rumore anche in lontananza o passa una persona fuori al cancello che abbaia ok ci siamo puo essere anche normale ma lui inzia ad abbaiaiare per non finirla piu, e poi quei morsi che da lo so che vuole gioacer ma a volte fa male e poi lo fa con tutti e non tutti lo tollerano.Scusate se mi sono dilungata troppo ma sono disperata lo voglio troppo bene perchè quando vuole è coccolone e buono ed è vero che è molto molto intelligente…..ivan aiuto risp subito te ne sarei grata puoi rispondermi sulla mia mail

  57. ilaria said

    puoi risp anche qui per favore….

  58. Margherita said

    http://www.devilslair.it/contattaci.html

  59. lella said

    salve a tutti a me a natale e stata regalata una cucciola di caucaso di nome morgana la mia amica l,haveva aquistata x lei ma non gli hanno permesso di tenerla x via della nomina di cane agressivo cosi la data a me io abito in appartamento ma non lavorando lei e sempre con me e dolcissima sia con gli animali che con le persone e legata a me e a mio figlio di 6 anni in modo particolare non lo perde di vista un secondo come dicevo e buonissima solo la sera sia in giro che in casa se sente voci o rumori ringhia e abbaia pensate che possa cambiare nel crescere o continuera ad essere la patatona che e ora? io ho sempre havuto pastori tedeschi questo e il mio primo caucaso e devo dire che me ne sono letteralmente innamorata ,mi farebbe piacere avere piu informazioni possibili sulla razza anche se ho letto tutto sullo standard ma le esperienze personali credo siano meglio grazie a tutti x l,attenzione aspetto notizie con ansia ,lella.

  60. lidafirenze said

    E’ singolare vedere quante persone amanti di questa razza vengono a discutere sul nostro sito… Ne siamo felici, ricordiamoci però – per favore – di non fare troppa pubblicità tramite la LIDA Firenze a questa razza in particolare (e alle cucciolate!); la nostra associazione si occupa perlopiù di piazzare animali d’affezione rinchiusi nei canili, vaganti per le strade e perlopiù di “pura razza bastarda” :) … vedo che ci sono anche degli “addetti ai lavori” e pregherei tutti – se possibile – di spostare la conversazione sul relativo forum o sito per amanti del pastore del Caucaso. Il nostro sito ben presto verrà aggiornato e forse buona parte dei vecchi commenti verrà persa quindi, vi suggerisco di prendere i contatti che avete istituito tramite questo scambio a cui magari tenete in particolar modo. Grazie a tutti, ciao – Serena Ruffilli – presidente Lida Firenze.

  61. Nino said

    Ciao, ho da circa un mese e mezzo adottato un cucciolo di Pastore del Caucaso incrociato si pensa con un Labrador, Duff, così si chiama, ha 4 mesi e mezzo, ed effettivamente ha un carattere molto forte, è molto intelligente e molto affettuoso.
    Duff era in mezzo ad una strada quando l’ho preso ed era davvero in pessime condizioni di salute, ora dopo tante cure finalmente si è ripreso ed è splendido.
    Purtroppo però non ho un giardino e quindi sono costretto a tenerlo in terrazza anche se è sempre in giro per la casa.
    Essendo alla prima esperienza con un cane e leggendo l’articolo, mi chiedevo se c’é un modo particolare per guadagnarsi il suo rispetto, non che sia aggressivo, ma è assolutamente testardo e anarchico. Sapreste aiutarmi a capire meglio i metodi d’insegnamento?
    Grazie, Nino

  62. fulvia (zoe) said

    I pdc sono cani estremamente sensibili per quello se vengono “schiacciati” diventano agressivi con tutti.
    Con la mia fedele compagna, ricoprendo il ruolo di capobranco (fedeltà,stima,dolcezza,protezione,gioco,predazione) ho provato un sacco di situazioni diverse che ogni volta confermavano la perfetta sintonia raggiunta.
    Pertanto che la mia cagnolona stia all’interno della casa con me, non dimentica la sua indole di protezione scorrazzando in giardino quando avverte dei rumori esterni, pertanto chi vuole “segregarli” in appartamento ci pensi bene……si reprimono e non conoscono altri stimoli da “affrontare da soli”
    ciao a tutti

  63. Elisa said

    Ho letto l’articolo e i vari commenti:avrei qualche domanda da sottoporvi. Vivo in città, in appartamento: ho trovato da un mese una femmina di caucaso, di circa un anno. Fino a pochi mesi fa ho avuto un corso, con cui non ho mai avuto problemi né con i cani né con le persone. Questo mi ha fatto, forse erroneamenre, credere che potessi gestire altrettanto bene il pdc. Già dopo la prima settimana mi sono resa conto delle profonde differenze con il corso e soprattutto della sua testardaggine.Ho letto che le femmine sono più “docili” e in settimana inizierò a seguire un educatore ma vorrei qualche consiglio..per motivi di lavoro, potrebbe capitare di dover chiamare un dog sitter o di doverla lasciare qualche giorno in una pensione. Pensate sia possibile?
    Per il momento, gioca tantissimo con tutti i cani ed è tranquilla con le persone, bambini compresi. Non so quanto questo sia legato al fatto che è ancora piccola.
    Grazie, Elisa

  64. Alessandra (dx) said

    complimenti per l’articolo..ho una pastore del caucaso femmina di nome Sheila.ed ha 15 mesi,ha un aspetto abbastanza massiccio.anche se non ha mai subito dei traumi fin da cucciola ha una terribile diffidenza verso gli estranei (e a volte anche verso di me) che non la comporta ad attaccare o a fare la guardia,ma scappa o cerca di nascondersi. mi sembra un atteggiamento abbastanza strano leggendo la descrizione di questa razza.abbaia molto, soprattutto ai gatti,ma da un piccolo periodo a questa parte a volte abbaia se ci sono degli estranei che stanno arrivando,ma invece di avvicinarsi a loro ed imporre la sua presenza,scappa via.ho letto inoltre che questi cani a volte non attaccano perchè non si sentono pronti fisicamente, ed io mi chiedo se mai la mia cagna diventerà padrona del suo territorio ed minacciando gli estranei. grazie per un eventuale risposta..sarei lieta di poter capire il problema della mia cucciolotta :)

  65. Raffaele Varricchio said

    Pochi giorni fa per un grave problema cardiaco abbiamo perso il nostro Zeus, una montagna di dolcezza, affetto, amicizia e fedeltà che resterà nei nostri cuori per sempre. Vorrei ringraziare pubblicamente gli amici dell’allevamento le colline di maranello per avermi guidato e dato l’opportunità di fare una esperienza così gratificante !!

  66. fabrizio said

    Salve sono fabrizio abito in Sardegna sul litorale sud o letto i vostri commenti sul pastore caucaso.Sarei intenzinato ad addotarne uno sempre se riesco a trovarlo anche se e cucciolone se ce qualcuno che non puo tenerlo mi puo contatare inportante che sia cucciolo o cucciolone tel 3403643078

  67. Sara said

    Bellissimo e interessante articolo. Detto ciò prego vivamente tutti i proprietari di agriturismi di non prendere un Pastore del Cauacaso! Sarà anche equilibrato, sotto sotto, ma la gente dovrebbe capire che un cane che vede ogni giorno persone estrenee nel SUO territorio deve essere un cane non buono, ma stra-buono! Sono stanca di dover temere i cani che trovo negli agriturismi…

  68. Fabio said

    Salve a tutte/i, sono qui per raccontare di Savudrija, una splendida femmina della razza Caucaso. Regina incontrastata del giardino, dove non entrava più neanche una lucertola. La prima volta che siamo arrivati dai nostri amici siamo stati presentati al cane e dopo vari annusamenti siamo stati accettati come della famiglia. Il mio amico Tony quando la prese trascorse circa due mesi con Savudrija ancora cucciola perche come razza non è semplice in quanto il Caucaso venne addestrato fina dalle origini a difendere e difendersi da orsi e veniva mandato contro i nemici a cavallo ( Gengis Khan ), quindi non meravigliatevi se all’improvviso dovesse ululare o cambiare atteggiamento perche nei pressi potrebbe esserci un cavallo. Stesso discorso per gli altri animali del giardino; gli furono presentati Raven ( pastore belga )e altri 8 gatti che dovevano rispettarla in toto. Lei doveva mangiare per prima, gli altri animali non dovevano litigare in sua presenza, ogni qualvolta che altri gatti, non della famiglia, entravano nella proprietà venivano esposti come trofei giacenti davanti la porta di casa e attendeva fiera un riconoscimento. Potrei continuare ma mi fermo qui, lascio a Voi il compito e il piacere di conoscere al meglio il Vs. fidato amico/a, attenzione non è un cane semplice. Oggi sia Tony che Savudrija hanno raggiunto i Campi Elisi, ed il cuore è piu leggero sapendoli felici nei spazi infiniti. Auguri a tutte/i. Fabio

  69. Fabio said

    Domenticavo…non conoscono il freddo, non è un cane per appartamenti, non segregateli sono puro spirito libero, ciao

  70. DOMENICO said

    ciao, ho letto l’articolo e mi è piciuto molto. HO posseduto un pastore del caucaso (Leo)e confermo tutto quello che hai detto sulla razza. Adesso dopo 10 anni ne posseggo un’altro (Zeus) di 11 mesi che vive in compagnia di un boxer di 14 mesi e fino ad ora non ci sono stati alcuni problemi di convivenza tra i due, giocano e si intendono come due fratelli senza nessuna agressivita’. l’unico dubbio è quello che mi devo sposare e fino adesso l’unica persona che a accudito il cane sono io, la mia attuale ragazza a visto e ha giocato con ZEUS pochissime volte E dal momento che andremo a vivere insieme io ZEUS il boxer e mia moglie mi chiedevo se quest’ultima cioe’ mia moglie potrebbe avere problemi di socializzazione con zeus visto che molte volte io non ci saro per motivi di lavoro e sara mia moglie ad entrare in casa con ZEUS che gironzola per il giardino (tre mila metri “tutto recintato”).Quello che voglio dire, adesso il cane non ha mostrato nessuna diffidenza verso di lei ma ci sono stato sempre io presente non vorrei che con la mia assenza potrebbe causargli problemi……..come deve conquistare la sua fiducia?

  71. luciana musso said

    solo oggi ho trovato questo articolo e non posso fare a meno di ammettere di riconoscere ogni parola detta,nella realtà di chi adora questo cane. Dopo una femmina che mi è stata regalata cucciola e che se n’è andata due anni fa a 13 anni ancora bellissima, e un maschio recuperato in un canile dopo due anni di segregazione anche lui morto pochi mesi prima della femmina e coetaneo, mi ritrovo ora con una copia di maschi, fratelli che a due anni ancora convivono e mi sembra una magia. Amo tutti i cani e avendo molto spazio a disposizione recupero poveri infelici e ne ho ben dodici, MA i miei RAGAZZI sono tutta un’altra cosa, difficili ma unici. Complimenti per l’articolo.

  72. deborah said

    salve
    sono molto contenta che ci siano tante persone amanti dei pastori del caucaso.io personalmente ci vivo e lavoro.. volevo segnalare che si stà ufficializzando il nuovo club AIPR riconosciuto enci di questa razza con lo scopo di farla conoscere, tutelarla , proteggerla da atteggiamenti sbagliati e organzzare raduni per conoscerci e condividere l’amore per questi cani.
    Certo parliamo di cani di razza, ma condivido pienamente l’invito ad adottare chi si trova in canile o in difficoltà. è un gesto d’amore che qualunque cane( indipendentemente dall’origine) ripagherà in pieno.
    saluti a tutti

  73. ADRIANO said

    Io e mia moglie siamo i capobranchi di Anton,pastore del Caucaso di 3,5 anni,a dire il vero è il mio secondo Caucaso.
    Sono esemplari con dignità ed umanità,capisce quando sei triste,o hai dei problemi.
    Sono mancato da casa 2 mesi,per un’operazione al cuore,al mio ritorno,era diffidente,quasi offeso per la mia assenza.
    Nella via in cui abitiamo è una star,perchè è di guardia, per tutti,se entra un estraneo , avvisa tutti i residenti con i suoi latrati.
    Mentre scodinzola e tace al passare dei vicini residenti

  74. Antonino said

    Da 2 mesi ho adottato un meticcio femmina. E’ un pastore del caucaso incociato con un husky. E’ ancora cucciola poichè ha 7 mesi ma nei suoi comportamenti vedo esattamente il carattere del pastore del caucaso e per nulla quello dell’husky se non per il fatto che è ghiotta di pesce esattamente come i siberian husky. Non è giocherellona come avrebbero voluto i miei figli ma è tanto affettuosa, intelligentissima e parla con gli occhi! E’ una meticcia straordinaria davvero!!!

  75. Per chi fosse interessato all’adozione di un simil pastore del caucaso in Toscana è il momento di farsi avanti, la famiglia non lo vuole più e fra 2/3 giorni si apriranno per lui le porte del canile:

    http://animaliadozionetoscana.wordpress.com/2011/04/21/siena-lupo-giovane-ma-gia-di-taglia-grande-chiede-una-possibilita/

  76. Alessandro said

    domani mi danno un pastore del cacauso ho gia avuto a che fare con 2 maremmano giganti e nn vedo l ora di iniziare questo nuovo rapporto speriamo c sia subito filing.WWWWWWW i caniWWWWW sono parte della famiglia

  77. Franco Granato said

    Ho oramai da parecchi anni un pastore del Caucaso, è precisamente come descritto nell’articolo, il mio ha un odio esagerato per i gatti, il problema è che a passeggio alla vista di un gatto rende problematica la tenuta del guinzaglio 70 kg pieni di muscoli in movimento non sono tanto gestibili.

    Ha anche una voglia smisurata di evasione , se riesce a uscire dal recinto non torna se non dopo che si è sfogato.

    Quando è in giro gatti permettendo e se non è aggredito da altri cani è molto docile.
    qualche consiglio dettato dall’esperienza.
    Veramente un grande cane ,ma occorre molta, molta , molta attenzione
    Mai fare recinti improvvisati
    Mai permettere a estranei di entrare nel recinto
    Portarlo a spasso preferibilmente in luoghi non frequentati dove possa girare senza museruola
    Mai prendere sotto gamba le sue necessità
    Io comunque sono contento di avere Lui come compagno fidato.
    Saluti Franco

  78. Bibì said

    In famiglia abbiamo avuto un Pastore proveniente dal caucaso e nonostante mio padre avesse già avuto cani impegnativi come Dobermann e Schnauzer gigante, è stata una convivenza veramente difficile. A 9 mesi aveva già sottomesso un Pastore Tedesco di 3 anni! Da piccolo era un peluche! Si faceva mordere anche dal gatto, ma poi… io ero piccola e mi tollerava ma con mio padre c’è stata prprio una sfida per chi fosse il capo…eccezionale per la guardia ci ha tirato giù un muro di mattoni per mettere in fuga i ladri!
    Anche per la difesa personale non hanno pari, guai a chi si avvicinava..l’avvertimento era un passetto all’inditro poi…in piedi dritto al collo…
    Nonostante tutto conservo un buon ricordo almeno con me è sempre stato delicato e attento, ma sicuramente non lo consiglio ad inesperti o esagitati. Un cane di quel calibro è un’arma e come tale va maneggiato con cura

  79. Raffaele said

    Buongiorno, sono un appassionato di questa magnifica razza, ne ho avuti altri due di provenienza diversa ma le caratteristiche sono sempre le stesse. Compagno impegnativo ma decisamente fantastico, se socializzato a dovere si adegua perfettamente a molteplici situazioni e potrete portarlo con voi spesso e volentieri senza pericolo di colpi di testa, certo è prevalentemente un cane da guardia ma nella stragrande maggioranza dei casi equilibrato e affidabile. Ora ne ho una coppia, però la femmina mi è arrivata successivamente già ad un anno di vita proveniente da una persona che non la curava e se non l’avessi adottata sarebbe finita in un canile sicuramente a morire. E’ docile e affabilissima con noi e con le persone in generale ma rimane una ottima guardiana. Non avendo socializzato coi suoi simili è un po’ diffidente e se le dimostrano ostilità reagisce in tempi brevissimi anche con i cagnetti di piccola taglia. Essendo comunque molto territoriale anche lei ho seri problemi di conviv enza con il maschio che lo è altrettanto. Sarei disposto a farla adottare da persone amanti della razza!! Abito a Parma e questa è la mia mail per eventuali contatti interessati : raffaele.varricchio@libero.it Cordiali saluti a tutti

  80. Enzo said

    Ciao ragazzi ho anche io un incrocio tra un Pastore del Caucaso (Padre) e la mamma (Rotwailer) di nome ORSO a sei mesi altezza dal Garrese 52cmm per 25kg. Una buona parte di se ha preso dal padre,la postura il colore del pelo e spero con il tempo la grandezza,dato che amo che sia bello grosso. Dalla mamma sembra proprio che gli abbia tagliato la testa, collo grosso tipico del Rotwailer e pelo corto anche mantenendo il colore del padre. Cane decisamente territoriale, non si fa avvicinare da nessuno, di notte si trasforma in un piccolo guardiano anche se molto spesso mi fa innervosire perche’ abbaia anche ci sta per conti suoi e passa dinnanzi alla proprieta’. Per il resto abbastanza ubbidiente e sta ai comandi principali, non adatto secondo me a comandi da lavoro esempio prendi lascia riporta. Non riscontro che nno puo’ stare con altri suoi simili anzi e molto socievole con un incrocio tra Pastore tedesco e un Borde Collie, sono sempre insieme ma il comandande su tutto e lui ORSO.

  81. annamaria gobbi said

    Io ho vissuto una esperienza meravigliosa con i pastori del caucaso. Ho preso prima la femmina e dopo un anno ho preso anche il maschio e hanno fatto coppia come i lupi. La femmina e morta due mesi fà all’età di 14 anni e mi è rimasto il maschio che ha 13 anni. Lara e Jack sono i loro nomi. E’ vero non sono cani per tutti, però una volta stabilito chi è il capo branco si hanno dei veri amici. Nei comfronti della famiglia e dei nostri amici sono dolcissimi mentre nei confronti di estranei sono diffidenti però piano piano li accettano. Non ho mai permesso che accadesse neanche una volta che mordessero qualcuno, sono protettivi nei confronti dei nostri animali, mentre cani e gatti estranei se li prendono sono guai…Con loro sono stata molto presente nel loro primo anno di vita, per educarli e abituarli a socializzare con persone e animali e mi sono ritrovata due guardiani equilibrati. Loro sono stati due cani fortunati perchè hanno 10 ettari cintati di terreno dove scorazzare. Due cose mi hanno stupito nonostante la mia esperienza con molti altri cani, non mai visto che il maschio facesse il papà con i suoi cuccioli, giocava e insegnava(simulando con un bastoncino una preda)i rudimenti della caccia, mentre la madre
    rigurgitava la pappa che aveva mangiato ai cuccioli e loro leccando l’angolo della bocca della madre stimolavano questo coportamento. Proprio come una coppia di lupi con la loro prole. Il maschio con me è molto dolce e ogni tanto mi da dei pizzichini con i dentini davanti come volesse cercarmi le pulci,sono manifestazioni di affetto.Chi riesce a stabilire un rapporto basato sul reciproco rispetto con un caucaso è in grado di stupire anche chi come me ha passato una vita con i cani.

  82. Walter said

    Confermo quanto detto dagli altri, io con la mia famiglia ci siam trasferiti in una casa isolata, la nostra cagnona maremmana era anziana e io e mia moglie dovevamo lasciare sole le nostre bimbe per lavorare. Abbiamo preso Sheila con noi da un ragazzo che non poteva piu’ tenerla ma che l’aveva allevata con precisione. E’ arrivata da noi a circa 1 anno e 1/2. Primi giorni di attenzione e “osservazione”………bene, nel giro di un mese mia figlia di 3 anni la prendeva al guinzaglio e la portava a spasso per il prato, la testa del cane era 3 volte quella della bimba e gliela appoggiava sulla spalla……a vederla cosi’ nessuno avrebbe immaginato cos’era in grado di fare a chi avesse anche solo tentato di entrare. E’ vero non ha mai tentato l’attacco prima dell’avviso e se, chi si presentava al cancello non la “sfidava” bastava un solo richiamo per vederla tornare al suo posto pronta a farsi mettere in sicurezza. Ma se veniva sfidata non era piu’ controllabile……scateneva una furia che nel maremmano non ho mai visto. Con noi non ci son mai e ripeto mai stati problemi, docile, coccolona, ubbidiente e non ha mai tentato di imporsi. Con la maremmana tutto bene se a comandare era lei……se la “vecchietta” non cedeva era un vero casino, mi sento di sconsigliare a tutti di tentare di abbinare un pastore del caucaso con un altro cane. Almeno 5 volte ho dovuto saltare addosso a Sheila, prenderla al collo col braccio e stringere a tutta forza per poi “rotolarmi” come un coccodrillo per farle staccare la presa dalla maremmana. Comunque, neanche in quelle occassioni mi ha mai mostrato i denti. Stravedeva per le bambine, unico problema era nel gioco…..se si eccitava era un po’ manesca, bastava non esagerare!
    Cane affidabilissimo, prevedibile una certezza su cui contare per la protezione delle mie figlie.
    Questa e’stata la sua condanna! Visto le sue caratteristiche abbiam deciso di avere una cucciola da lei per allevarla e tenerla assieme alla mamma, sperando che una volta cresciuta non si ripetesse la situazione avuta con la maremmana. Trovato il padre altrettanto “posato” ……2 mesi di attesa e poi quella che dovevaessere una festa per tutta la famiglia (perche’ Sheila era la “famiglia”) a causa della negligenza e dell’imperizia della veterinaria a cui ci eravamo affidati e’diventata una tragedia……Mamma morta di parto, 3 cuccioli morti durante il parto e 9 nei giorni seguenti….al momento un solo sopravvissuto che stiam curando come un neonato!
    Consiglio a tutti quelli che non hanno “paura” dei cani questa razza, specie se hanno figli, possiedono animali o debbono comunque proteggere la proprieta’. Chi invece ha anche solo un lieve timore lasci stare credo che anche la mia “cucciolona” mi avrebbe dato problemi se solo avesse capito che poteva imporsi. Ora spero nel figlio……..
    Dimenticavo….con imiei animali nessun problema….con gli animali estranei alla casa purtroppo si…….cani…gatti…bovini…..non importava….erano tutte bistecche con le gambe…..

  83. Alberto said

    Cane stupendo per chi non ama i compromessi e le mezze misure, ho una femmina di due anni di caucaso, con la famiglia è dolce e molto discreta,mai invasiva, ubbidiente senza mai pretendere nulla, sarò stato fortunato sotto questo punto di vista perchè educarla con noi non ha comportato nessun problema; altra cosa con gli estranei e con i suoi doveri di guardiana, fino ad un anno di età uscire con lei è stato molto impegnativo in quanto non tollerava la vicinanza dell’uomo quindi guinzaglio sempre ben saldo e museruola nei luoghi più affollati, praticamente entro i due metri era impossibile avvicinarsi, ora è più equilibrata e riflessiva posso far avvicinare la gente da cui però non ama farsi toccare; impareggiabile come guardiana e difesa delle sue proprietà (giardino, auto….) al minimo rumore o all’avvicinarsi dell’estraneo alla proprietà si scatena come una belva; con i cani di piccola taglia è molto giocherellona , con quelli della sua taglia o superiori non c’è verso debbo anticiparla o trattenerla perchè mette subito in chiaro la sua dominanza assoluta, a riguardo confermo la netta supremazia psicologica di questa razza in caso di scontro diretto, ho potuto verificare sul campo la forza mentale di netta superiorità che trasmette all’avversario ; di questi tempi in cui tutto è annacquato, la morale, l’etica e la dignità sono valori in via d’estinzione, un caucaso ti fa capire qual’è la strada che dobbiamo tornare a percorrere………

  84. Zezze80 said

    @Alberto
    Condivido pienamente il tuo commento. Ho un maschio di 13 mesi (70Kg circa) che mi sta dando un bel po di sodisfazzioni e guai. Premetto che prima di prendere questo cane ci eravamo ben informati sulla razza (pregi e difetti li conoscevamo bene), ma non ci aspettavamo un cane del genere, bellissimo, per carità, ma molto molto difficile. Da tranquillissimo cucciolone/giocherellone con tutti, a 7/8 mesi, si è trasformato in un “bastardone” intollerante verso chiunque non conosca costringendomi a portarlo in giro sempre con museruola e occhi apertissimi verso chiunque si avvini per osservarlo oppure di passaggio…in pratica se uno si avvicina ad oltre un paio di metri diventa una belva indomabile (quasi irriconoscibile per come è dolce con me e famiglia)…se viene fissato negli occhi da estranei (anche a 10mt) scatta per colpire con una reattività impressionate!!!! Con gli altri cani, come il tuo, è abbastanza tranquillo con le femmine e i cani di piccola tag…ma è un grosso guaio se in vicinanza ci sono cani maschi di taglia grande. Spero che come il tuo ruggiunga un miglior equilibrio in modo da essere aggressivo solo se necessario, altrimenti, aimè, saremo costretti a riportare il cane all’allevatore.

  85. Aron said

    La mia esperienza che potrebbe servire a chi vuole avere un cane, come me.
    Ho preso contatto con un non ben definito “Allevamento” del Pastore del Caucaso che partecipa a concorsi con buoni risultati. Sono andato in una città dell’estremo Nord Est d’Italia a vedere i cuccioli e ne scelto, con grande gioia, uno tra quattro. Ho pagato in contanti senza avere ricevuta e, dato un contrattempo dell’Allevatore, non mi è stato possibile avere nessun documento del cane.
    Dopo ripetute telefonate, dovendo iscrivere il cane all’anagrafe canina del mio Comune, mi è arrivato un documento di cessione da parte di una persona diversa da quella da me contattata e non corrispondente al proprietario nominato sul certificato con il quale era stato messo il microchip al cucciolo.
    Ho preso il cucciolo di quattro mesi l’ 8 marzo 2011 e il 22 luglio (dopo meno di cinque mesi durante i quali ho speso centinaia di euro (il recinto, i mangimi speciali, le vaccinazioni ), vedendolo crescere sempre più stanco e claudicante, dopo una visita specialistica fatta da un noto veterinario ortopedico ( sublussazione della testa femorale in ambedue le anche – selerosi subtrocleare bilaterale con osteofitosi e incongruenza articolare ai gomiti zampe anteriori) e su parere del mio veterinario che avvallava la mia tesi che il cucciolo in fase di piena crescita non avrebbe potuto avere una vita sana e felice anche mettendo le protesi alle due anche e una operazione non risolutiva ai due gomiti, ho deciso di farlo eliminare.
    Tutto questo mi ha addolorato e fatto arrabbiare, non tanto per la truffa (tra l’altro ben organizzata), quanto per il pensiero che questa gente continuerà a far mettere al mondo cuccioli che dovranno soffrire dolori atroci e se fortunati saranno abbattuti.

  86. Enzo said

    Ragazzi salve ho gia scritto qui sopra 1/6/2011 a quest’ora il cane sta facendo allontanare almeno cinque metri ciunque passi dinnanzi alla proprieta’, persone che vanno a gettare l’immondizia o che si fermano dinnanzi alla nostra villa. Una macchina di guerra e diventato e guai dico guaiiii a stuzzicarlo, cosa che mi fa piacere da un lato perche’ cosi diventa piu’ aggressivo, ma da un’altro lato da un po’ di fastidio, ma lo abituato a ritornare al mio fischio a cuccia sa che gli do poi qualcosa di pappa se si calma un po’. Ora ha otto mesi 35kg di peso 60cmm dal garrese. Muscolatura potente petto largo e davvero bello perche’ e’ proprio un mix tra il rotwailer e il pastore del caucaso come scrivevo nel mio topic precedente. Cane assolutamente territoriale e adatto soltanto a persone di polso, molto affetuoso con il padrone. Riscontro pero’ che puo’ stare con altri cani se cresciuto insieme, il mio e’ insieme a un incrocio pastore tedesco e Border Collie e sono inseparabili, ovviamente il capo su tutte le cose e lui ORSO.

  87. ho acquistato un anno fa una femmina di pastore del caucaso da un privato a novara, pensavo di sapere come gestire la cagnolona perchè ho già un maschio di 8 anni e una femmina, morta qualche mese fa che aveva 9 anni.Con qust’ultima però sto avendo dei problemi caratteriali, da un po di tempo è diventata aggressiva anche con chi le da da mangiare e trattandosi di personale di servizio della mia azienda agricola, temo possano verificarsi dei problemi in futuro,cosa posso fare? mi è stato detto che se un cane si comporta così bisogna abbatterlo ma io non posso accettare una simile soluzione potete consigliarmi una soluzione? posso portarla da qualche addestratore?non posso neppure escludere che qualcuno di questi lavoratori le abbia fatto qualche sgarbo in mia assenza e perciò non me la sento di prendere provvedimenti drastici.

  88. walter said

    Per angela…
    Per l’esperienza che ho io con i cani ed anche col caucaso non mi fiderei a far venire a contatto il personale col tuo soggetto. Gia’ di carattere loro riconoscono solo il padrone e tollerano il resto della famiglia. Tu stai mettendo a contatto “frequentatori” della proprieta’ con chi si ritiene “proprietario” e come dici non puoi sapere se il cane ha subito una qualsivoglia scorrettezza, il fatto di dargli ogni tanto da mangiare non da l’autorizzazione a sfidarne l’autorita’. Io ho tenuto varie razze di cani da “guardia”, ma la reazione di una cagna caucaso che avevo io di fronte a un minimo gesto di sfida fatto nei suoi confronti significava rischiare le sbarre del cancello. Ovvio che sino a che il cane non ha la consapevolezza della sua potenza accetta gli eventuali sgarbi (una cucciola che ho acquistato io, a 2 mesi mi ha morso mentre tentavo di imporre la mia volonta’), poi crescendo non e’ piu’ disposto a tollerare nel suo territorio chi mal si e’ comportato o mal si comporta. Dalla mia esperienza posso dire che solo il vero padrone puo’ maltrattare un caucaso, puo’ guardarlo nelgi occhi e “sfidarlo” , puo’ levargli la ciotola da davanti o peggio l’osso di bocca. ……..senza esagerare pero’. E questo vale anche per molte altre razze.
    Esistono degli “psicologi” per cani, ma due persone di mia conoscenza che ne han fatto uso non han risolto granche’ col proprio cane (uno era un terranova due volte piu’ aggressivo del maremmano che avevo al tempo ed un altro era un pastore biellese , cane da mucche, che si rivoltava al padrone). Puoi provare a contattarne uno chiedendo al tuo veterinario.
    Se la tua cagnolona non ti da segni di “squilibrii mentali” con te, ma diventa aggressiva solo nei confronti degli altri significa che gli altri le han fatto qualche sgarbo e la soluzione unica possibile e’ evitare che vadano a contatto tra di loro, perche’ quello e’ comunque il carattere “giusto” del caucaso. (ricordati che se lei decide di attaccare e il tuo operaio non ha un arma in mano finisce molto male). Potrebbe anche essere che con gli altri cani le cose andassero bene perche’ han accettato di farsi sottomettere dai tuoi operai, magari perche’ caratterialmente erano piu’ “deboli”, quando e’ arrivata la nuova cucciola, gli operai han creduto di poter continuare come stavano facendo gai’ da anni…….ma lei non ha lo stesso carattere dei suoi compagni….e se si impunta la vince lei.
    Se invece noti che lo squilibriio caratteriale e’ presente anche nei tuoi confronti o di chi e’ il “vero” padrone, secondo me, sempre per situazioni gia’ viste ed in parte vissute, purtroppo non hai altra scelta che farla vivere in prigione per sempre o farla sopprimere subito.
    Ricordati che se non ti riconosce come capobranco ti riconosce come “suddito” ed i cani non hanno una societa’ “democratica”. Ed il pastore del caucaso non e’ un cane da societa’….
    Questa e’ solo l’opinione di un possessore ed amante dei cani……..senti pareri da veterinari e allevatori, poiche’ sopprimere una vita deve essere l’ultima spiaggia, la vita umana, pero’, deve essere preservata.

  89. ti ringrazio per avermi risposto così velocemente, ciò che dici mi sembra sacrosanto anche secondo la mia esperienza con i cani in genere,e che ,quando ho acqistato gli altri caucaso avevo solo loro e gli accudivamo noi di famiglia perciò non ho mai avuto nessun problema,questa invece è arrivata a casa quando erano in servizio persone dedite ad accudire tutti gli animali presenti in azienda inclusi tutti i cani per cui deve essere successo qualcosa che ha danneggiato il suo equilibrio,( non escludo che ciò sia avvenuto già in allevamento da cui proviene). aska ha sempre manifestato fin da quando è arrivata da noi a circa 4 mesi,una spiccata paura sopratutto che le venga sottratto il cibo. credo che questo problema potrbbe essersi concretizzato quando era con gli altri cuccioli o con altri cani…. comunque il suo grande problema è la paura questo è certo!ora si trova in un recinto abbastanza grande, io vado sovente a parlare con lei e a portarle qualche biscotto che accetta con grande diffidenza e scatta all’indietro ad ogni mio piccolo movimento…vorrei tanto fare qualcosa per lei tipo trovare qualche allevatore che sappia come gestirla ed inserirla nel proprio allevamento….dici che sia possibile? eventualmente sai indicarmi un allevamento serio al quale possa rivolgermi? grazie per la disponibilità…io allevo pappagalli di media e grossa taglia ed anche con loro è sempre in agguato il problema gelosia!!!!

  90. walter said

    io purtroppo non conosco nessuno da consigliarti, ma se guardi in internet ci sono molti allevamenti, puoi sentire loro. Se tu la lasci chiusa in un recinto e la vai a vedere solo ogni tanto non credo tu riesca a recuperarla. Dovresti viverci un po’ piu’ in “simbiosi”, lei dovrebbe imparare a fidarsi di te, ad avere un punto di riferimento sicuro nella tua figura. Cosi’, tenuta in un recinto, lontana da te credo possa solo peggiorare. Poi ti dico anche che se e’ “svirgola” puoi anche fare i salti mortali, ma non la raddrizzi…..pero’ tentar non nuoce! Hai ancora un po’ di tempo per tentare di porre rimedio, poi quando sara’ totalmente cresciuta sara’ ancora piu’ difficile risolvere positivamente.

    Ciao e auguri

  91. bausani said

    Ho avuto GORKY per ben 11 anni , cane di una bellezza esagerata, carattere forte, fiero. Concordo nel ribadire che è un cane molto difficile, Ti fa capire perfettamente qual’è il limite che non bisogna oltrepassare. Ti rispetta se è rispettato, Bisogna assolutamente che capisca chi è il capobranco, allorchè si fare di tutto, ma mai, mai picchiarlo o metterlo alla catena. Diventa una pistola carica. Se invece avete un bel giardino perfettamente recintato (con rete elettrosaldata) e vive con la famiglia diventa il miglior amico e protettore che si possa trovare.
    Se dovete prenderlo uno, scegliete nella CUCCIOLATA quello che vi viene incontro scodinzolando, MAI QUELLO CHE INDIETREGGIA!!!!!!

  92. Alberto said

    Scusa Bausani, volevo capire perchè dici di non prendere il cucciolo che indietreggia, pensi che sia quello che può dare più problemi da adulto, hai avuto esperienze a proposito. Ti ringrazio dell’eventuale risposta. Alberto

  93. Cristina Pastori said

    Io di PdC ne ho avuti due, acquistati in due allevamenti differenti e portati a casa lo stesso giorno. Lothar (1994-2007) e Shira (1994-2005). Per la mia esperienza, la femmina e più gestibile del maschio. Sono cani fantastici, la descrizione di Ivan Farinazzo è estremamente precisa. Leggendola ho rivissuto le gioie e le difficoltà incontrate con questi splendidi animali. O meglio, con il maschio. Io non ho mai avuto problemi con lui (potevo tranquillamente togliergli l’osso di bocca, spazzolarlo, controllarlo dal veterinario o in presenza di ospiti), ad averne di problemi, e parecchi, è stato mio marito: accolto con quel ringhio tanto caratteristico e da pelle d’oca se si avvicinava troppo quando Lothar consumava i suoi pasti o rosicchiava il suo osso con carne del sabato, e a un certo punto anche quando rincasava dal lavoro. Una cosa normale, mi disse la proprietaria dell’allevamento, mi rispose l’esperta comportamentale di una rivista cinofila e mi spiegò il signor Vittorino Meneghetti. Del cane me ne ero sempre occupata io; mio marito usciva presto la mattina e rientrava tardi la sera; a tre anni Lothar aveva raggiunto la maturità sessuale e aveva deciso che nell’ordine gerarchico della famiglia, se lui ed io stavamo sullo stesso piano, mio marito e gli altri cinque cani (oltre a Shira, anche Samba, setter inglese sorda dalla nascita, Neve, meticcia trovatella e Oliver e Priscilla, i suoi due figli), erano liberi di stabilire fra loro in quale ordine di sottomissione collocarsi… Vi lascio immaginare lo shock di vedere un cane di settantacinque chili, il vostro cane, dirigersi con decisione, a coda alzata e pelo ritto, emettendo ringhi poi risucchiati che rimbombano nella cassa toracica, verso un altro componente della vostra famiglia, fermarsi a meno di dieci centimetri dal suddetto, (la testa del cane all’altezza dello sterno dell’uomo), fissarlo dritto negli occhi e senza mai smettere di ringhiare, marcare il territorio prima di allontanarsi… Dopo una comprensibile reazione (io prendo un bastone e lo ammazzo), dopo l’avvertimento dell’allevatore immediatamente contattato (dica a suo marito, che se anche riuscisse a dargliene una, poi avrebbe la peggio e, una volta uscito dall’ospedale, non potrebbe più entrare in casa), dopo alcune, altrettanto comprensibili, ma per me pur sempre orride richieste (io non voglio dovere temere uno dei miei cani, e se continua così, dovrai farlo sopprimere), e dopo avere fatto tesoro dei vari consigli, ma adattandoli alla nostra situazione, con tanta pazienza, amore, rispetto e coerenza, abbiamo trovato un punto di equilibrio, risolto i problemi e convissuto senza più intoppi.

  94. Ivan said

    salve a tutti, mi chiamo ivan e da un pò che penso di prendere un Pastore del caucaso quindi come penso sia giusto leggo il più possibile articoli o altro sulla razza.
    Mi è piaciuto molto l’articolo scritto da Ivan Farinazzo ma sopratutto è stato di una utilità fondamentale per risolvere alcuni dubbi che avevo in merito.
    Un grazie anche a chi ha condiviso le proprie storie ed esperienzae.
    Cordiali saluti Ivan.

  95. sara said

    Ciao, sono Sara e da 8 mesi ho Ryo, un pastore del caucaso (con un po’ del pastore di ciarplanina dentro) bellissimo ma estremameeeeente molesto! Non mi farebbe mai del male, ma è impossibile tenerlo fermo o mettergli il guinzaglio senza fare un corpo a corpo o fargli capire che non può entrare in casa. Da circa un mese e mezzo ha pure imparato a scavalcare la recinzione del giardino e ora dobbiamo tenerlo in un box. Solo che a me dispiace perchè lo vedo che sia annoia tantissimo a stare li dentro tutto il giorno. Attualmente Ryo ha dieci mesi e appena lo libero salta addosso a chiunque non sia io o mio fratello. Lui vuole giocare ma pesa più di 50 chili (più di me!!) e non c’è modo di fargli capire che deve stare più calmo. Mio padre ha altri 3 pastori del caucaso e sono tutti molto più tranquilli. Mi viene il dubbio che siamo noi a sbagliare qualcosa se Ryo è così agitato. Pensate sia solo colpa dell’età? Spero che non sia proprio il carattere del cane di essere così iperattivo perchè mi spiacerebbe dovere passare il mio tempo a frenarlo quando vuole solo giocare, ma non vorrei nemmeno che tra poco inizi a mostrare il suo carattere dominante e non si riesca più a fermarlo…
    Se qualcuno può darmi qualche consiglio! Grazie mille!!

  96. Alberto said

    E’ chiaro che ogni cane come ogni umano ha il suo carattere, ma io penso che per cani da lavoro è essenziale seguirne l’indole, anche se tu possiedi un bel giardino o territorio ampio devi sempre portarlo in spazi aperti e farlo sfogare per bene, minimo da un’ora e mezza a due ore tutti i giorni, appena puoi portalo in mezzo alla gente, mi ci è voluto un anno per rendere la mia cucciolona di caucaso affidabile e gestibile in ogni luogo, considera però che lei non ha mai passato una festività a casa da sola ne tantomeno le vacanze, me la porto sempre dietro, ovunque io vada, ed ogni giorno la libero in passeggiata in collina, l’impegno è notevole ma ne è valsa la pena…..

  97. Chiara said

    Complimenti a chi ha scritto questo articolo è la descrizione di Vasco, il pastore del Caucaso che avevo anni fa, e che purtroppo mi hanno avvelenato, perchè ha abbaiato una notte, e aveva i suoi motivi dato che nella casa in parte, stavano entrando i ladri…… (e non siamo riusciti a salvarlo), è stato un cane impegnativo, ma con il tempo ti da le tue soddisfazioni, tanto protettivo quanto dolce cn noi, una razza spettacolare

  98. sandra e giulio said

    Ciao a tutti!
    Prima di oggi non conoscevamo neppure l’esistenza del pastore del Caucaso. Oggi infatti arriverà un cucciolo dall’Ucraina: la ns colf ne ha ordinato uno a ns insaputa e ieri ci ha dato questa bella notizia e così ci siamo un po’ informati !
    Abbiamo già un cane (un dolcissimo e docilissimo lagotto romagnolo), abbiamo spazio, ma leggendo tutte le vostre esperienze non siamo più tanto sicuri di volerlo tenere!
    Ci spaventano le reazioni nei confronti del padrone (con noi abitano i ns genitori e mio padre è terrorizzato dai cani, non dal lagotto però, alla cui presenza si è abituato subito ed ora ha con lui un rapporto stupendo).
    In sostanza temiamo si tratti di un cane del quale anche il padrone può avere paura.
    Come ci potete aiutare?
    Premettiamo che il cucciolo non l’abbiamo ancora visto; è in viaggio dall’Ucraina e dovrebbe arrivare nel pomeriggio!
    Grazie
    Sandra e Giulio

  99. walter said

    Io non sono un allevatore, ma amo tutti gli animali e in particolar modo il pastore del caucaso.

    Il problema piu’ grande che dovrete affrontare e’ il cane che gia’ avete…….sino ai 6-8 mesi probabilmente tutto filera’ liscio. Poi dipendera’ molto dal carattere del caucaso che sta per arrivare e da quanto il vostro vecchio cane sara’ disposto a sottomettersi. Per la famiglia, se il cane e’ equilibrato, ed e’ allevato bene non ci son problemi! Io ora ne ho due e entrembi (maschio e femmina) rispettano tutta la famiglia, persino due zii che a volte abitano una seconda casa adiacente alla nostra (stesso cortile), da tener conto che son ancora cuccioloni! Prima ne avevo una sola ma il comportamento era lo stesso. Ovvio che se son da rimproverare e punire non lo fanno gli zii!!!! E’ importante che da quando entra nella famiglia, capisca che tutta la famiglia e’ la sua famiglia, che tutti partecipano al suo benessere, ma che nessuno e’ disposto a sottomettersi alla sua dittatura. Tutti devono provvedere ad alimentarlo e tutti devono condividere tempo e giochi con lui, ma tutti (e’ importante) devono comunque farsi rispettare. Crescera’ con la consapevolezza che e’ amato da tutti, ma che non puo’ imporsi su nessuno. Poi ripeto, ovvio che a prendere i provvediumenti piu’ drastici potra’ essere solo ed unicamente il padrone. State tranquilli, molto dipende da voi, dai primi mesi. Abituatelo bene e lui si comportera’ bene!
    Per quanto riguarda il lagotto la vedo dura, pero’ ho letto proprio qui di convivenze andate a buon fine e quindi, magari, anche voi sarete fortunati….per noi non e’ stato cosi’. Tra la prima caucasa e la maremmana che gia’ possedevamo e’ stata lotta aperta per il cibo e a nulla valeva dar da mangiare separate….la caucasa aspettava e non mangiava sino a che non vedeva avvicinare la maremmana e poi la aggrediva. L’ho salvata piu’ volte ed ha avuto una caterba di punti di sutura in piu’ riprese. Ora ho un cucciolone maschio di un mese piu’ giovane della femmina, sino a due mesi fa (lei 7, lui 6 mesi) tutto ok, ora e’ iniziata di nuovo la stessa solfa! Giocano tutto il giorno e tutta la notte, poi quando arriva la pappa lei cerca di azzannare lui!!!! E li, ad intervenire deve essere solo quello che loro rispettano come capo…non mando certo le mie figlie o gli zii a dividerli….
    Tenete il cucciolo, se avete spazio, sara’ una gioia averlo con voi nella famiglia….ricordatevi per loro non c’e’ paura, non c’e’ timore se si tratta di proteggervi. Ricordatevi pero’, sempre, che non e’ un volpino, non potete prendere a calci la ciotola mentre mangia, non potete prenderlo a calci perche’ sporca, non potrete mai trattarlo ingiustamente…….si ribellerebbe

    Se pero’ crescendo intuite che non e’ “regolare” o, piu’ probabilmente, che voi non riuscite a gestirlo prendete i provvedimenti del caso.

  100. sandra e giulio said

    Gazie Walter, siamo un po’ più tranquilli, ma non del tutto. Pensiamo al ns lagotto, che è dolcissimo, è un cane che si sottomette facilemente, soprattutto nel rapporto con i suoi simili e poter solo pensare che possa essere aggredito ci fa rabbrividire!
    Il cucciolone del Caucaso dovrebbe arrivare nel pomeriggio….vedremo

  101. Chiara Luzi said

    Ciao Walter,
    la Vostra descrizione, tua e dei lettori, del Pastore del Caucaso mi fa pensare a ciò che ho vissuto 9 anni con il mio dobermann maschio.
    Sto cercando in adozione un cucciolo di età molto piccola ma di taglia grossa da crescer in famiglia con due bimbi piccoli molto educati e rispettosi degli animali e una meticcia sveglia e intelligente di taglia medio-piccola di 9 anni.
    Ho trovato nei vari annunci una cucciola di Pastore del caucaso in regalo, non so ancora precisamente di quanti mesi ma dalla foto sembrano 3.
    Il mio tentennamento e il mio pensiero vaì solo ed esclusivamente ai miei bimbi e alla mia cagnetta.
    Cosi piccoli potrebbero esser mordaci con i bimbi , non x gioco che sarebbe normale, ma per aggressività?
    Mi fa pensare anche il motivo di REGALO di una cucciola stupenda di questa razza. potrebbe vaere dei problemi la cucciola…?boh?
    Io sono molto ferma e decisa e amando i cavalli da una vita, so cosa significa la sensibilità e avendo educato il mio dobermann (veniva anche al ristorante e in treno) da sola so che significa un cane impegnativo e l’unica cosa che mi dispiaceva era il fatto che non si faceva toccare da nessun estraneo (è un pericolo in giro quando tutti allungano le mani senza chiedere e il cane deve aver sempre la museruola) e, a parte da cucciolone, non vedeva di buon occhio i suoi simili….mi dispiaceva solo perchè diventan problemi le passeggiate e portarlo sempre con noi dato che ci son parecchi cani che vengon portati senza guinzaglio.
    La scelta del cane di grossa taglia è che andremo ad abitare in campagna e sento il bisogno di un compagno x la famiglia di giorno in giro x i campi e di notte x farci dormir tranquilli…mi capisci vero?
    Mi dai per cortesia un parere?
    Grazie.
    Chiara

  102. sandra e giulio said

    Ciao Chiara
    Ieri è arrivato il cucciolo del Caucaso e il ns lagotto non è molto felice! Essendo timido e remissivo fugge ad ogni tentativo di approccio. Siccome il cucciolo ci è arrivato per caso e non perchè noi lo volessimo, cerchiamo qualcuno a cui affidarlo, che lo ami, lo rispetti e lo educhi in un ambiente sereno e pieno di spazio. Noi saremmo intezionati a regalarlo (è chippato e vaccinato). Non ha ancora un nome italiano (arriva direttamente dall’Ucraina in quanto la ns badante ha avuto la bella idea di farci qs sorpresa, ma con il lagotto la gara ci pare molto dura!)
    Grazie
    Sandra e Giulio

  103. walter said

    Ciao Chiara, per la mia esperienza ti posso assicurare che se il cane non ha tare sue particolari (ed il fatto che sia in regalo non comporta affatto che ne abbia) e se voi lo tratterete come va trattato per i bambini della famiglia non ci son problemi. Quando avevo l’altra caucasa di circa 75 kg (e presa gia’ con 2 anni di vita) la mia figlia piu’ piccola di se la prendeva al guinzaglio e la faceva andare dove voleva….a vederlo era imnpressionante poiche’ la testa del cane era appoggiata sulla spalla della bimba ed era il doppio di grandezza. Mai avuto nessun problema di nessun tipo! Per la meticcia vale il discorso fatto ieri per il lagotto…..se sei fortunata convivono magari con qualche problema, se no e’ na lotta e la meticcia se non e’ disposta a sottomettersi e’ destinata a soccombere. Quando la mia assaliva la maremmana (50KG) ero costretto a saltarle sopra, prenderla al collo col braccio e rotolarla via come fan i coccodrilli!!! comunque neanche in quelle occasioni si e’ mai permessa di mostrarmi i denti.
    Devi comunque pensare, per fare un paragone, che se compri una ferrari non puoi pensare poi di andare a fare fuoristrada……il caucaso e’ una ferrari nella difesa del proprio territorio e quando capisce, crescendo, che cos’e’ suo…….e’ suo! Puoi dormire sonni tranquilli se ne hai uno nel cortile proprio grazie anche alla sua diffidenza verso chi non conosce, tende a restare a debita distanza e a abbaiare e tu lo senti, poi se l’intruso avanza nel territorio difeso lo assale e a quel punto lui puo’ venir ucciso o addormentato, ma tu sei gia’ sveglia e puoi prendere le precauzioni del caso, se non viene ucciso o addormentato sara’ lui ad uccidere…..Io ho visto una sola volta la mia sheila andare all’attacco e se non c’ero io a interpormi non penso che si sarebbe fermata. Pero’ ripeto, poi con la ferrari non puoi andare a far fuoristrada e quindi se il carattere del caucaso che prenderai e’ giusto, non puoi poi pensare di portarlo a spasso come facevi col tuo precedente cane per tre fondamentali motivi: il primo che e’ diffidente e vive malissimo l’estraneo, il secondo che la fatica che tu devi fare e’ estrema e finisce per stressarti, il terzo e’ l’odio che puo’ provare verso altri cani o animali…….credimi, non e’ un cane per andare a spasso nel corso….e’ un cane da guardia solitario, affidabile, posato, aggressivo verso gli estranei e difficile da gestire al di fuori del proprio abitat. Poi ti dico anche che ci son caucasi che si fan accarezzare dagli estranei, come ci son segugi che non cacciano le lepri o terranova che aggrediscono la propria famiglia…. Se come me vivi in aperta campagna dove se ti entrano in casa a tua insaputa sei fritto e’ meglio che ci sia qualcuno interposto tra il cancello e la porta d’entrata, anche se poi non lo puoi portare con te a funghi.

  104. walter said

    Per Sandra e Giulio, peccato che io al momento ne ho gia’ due, se no lo prenderei veramente volentieri….comunque non preoccupatevi, mettete un annuncio e andate di persona a verificare le condizioni di chi e’ disposto a prenderlo, pero’, non regalatelo….chiedete una somma adeguata poiche’ chi lo compra e ci spende dei soldi lo fara’ solo se realmente e’ intenzionato ed informato……se lo regalate chiunque puo’ provarci….e l’esperimento puo’ finir male. Il valore del cucciolo chippato e sverminato non puo’ essere inferiore ai 400 euro se e’ privo di genealogia……

  105. sandra e giulio said

    gRAZIE PER LE INDICAZIONI. MI PUOI ANCHE INDICARE DOVE POSSO METTERE L’ANNUNCIO?

  106. Chiara Luzi said

    Grazie,
    se la cucciola è ancora disponibile, e lo saprò stasera, farò le ultime valutazioni del caso, più che altro con il mio pensiero di allesteri col tempo anche una fattoria didattica, mi dispiacerebbe doverlo chiudere per far entrar di giorno tranquillamente con me dei bambini e maestre o tenere cavalli a pensione e poi non facesse entare i rispettivi proprietari….
    Sarebbe un peccato. Insomma è un cane da “Villa”…..esattamente il carattere per cui ho sempre amato i dobermann, ma il problema di portarli con se per me è un po’ sofferto.
    Grazie ancora!

  107. Raffaele said

    Perdonate se mi intrometto ma ho letto con interesse e condivido pienamente in quanto ho la fortuna di avere il terzo Pastore del Caucaso della mia vita !!! Una cosa è importantissima con cani di questo magnifico carattere, la SOCIALIZZAZIONE e cioè fin da piccolo portatelo in giro fategli conoscere e vedere quanta più gente possibile e quanti suoi simili possibile. Vi assicuro che nella stragrande maggioranza dei casi otterrete un cane e un amico equilibratissimo pur mantenendo assolutamente le sue fantastiche caratteristiche di guardiano insuperabile !!

  108. sandra e giulio said

    Anche se in casa c’è un altro cane? Il mio lagotto ha già incassato un morso dal piccolo Caucaso appena arrivato (non ha neanche 3 mesi)! Non so come fare e siccome il mio lagotto è il cane della mia vita credo che sarò costretta a lasciare Zar. Aiuto!!!
    Sandra

  109. giorgio romano said

    buongiorno a tutti
    dopo aver letto con attenzione quanto è stato sino ad oggi scritto sul pastore del Caucaso ho maturato l’idea di abusare della vs pazienza per porvi il mio dilemma.
    A casa nostra abbiamo sempre avuto cani, ultimo uno splendido pastore tedesco,
    che ho sempre accudito io…pretendo rispetto e do rispetto…qualcuno dice che sono un po’ autoritario…penso che confondano la ferma autorevolezza necessaria per condurre ogni situazione (famiglia compresa) con l’autoritarismo stupido.
    Quanto detto è perchè , dopo un periodo di vuoto, si è deciso tutti assieme di portare un cane.
    Qui si è aperta la discussione: moglie ed un figlio vorrebbero un alaskan( già avuto ) od un pastore bernese, il figlio più giovane ed io partiti con il lupo cecoslovacco adesso saremmo affascinati da un caucasico.
    E’ evidente che i primi vorrebbero un “cagnolino” mentre i secondi un “cane” che sia amico fedele ma con un carattere orgoglioso e fiero.
    Purtroppo quanto ho letto io lo ha letto pure mia moglie…apriti cielo… non vuole una tigre per casa…abbiamo un figlio diversamente abile… e se poi non riesci a gestirlo…
    tutti argomenti contrari e cmq, devo ammetterlo, di una certa fondatezza.
    Arrivando al punto vorrei argomenti per confutare quanto sopra e confidando cmq in una vittoria indicazioni su dove rivolgermi per trovare un cucciolo. (possibilmente nelle vicinanze del Friuli )
    Aggiungo che spazio ne abbiamo a volontà, 800 mq di giardino ma soprattutto una azienda agricola ove mi accompagnerebbe quotidianamente.
    ringraziando per la attenzione saluto cordialmente
    giorgio

  110. sandra e giulio said

    Ciao Giorgio
    A noi è capitato per caso un cucciolo di caucasico, arrivato direttamente dall’Ucraina (Grazie alla ns badante!). Zar compie domani 3 mesi e mi auguro che la famiglia alla quale lo abbiamo affidato lo festeggi degnamente. Anche io, nello specifico, mi sono molto spaventata leggendo i vari commenti qui pubblicati, soprattutto per il rapporto che il cucciolone andrà instaurando nel tempo con gli altri cani. Noi abbiamo già un lagotto (che compirà due anni e perciò è un cucciolone ancora!), ma da subito il caucaso ha imposto la sua supremazia di cane padrone (dolcissimo, ma padrone!), rattristando ulteriormente il mio lagotto, destinato sicuramente ad una vita di sacrifici!
    Se il pastore fosse stato solo lo avremmo tenuto, non assolutamente spaventati da questo cane veramente cane; pensa che a neanche 3 mesi protestava contro i curiosi che sono venuti a casa ns a vederlo: di fianco al suo padrone abbaiava orgoglioso a difesa di ciò che era suo! E’ stata un’esperienza bellissima è un cane stupendo che ritengo, se allevato con amore, educazione e rispetto reciproco sia in grado di dare al suo padrone grande soddisfazione.
    Abbiamo promesso alla ns badante che non appena Giorgio (il ns lagotto!!!!!) sarà un po’ più vecchietto ci faremo mandare sicuramente un caucaso!, direttamente dall’Ucraina, dove sicuramente non hanno modificato le origini della razza (addirittura Zar è arrivato già con le orecchie tagliate, tradizione pare prevalentemente ucraina, per dare maggior enfasi all’aspetto del cagnone!). Abbiamo visto le foto dei genitori e dei fratellini di Zar (tutti bellissimi e venduti, la maggior parte in Europa). Se dovessi eventualmente essere interessato, possiamo chiedere alla ns badante come funziona l’acquisto (ho dimenticato di dire che Zar è arrivato con il chip leggibile e con il certificato di vaccinazione internazionale in regola!).
    Buona scelta!
    Sandra e Giulio

  111. Cristina Luca said

    Ciao a tutti siamo una famiglia di tre membri moglie marito e figlia, ci hanno regalato un pastore del caucaso di 2 mesi 1/2, nonostante abbiamo avuto esperienze di tre cani in una volta sola di razze miste e taglia gigante, leggendo l’articolo che hai scritto ora siamo più tranquilli per come possiamo crescerlo.
    Il cucciolo si chiama BUCK, cercheremo di fare tesoro dei consigli che hai segnalato, felici di averlo con noi dopo tre anni dalla morte dell’ultimo avuto.
    Grazie Cry & Luca

  112. Cristina Luca said

    Commento già segnalato Grazie Ancora

  113. Antonio said

    Faccio volontariato per cani e ho visto un giorno in un canile un pastore del caucaso di 7 anni, di nome Roby. Era molto aggressivo con tutti, una belva, tutti lo temevano. Venuto a mancare il propietario era solo da sopprimere. Sono a dir poco innamorato di questa razza, ma io non compro i cani come oggetti, li amo e sono tutti uguali. Solo la loro amicizia non ha prezzo. Così ogni giorno andavo a trovarlo per guardarlo. Era inavvicinabile, con catena al collo enorme e pesante, ma bello enorme, possente, per me quasi un dio, circa 70 kg di peso. Ma ad un certo punto ho visto il suo comportamento cambiare, no abbaiava più verso di me, ma verso i cani nei box ai due lati. Sembrava quasi volesse proteggermi.L’ho accarezzato ed era compiaciuto. Ok, ho deciso che doveva essere mio amico e venire via con me. Mi avevano definito un matto, visionario, suicida. Hanno provato in tutti i modi per dissuadermi. Ho portato via con me Roby. Sembrava mi conoscesse chissà da quando, è entrato in macchina senza che gli dicessi niente è bastato aprire lo sportello.” Eravamo amici per la pelle, un rispetto immenso “, poi ho dovuto, dopo circa 8 mesi, fargli asportare un tumore sottocutaneo della dimensione di una palla da golf, che aveva da tempo. Aveva in corpo l’ erlichiosi in equilibrio, che dopo l’intervento è esplosa e mi ha portato via Roby. Vivo ancora fra tanti cani e ne sono felice, ma sento ancora la sua mancanza. Amore e rispetto, questo e quello di cui hanno bisogno.

  114. dorel said

    Ciao! Anche io o un cane caucazo! A 3 ani e bello afetuozo ma quando viene un amico da me morsega ricinto molto cativo e pericolozo!
    e vero che e un amico no un cane impone rispeto cozi lo sento io. a un ricinto grande 12 metri per 5m con una buca in tera metro per metro che scava quando vole e sta al fresco di estate perche e sempre umido sul fondo dela buca.A la sera lo porto corere io con bicicleta.Lo potete vedere su youtube=caucazian motas obama. Lo chiama obama anche se viene da la rusia con nomi come Boris etc!
    sul filmato aveva 2 ani in Romania e adeso a 3 ani e siamo a Padova. Per la monta chi e interesato etc. Ciao!

  115. max said

    ciao a tutti

    anch’io ho un pastore del caucaso di 7 anni e mezzo che mi è stato regalato da quando aveva tre mesi, fatica immensa per crescerlo dal 6° al 16° mese con il carattere che si ritrova, ma con buoni consigli di professionisti e tanta ma tanta pazienza adesso è il nostro amore.
    sinceramente non lo cambierei con nessuna altra razza.
    per tutti quelli che si accingono a crescerlo vedrete di che fantastica creazione della natura siete in possesso anzi in amicizia.

    ha una spiccata intelligenza, secondo me è in grado di contare e ho diverse prove al riguardo, metodico, assolutamente non esuberante in età
    adulta di una tenerezza e affettuosità uniche verso il branco.

  116. max said

    per sandra e giulio come possiamo metterci in contatto ?

  117. sandra e giulio said

    Max sono sandra! Puoi contattarci in ufficio al 0532765428 o tramite mail all’indirizzo boari.giulio@libero.it.
    Il pastore lo abbiamo già “dato” ad una famiglia fidata che ha sempre avuto cani di grande mole e che, morto il loro maremmano, cercavano un altro cagnone grande. Ce li ha fatti conoscere l’allevatore che ci ha dato il ns lagotto.
    Per ogni cosa siamo qui.
    Sandra

  118. rebus59 said

    ciao a tutti
    io ho una bellissima femmina di caucaso.
    Non mi dà particolari problemi,anche se la sua grande affettuosità va limitata;saltella e si lancia su di noi(me e la mia compagna)come se fosse un cocker,purtroppo il peso è diverso.
    Sicuramente è un cane impegnativo,da non sottovalutare e non per tutti;tuttavia lo pensavo più riservato e non così affettuoso,speriamo non cambi troppo crescendo.
    Speriamo invece perda l’abitudine di azzannare,masticare e distruggere tutte le piantine,di qualsiasi colore,sapore o dimensione io pianti in giardino;in questa attività è assolutamente una fuoriclasse,nemmeno Attila raggiungerebbe i suoi livelli.
    Ma non mi arrendo….ogni fine settimana io ripianto qualcosa,che puntualmente non vedrà mai l’alba del lunedì.
    Ma il caucaso…o si ama o non lo si tiene.
    ciao a tutti

  119. Gianmaria said

    non capisco cosa intendete per impegnativo un caucaso,io ho una fantastica cagnolona “BEBA” un caucaso eccezzionale è con me in un appartamento e non sta soffrendo per niente forse è perche è con me sempre ( lavoro con il mio cane faccio la guardia cinofila) è trattata da regina e apprezzata da tutti o forse è perche è addestrata ma non capisco la parola “impegnativa”
    certo chi acquista un caucaso spero sappia gia che non sta prendendo un cagnolino,o uno status simbol da mostrare….ma spero che chi acquista un caucaso lo faccia con uno scopo ben preciso e un amore grandissimo da dividere con il propio animale.

  120. massimo said

    Ho un pastore del caucaso di circa 11 mesi “Tommy” e redo proprio che piu di un cane si possa definire un amico affettuoso ma con un carattere fermo e risoluto da non voler sotomettere cn la forza ma da capire per guadagnare la sua fiducia e la sua riconoscenza! Sicuramente un cane stupendo ma da gestire con particolare attenzione! Certamente diverso dal pastore belga che avevo prima!! Un grande guardiano che specialmente al calare della notte entra nel suo ruolo e vigila attentamente anche se, almeno il mio mio, non del tutto silenziosamente……anzi! Comunque un cane eccezionale a cui si inizia a voler bene come a una persona di casa da subito e che non ti tradirà mai!

  121. Maria Rosaria said

    Ciao
    Ho letto con attenzione le caratteristiche del pastore del Caucaso perché ho deciso di prendere una coppia! Ho un terreno di circa 2000 mq quindi non saranno sacrificati! Ma dalle descrizioni mi e’ sorto un dubio…. non e’ si consiglia una coppia visto che non sopportano i propri simili?

  122. walter said

    Ciao, io ne sto allevando una coppia…..tutto bene tranne quando debbono mangiare, ora han quasi un anno e per ora giocano molto e van molto in sintonia…..quando c’e’ la ciotola piena debbo legare la femmina, se no sbrana il maschio…..poi tornano a giocare. Tieni pero’ conto che se prendi due cuccioli che quindi giocheranno tutto il giorno assieme, il tuo giardino e’ praticamente finito, finite le piante, finiti i fiori, finiti i vasi, finite le pietre, finita la ghiaia. In piu’ ora, giocando corrono all’impazzata e travolgono cose, persone e tutto cio’ che si trova loro davanti. Valuta se sei in grado di sopportare Attila a cena!

  123. oliviero said

    il mio non si fa accaresare da nessuno solo se sono io presente, poi come ti giri ti attaca , fa gli occhi innocenti davanti come ti giri e un leone. e non e mai seso sulla strada visto che lo come confine anche essendo provocato .lunica cosa che non so e vorrei sapere e 1 settimana che gli fanno male le gambe posteriori non sara come il pastore tedesco

  124. mazzoni omar said

    ciao a tutti ho adottato una coppia di di questa razza , sono ormai vecchi e nessuno li avrebbe presi , hanno praticamente vissuto quasi tutta la loro vita tra una gabbia e l”altra fortunatamente con volontari che a quanto pare li hanno sempre amati .nn si poteva separarli e ora sono con me finalmente piu liberi , hanno molto spazio a disposizione .il loro carattere lo trovo splendido tosto ma meraviglioso , nonostante nn abbiano mai avuto un “padrone”nn amo questa parola …mi hanno accettato penso come capo branco e ci adoriamo e rispettiamo .. grazie un saluto a tutti , omar.

  125. rebus59 said

    buonasera
    vedo che qualcuno si scandalizza alla parola “cane impegnativo”
    secondo il mio modesto parere cane impegnativo significa che bisogna avere un attenzione particolare per una razza ancora un po’,(e speriamo non cambi)selvaggia.
    bisogna pensare che una nostra leggerezza potrebbe causare ad altri gravi conseguenze;bisogna pensare che ,se invitiamo amici in giardino,per chi,come me,non lega mai il proprio cane alla catena,deve avere sempre uno sguardo sul cane;infatti un movimento di un amico scomposto o scherzoso che il caucaso potesse ritenere pericoloso nei nostri confronti,diventerebbe un atto ostile da fermare e il caucaso non chiede permesso prima di attaccare.
    significa in sintesi avere una responsabilità diversa e significa diventare più tranquilli e riflessivi quando siamo in compagnia di terzi.
    Un caucaso si ama,e lui,o lei,fanno lo stesso…ma se ritengono qualcuno o qualcosa pericoloso nei confronti nostri,reagiscono subito.
    naturalmente,danno tantissimo in cambio.
    nel mio caso,pur lavorando tutto il giorno,io e la mia compagna ogni giorno dedichiamo un po di gioco e attenzione alla nostra femminuccia,e lei fa di tutto per ricordarci che,sotto quel pelo e quel carattere rude e scontroso,batte un cuore affettuoso e giocherellone.
    ciao a tutti

  126. matteo said

    salve a tutti sono Matteo e ho un pastore del caucaso da nove anni di nome athos.il mio cane e’ sempre stato molto mordace sopratutto dai 8 mesi in poi ,in quanto mordeva le persone anche se erano con me .ora con l’eta’ e’ un po’ piu’ tranquillo .pero’ e proprio vero che e’ un cane che obbedisce solo per convinzione e mai per costrinzione

  127. Tano said

    Vorrei sapere se in italia esiste un allevamento che garantisca soggetti di altissima purezza e genealogia garantita, mi affascina questa razza e vorrei acquistare un cucciolo. Oppure leggevo di una coppia che ha avuto in regalo un cucciolo dalla badante, arrivato direttamente dall’Ucraina, terra a dire loro, dove tale razza ha conservato tutte le caratteristiche originarie della razza. Per favore datemi info a riguardo….vorrei acquistare veramente da un allevamento top.

  128. Alberto said

    Tano, puoi rivolgerti all’associazione riconosciuta che tutela al razza, iscriviti al forum A.I.P.R. (è facile e veloce) e lì puoi chiedere tutte le informazioni del caso.

  129. Tano said

    grazie…anche se cercavo una soluzione più immediata :)

  130. nadia said

    ciao a tutti sn nadia e volevo kiedervi in k senso dite di nn sottomettersi.. grazie in anticipo

  131. Walter said

    Credo tutti quanti intendano che con questi cagnoloni (ma io penso valga per tutti i cani) e’ fondamentale non accettare loro prevaricazioni ne nei momenti seri, ne nei momenti di gioco, poiche’ per loro e’ naturale cercare di imporsi, ma per il padrone e’ importante che cio’ non accada ed il motivo e’ semplice: se si trattasse di un bassotto il tutto si risolverebbe con difficolta’ di gestione, trattandosi di un caucaso che da adulto superera’ agevolmente i 50-60 kg e con un temperamento “forte” la vita potrebbe diventare complicata e costringere il padrone a liberarsi del suo cane. Bisogna avere la fermezza e la costanza di imporsi sempre, ma con l’intelligenza di avere il piu’ assoluto rispetto…..per esperienza posso dire che se gli manchi di rispetto e li metti con le spalle al muro ti vai ad infognare in un pantano!

  132. nadia said

    grazie mille x la tua precisazione… cmq io più ke un cane cerco un amico e nn esist miglior amico di un cane… cn cui confidarsi e credo ke semmai avrò un pastore del caucaso andremo molto daccordo, ma mi sn fat un pò condizionare da tutti quei avvertimenti…. ma penso ke se mi faccio vedere indecisa sarà peggio… cmq ankora grazie.. e ciao!!!!!! :p

  133. daniela said

    Salve, da pochi giorni ho un cucciolo di PDC a casa, portato a mia insaputa da mio figlio; cercavamo un cane che facesse la guardia (3 visite dei ladri in 3 mesi) e facesse compagnia al nostro adorato meticcio (di 30 kg) di quasi un anno.
    La scelta x questo cane è stata sicuramente azzardata, sono preoccupatissima, non amo l’aggressività e non vorrei essere costretta tra qualche mese a relegare questo cane in un recinto; viviamo in campagna con un discreto spazio recintato intorno e un bosco vicinissimo
    Io vorrei trovare un altro padrone per il cucciolotto , ma mio figlio non ne vuol sapere.
    Una domanda…..se ad accudire un cucciolo si alternano due persone, il cane poi riconosce 2 capobranchi?
    grazie a tutti

  134. Daniela said

    scelta molto azzardata secondo me! prima di tutto un caucaso maschio con un altro maschio vuol dire guai e poi un cane va deciso da tutti i membri della famiglia, soprattutto un cane con un carattere e una possenza come il caucaso! avrai sicuramente letto il possibile su questa razza… auguri!

  135. walter said

    Spero ti risponda un “esperto”…..da parte mia posso dirti che noi accudiamo in quattro i nostri cani, loro rispettano tutti e quattro, io per carattere mi sono imposto piu’ energicamente e mi da l’idea che identifichino me come capobranco, anche mia moglie li sgrida e cerca di farsi ubbidire e a volte ce la fa, per le bimbe invece e’ piu’ dura, i cani tendono a giocarci assieme e a non stare ai loro comandi. Se parlo io si mettono in riga……Per conto mio che vengano accuditi da tutti i componenti della famiglia e’ un bene, poi pero’ non so dire se riuscirai a far ubbidire il cane a tutti nello stesso modo. Tieni conto che i comandi normali i miei li accettano da tutti e quattro…..tipo “a cuccia”, “vieni”, “fatti legare”….mentre se si eccitano ignorano il “ferma”, “smettila”, “torna” specie se a parlare sono le bambine, ma bisogna considerare che con loro ci giocano. Il problema piu’ grande ce l’avra’ il tuo cane meticcio……o perlomeno sara’ un impresa educare il nuovo arrivato (passati i primi mesi) a conviverci, ma non e’ impossibile! auguri!!

  136. daniela said

    Dopo aver riflettuto molto, con nostro grande dispiacere, abbiamo deciso di vendere il cucciolo maschio di 2 mesi di PDC
    Proviene dalla romania , è fornito di documenti per il passaggio di proprietà, di regolare passaporto e della sua genealogia
    Gode di ottima salute!
    Se qualcuno è interessato, mi scriva (siamo nella zona di la spezia)
    grazie

  137. paola said

    ciao ragazzi, sono una volontaria della liguria e una ragazza mi ha contattato perchè ha da dare via un pastore del caucaso acquistato da suo figlio che però la madre nn vuole tenere. E’ bellissimo, è un maschio e ha circa 3 mesi.Se qualcuno fosse interessato, vi pregherei di contattarmi e vi darò il numero diretto della padrona. Grazie a tutti.

  138. giorgio romano said

    salve
    potrei essere interessato al cucciolo di PdC se mi fate avere le coordinate o passate la mia mail vi sarei grato
    giorgio

  139. francesca said

    c’è qualcuno che ha un caucaso (preferibilmente femmina) in zona treviso e provincia? siccome vorrei prendere una cuccioletta, vorrei scambiare qualche chiacchiera e magari vedere il cane. Ovviamente solo se è stato preso in un buon allevamento, non mi interessa vedere cani presi in cucciolifici dell’est. grazie, francesca

  140. scusate se posto questo appello ma visto che siete tutti amanti della razza e che questa piccola rischia di marcire in un canile o forse anche di essere soppressa… la porto alla vostra attenzione:
    per chi è su Facebook ci dia un occhio. Noi non ci occupiamo di cani di razza prevalentemente ma di meticci, questa cucciola è un incrocio con un caucaso ed è seguita dai nostri colleghi di LIDA Palermo, è sorda e cieca…
    mi si spezza il cuore, se qualcuno di voi potesse aiutarla…. sarebbe meraviglioso… aiutateci a diffondere il suo appello per favore… GRAZIE : https://www.facebook.com/photo.php?fbid=377611502300190&set=a.225516277509714.56577.164665843594758&type=1&theater

  141. Alberto said

    Ciao Francesca, ho una femmina e risiedo in provincia di Treviso, se vuoi venire a trovarmi sarò ben lieto di farti conoscere la mia “cucciolona”.

  142. francesca said

    ciao Alberto scusa se ti rispondo solo ora. io abito vicino a castelfranco, tu? ti lascio la mia mail dobermania1980@yahoo.it. ciao e grazie 1000!

  143. leyla said

    Buon ggiorno a tutti me presento mi chiamo leyla..
    sonno aribatto a queste sitio per casualitta e le trovo molto interesantti e constructivo complementi a tutti
    voglio permeterme di chiedere aiuto un apello urgente a vostre solidarite e amore per questa raza.
    io ho adotatto un messi fa a napoli una chow chow in canile sonno andatta da la svissera per lui perche sera en terrible condicioni adesso lui e conme e va benisimo ma in il fratempo ho conocido la historia di una grande cani che sera in canile, credo resembla a un pastore caucasico e bellisimo, ma adesso dopo de un anno di canile lui e anche in terrible condizione, pertropo io parteba e non ho mi sonno aribatta a fare niente per lui. adesso trovo la sua historia per facebook e quello mi espaca il cuore. lui si vedi malisimo e a una terrible infezione ottiti grave a demagritto tanto. e io cerco tramite interned una fundacion , stallo o pensione , o megio ancora una persona di gran cuore che lo adotte prima dil hiverno , poi credo serebe tardi per lui, perche non sonno in italia
    lui si chiama Bud e cosi che lo hanno chiamatto le voluntarie di napoli che visitano il canile a bisgno di cura per le otitti ma in canile non va a guarire mai.
    vi lascio el link con tutte le informazione e fotografie sur lui sur il suo deterioro fisico dopo di un anno in canile consttabili in le varie fotografie , e le contatti. reengrazio votre atenzione a queste apello per la vitta di Bud atte leyla.

    . http://www.facebook.com/media/set/?set=a.363888827023989.87490.100002086251974&type=3

    http://www.facebook.com/media/set/?set=a.363888827023989.87490.100002086251974&type=3&l=a9f346412d

  144. roby said

    Ciao a tutti!Ho appena perso il mio pastore del caucaso ,Lucky.Solo chi lo possiede può comprendere cosa si possa provare.Aveva 6 anni bellissimo,forte, tenero coraggioso,un guardiano infallibile.Adesso quando guardo fuori e vedo la sua cuccia le sue cose mi prende una tristezza assoluta.Vivo in una grande villa e non mi ero mai sentita sola con lui,ma adesso mi ci sento ed è una sensazione bruttissima.Mi mancherà tantissimo.

  145. ALLEVAMENTO MODIGLIANA (FORLI-CESENA).
    Stanno smantellando l’allevamento (dal sopralluogo è più un lager…), e se a breve, BREVISSIMO, gli animali non trovano adozioni/stallo, verranno soppressi. Lista animali:

    3 pastori del caucaso (15 anni maschio, 5 anni maschio, 7 mesi)

    2 rottweiler maschi di 6 e 5 anni

    12 maremmani cuccioli e 5 dai 3 ai 5 anni

    30 pintscher dai 2 ai 6 anni

    2 bull terrier (1 maschio 2 anni, 1 cucciolo di 4 mesi)

    1 carlino femmina di 2 anni

    8 jack russel ( 6 femmine, di cui 3 gravide, 2 maschi di 2 anni))

    2 buldog francesi di 3 anni (maschio e femmina)

    2 chiwawa a pelo lungo femmine

    12 caprette nane

    4 asini (2 maschi sardi e una femmina con cucciolo)

    3 pavoni (2 femmine e 1 maschio)

    40 galline di vare razze

    1 oca

    1 coppia di colombi

    20 tortore giapponesi

    riferimento telefonico: Paolo 335 6582629

    Qualcuno può fare qualcosa? Anche stalli, se non li tiriamo fuori rapidamente verranno soppressi o peggio ancora lasciati morire. Sarebbe buono trovare associazioni che intanto prendano un po di animali “in blocco” per poi smistarli, sentite tutti quelli che volete, ogni aiuto è ben accetto.

  146. Rorò said

    Ciao a tutti, letto l’articolo ed i commenti ritrovo tutte le sfumature che descrrivono i miei fantastici pastori del caucaso o forse sarebbe meglio dire la mia fantastica cagnolona, si perche da pochi giorni il maschio ci ha lasciato creando un vuoto immenso, Roby non sai come ti capisco, 12 anni di vita passati a stretto contatto e quello che perdi è un amico, un cane che si ti tiene testa ma che ti ama incondizionatamente, che ride e piange con te, che ti permette di dormire sereno con i balconi aperti ma che vuole anche decidere l’itinerario delle sue passeggiate, un cane che non accetta la sottommissione a tutti i costi ma che ti sa rispettare, un cane che guarda gli estranei con attenzione ma tiene d’occhio anche a te per sapere se e quando muoversi nei loro confronti, ecc… ecc… Sicuramente l’affetto reciproco di questi dodici anni influirà sul mio modo di vedere ma non posso che fare i complimenti i complimenti ad una razza cosi fiera ed orgogliosa, assolutamente non per tutti ma per molti di coloro che hanno cognizione del fatto che un cane , soprattutto un caucaso, ha un carattere, una personalità, un anima che vanno gestiti con polso, tatto, rispetto, disciplina e tanto tanto affetto.

  147. Mario Walter said

    Sono d’accordo con l’articolista, sono proprietario di un pastore del caucaso “Ural” dopo averne avuti due “polly e napoleone ” purtoppo morti per vecchiaia (12 e 13 anni ) ed immediatamente ho comprato Ural (cucciolo di tre mesi ) magnifico esemplare! Cani eccezzionali, bisogna però saperli gestire,sono consapevoli della loro forza e al memento opportuno “ferocia”, difficile fermarli quando attaccano ! In famiglia sono docili e giocherelloni come terranova, amano i bambini, (ho tre nipotini ) e Ural è la loro vittima giornaliera, cani sani ,robusti
    e diciamolo da non fidarsi però ,perche stanno con un occhio guardillo e l’altro dormillo.Hanno necessità assoluta di un giardino che delimitano come proprietà esclusiva e dove amano sonnecchiare , guai agli intrusi ! Hanno una prontissima risposta all’attacco e allora sono guai per chiunque: Consiglio abituarli a dormire dentro casa ,non in giardino, avrete cosi il miglior antifurto che possiate immaginare.

  148. giulia said

    ciao a tutti sto per prendermi un pastore e volevo sapere una cosetta molto importante … ho già un meticcio tg piccola , secondo voi se si crescono insieme andranno d accordo oppure lascio il meticcio in pericolo?

  149. walter said

    mi spiace dirtelo, ma per la mia esperienza la vedo dura, come gia’ detto altre volte la convivenza sara’ difficile. Se il meticcio si sottomettera’ completamente forse ne uscira’ indenne. Il problema ce l’avrai quando il caucaso prendera’ consapevolezza di chi e’, sino a li giocheranno, magari un po’ pesantemente, ma poi per mangiare sara’ un problema (risolvibile distanziandoli e separandoli al momento della pappa, ricordandosi poi di togliere le ciotole prima di riunirli), per abbaiare sara’ un altro problema (decisamente meno risolvibile). Per come e’ andata a me posso dirti che apparentemente sembreranno andare d’accordo, poi sempre apparentemente senza motivo il caucaso aggredira’ il piu’ debole. Io ho allevato ora due caucaso, maschio e femmina, ssempre assieme……bene all’eta’ di un anno e mezzo se non sto attento la femmina quando pensa che puo’ essere ora di mangiare si sbrana il maschio….mentre sto invece notando che quando corrono al cancello ad abbaiare e’ il maschio che prevarica e cerca di mordere la femmina. Per il resto della giornata giocano assieme come due fratellini di latte!…valli a capire!

  150. Alberto said

    Confermo quanto detto da Walter, ho una femmina di caucaso ed anche lei a circa un anno e mezzo al momento della pappa aggrediva senza motivo il maschio, ho dovuto impormi per ristabilire l’equilibrio (fortunatamente è bastata una manata sul muso) ed il distacco delle ciotole; al cancello quando arriva qualcuno è sempre lei che si scatena, e gli altri (ora ho un cucciolotto di caucaso) devono stare alla larga per evitare il morso. Vedremo il “piccolo” come si comporterà con il bovaro quando comincerà a fare il carattere.

  151. salvatore said

    Ciao a tutti sono Salvatore ho un caucaso di 20 mesi maschio e un pastore dell’asia centrale di 4 anni maschio. Sono d’accordo con Walter, e dura la convivenza del caucaso con un altro cane, lo dico per esperienza , come ho riportato all’inizio ho due cani molto impegnativi. Quando ho adotto il caucaso aveva 3 mesi e giocava con l’asia centrale , nel giocare ogni tanto l’asia centrale faceva vedere chi comandava e finiv a tutto li , questo e successo fino a 4 o 5 mesi fa. Il caucaso ha tirato fuori il suo carattere e se si scontrano e un casino dividerli. Con la famiglia e un cane adorabile, giocarellone, affettuoso e buono.con gli estranei se nn ci siamo noi lui puo diventare molto aggressivo.ciao a tutti

  152. salvatore said

    ps. il mio caucaso si chiama Charlie. Pino il mio cane ha lo stesso comportamento del tuo

  153. Ciano said

    ciao a tutti sono Ciano. ho 2 cagnoline di Pastore del Caucaso, 10 mesi che vivono ogni tanto col maschio di un Leonberger di 6 anni.Ebbene sono bravissime, molto gelose ma non aggressive. Sono però molto vivaci con tutto quel che trovano in giardino, distruggendo tutto quello che trovano, piante da frutto, tubi da irrigazione e del funzionamento automatico dei cancelli, niente resiste ai loro denti e alla loro voglia di mordere. Quanto a carattere forse non si sono ancora espresse quanto a saper far da guardia e chiedo a voi se ogni cane ha un’età media di trasformazione, perchè mle 2 non dànno segno di cambiare la loro voglia di giocare e nient’altro.. ciao

  154. walter said

    Ciao, mi sa che devi ancora aspettare per vederle far la guardia e per quanto riguarda la distruzione….mettiti il cuore in pace io sono a 18 mesi abbondanti e se dimentico un qualsiasi oggetto alla portata dei miei in 10 secondi lo polverizzano!!!!! poi ogni cane e’ fatto a modo suo, pero’ deve comunque capire chi e’ e perche’ esiste prima di difendere cio’ che reputa suo!

  155. Ciano said

    Ciao, aspetterò che siano cresciute, ma tanto per me sono talmente care che non me la son presa nemmeno quando , a 5 mesi, mi han morsicato rovinandolo completamente il paraurti della macchina – 350 euro – in una sola notte ! Cresceranno e saranno comunque le mie …”bimbe biricchine” !

  156. Rorò said

    Ciao, io ho avuto per ben 10 anni e mezzo una coppia di caucaso e come voi ho vissuto l’eterna diatriba tra il maschio e la femmina sulle zone di comando, completo predominio delle ciotole e del balcone da parte di lei ed assoluto predominio del cancello, del tappeto e del miglior posto in macchina per lui ma nel complesso una coppia affiatatissima, ed oggi che Taras non c’è più Linda è una delle più dolci e tristi cagnolone che ci siano, si è decuplicata la sua capicità di dimostrare l’affetto che nutre per tutta la famiglia ma si nota ancora tanto la sua confusione e l’apatia per l’assenza del compagno di sempre; mi sento per questo di dire abbiate pazienza, soprattutto per i mesi della loro adolescenza, e ne avrete in cambio tanto di quell’affetto e di quella compagnia da essere più che paghi e felici di averli fatti entrare nella vostra vita

  157. Antonio said

    Ho un maschio di circa tre mesi, splendido ed intelligente, ma molto molto autonomo. Da qualche giorno sono però preoccupato perchè di andare al guinzaglio non ne vuol sentir nulla anzi si ferma e si rifiuta di camminare. Ho insistito in tutti i modi ma non riesco a convincerlo. Sono preoccupato perchè il veterinario mi ha detto che si tratta di un disturbo comportamentale in quanto non è normale che un cucciolo si rifiuti di andare a guinzaglio. E’ il mio primo pastore del caucaso, qualcuno per favore mi aiuti perchè sonop preoccupato.

  158. walter said

    Ciao Antonio, anche il mio ultimo ha avuto problemi ad andare al guinzaglio, lui non solo si rifiutava di camminare, ma se lo insistevo urlava e guaiva come se lo stessi pelando vivo……non ho avuto pieta’, l’ho tirato, l’ho strattonato, l’ho accarezzato….gli ho parlato per delle mezz’ore e si e’ abituato. Per me, deve capire chi comanda…anche sul guinzaglio.

  159. Andrea (Aron) said

    Ciao Antonio, il mio cucciolone a otto mesi, quando lo portavo a passeggio si accucciava e quando tentavo di farlo camminare si alzava ma, dopo pochi metri si riaccucciava. Una visita specialistica ha sanzionato un problema alle anche!

  160. dominich said

    Ciao a tutti….ho da qualche mese un cucciolo di caucaso di 5 mesi ed ho un piccolo problemino che mi sorge solo con questo cucciolo. Il problema è che non si fida di nessuno neanche di noi, quando lo chiamo in giardino non si avvicina nonostante gli altri 4 cani che ho di taglia piccola vengono a farsi accarezzare.Lui piuttosto si allontana e molte volte mi abbaia in continuazione. Non capisco…. perche avendo avuto pastori tedeschi, dobermann, e anche maremmani a casa…..non mi era mai capitata una cosa del genere. Sono un pò preoccupata perchè se fa questo ancora che è piccolo quando diventerà più grande cosa succederà??? E’ normale? Mi hanno detto di avere pazienza, ma dal suo arrivo a casa l’unica cosa che è cambiata è la sua altezza. Vorrei dei consigli, grazie anticipatamente

  161. Alberto said

    Dominich, il Caucaso è un cane molto diffidente di suo, probabilmente ti è capitato un cucciolo estremamente restio alla socializzazione, io ti consiglierei di individuare il suo lato più vulnerabile (cibo, gioco ecc.) da cui fare forza ed attrarlo naturalmente; il mio cucciolone, ad esempio, è molto sensibile al cibo (sempre morto di fame) e per me è facile fargli fare qualsiasi cosa con una piccola ricompensa commestibile.

  162. Raffaele said

    Scusate se mi permetto di intervenire ma credo di aver un pò di esperienza coi Caucaso, ne ho già avuti tre, l’ultimo ha solo tre anni ed ha un carattere difficilissimo. Ho avuto anche una femmina per diversi mesi ma ho dovuto trovargli una sistemazione (con molto dispiacere anche perchè era dolcissima) perchè purtroppo il maschio è proprio uno stronzo unico, geloso e territoriale come non ne ho mai visti. Per quanto è dolce con noi e per quanto è cattivo con chiunque non faccia parte della famiglia mia moglie lo chiama il chihuahua travestito da leone. Mi sento di dare un consiglio basilare, SOCIALIZZAZIONE, SOCIALIZZAZIONE E ANCORA SOCIALIZZAZIONE, FINO ALMENO ALL’ETà DI TRE ANNI, è importantissimo e basilare, portatelo con voi, fategli conoscere gli altri cani, andate in mezzo alla gente, sempre e con continuità, soprattutto se si tratta di soggetto proveniente direttamente da Russia, Moldavia, Ucraina ecc… anche se lo sconsiglio, è preferibile rivolgersi ad un allevamento SERIO !!!

  163. walter said

    Ne convengo, se vuoi un cane piu’ sociale deve iniziare a frequentare la “societa’ ” da piccolo! Pero’…..nel mio caso (siccome vivo isolato a me serve un cane che protegga mia moglie e le mie figlie quando io sono al turno notturno) i miei cani li ho sempre cresciuti (pastori tedeschi, maremmani, caucasi) tenendoli distaccati dalla societa’, dagli altri animali e sopratutto da tutte le persone che non fossero della famiglia. Ho cercato di dare loro tutto il rispetto e la dignita’ di cui han diritto ed il risultato e’ sempre stato quello voluto! Con le persone con le quali sono stati abituati ad interagire nessun problema, anche se io non sono in casa e si presenta mia suocera o una coppia di zii che saltuariamente sta vicino a noi i cani sono affidabili….dei cuccioloni….al di fuori di questa cerchia di persone tutto cio’ che si muove (animali, persone o anche cose) una volta entrato nella loro proprieta’ deve cessare di vivere! Al momento la coppia ha soltanto 1 anno e mezzo, ma vi assicuro che quando partono non c’e pieta’, o gli spari o non c’e’ salvezza. Mia figlia di 13 anni va a correre nei boschi con Rambo (il maschio che e’ piu’ sociale), io sono tranquillo che nessuno potra’ mai avvicinarla, purtroppo non lo puo’ lasciare staccato onde evitare che sia lui ad aggredire ….ci son vantaggi e svantaggi, fosse stato abituato agli altri esseri sarebbe piu’ godibile in tante situazioni, pero’ per cio’ che deve fare deve essere un vero “caucaso” diffidente, aggressivo, protettivo, territoriale e affidabile.
    Ognuno deve allevare il cane in base alle proprie necessita’, ma prima ancora sceglierlo tenendo pero’ conto che se ci si orienta su una razza si deve considerare sempre che al 90% le caratteristiche della razza stessa saranno rispecchiate nel proprio cane, poi si potra’ limare il carattere, ma un labrador non potra’ essere un difensore implacabile, un caucaso non potra’ sentirsi a suo agio a passeggiare nel corso il sabato pomeriggio con tutti che vogliono accarezzarlo e cio’ a prescindere da quanto il padrone lo ami, lo rispetti e lo abbia educato a quel tipo di vita.
    Per quanto riguarda l’allevamento sconsiglio anche io di prendere cani da allevatori “sconosciuti” avendo visto direttamente un terranova arrivato cucciolo dalla bulgaria che messo a confronto dei mei caucaso li avrebbe fatti apparire come due agnellini….il padrone doveva alimentarlo calandogli la ciotola con una corda dal di fuori del recinto per non essere sbranato! E vi assicuro che era stato allevato nel migliore dei modi…solo era un lenone travestito da terranova! Era il 10% dei casi in cui l’individuo non rispecchia le caratteristiche della razza!!!!!
    Al consiglio di Raffaele che condivido se si ha intenzione di avere un cane piu’ “gestibile” voglio aggiungere il mio : rispetto e severita’, va allevato con tutto il rispetto dovuto consapevoli che un giorno fisicamente sara’ lui il piu’ forte e non dovra’ avere dei rancori nei nostri confronti, ma allo stesso tempo deve sapere sin da cucciolo che chi comanda non e’ lui…..ma il padrone. Facile a dirsi difficile a farsi!

  164. dominich said

    Oooo Bella Madre!!!! ( tipica esclamazione siciliana ) quasi quasi sto cominciando ad avere paura dopo aver letto tutti questi commenti sul caucaso. Premetto che il cucciolo non l’ho scelto io ma mi è stato regalato e veramente mi state facendo preoccupare. Mica sbranerà mia madre quando io non sarò a casa???
    Il cucciolo, piccolo solo per quel che riguarda l’età, è molto tenero e docile. La cosa che mi lascia perplessa è, però, questo spaventarsi ad ogni minimo rumore e la sua forte diffidenza anche nei nostri confronti, nonostante il fatto che è da noi già da novembre. Magari sarà solo questione di tempo!!!! speriamo…..

  165. walter said

    Scusami, non volevo spaventarti, ma credimi, se vuoi che tua madre possa accedere a casa tua quando non ci sei devi abituare il cane a vederla li. Lui (se segue quelle che son le caratteristiche della razza) si compilera’ una scheda di “autorizzati” a trovarsi nel suo territorio e permettera’ a quelle persone di accedervi, trattenersi e svolgere tutte le attivita’ che loro crederanno opportune. cio’ pero’ non significa che tutti potranno rompergli le p…e! Da cane a cane possono esserci molte differenze dovrai verificare che tipo e’ il tuo. La femmina che ho adesso si e’ abituata a me solo dopo alcuni mesi, nei primi tempi non solo era diffidente, ma mi ringhiava quando arrivavo all’improvviso (aveva due mesi). Ora si fida di me e mi ascolta, ma ad esempio con lei non posso comportarmi come con il maschio o come mi conportavo con la femmina che avevo in precedenza. Questa e’ piu’ autonoma e indomita…….
    Se tua madre vive con te ti suggerisco di far dare da mangiare al cucciolo anche da tua madre, alternandovi. Cosi’ facendo dovrebbe inserirla nelle persone di stretta fiducia. Pero’ se lui ha un carattere difficile o meglio molto schivo non sara’ comunque disposto ad accettare ordini se non da chi reputa il capo. Una buona regola per me e’ che tu verifichi se accetta di essere toccato da tua madre, se accetta di essere sgridato e eventualmente di abituarlo senza pero’ obbligarlo (es secondo me non lo devi tenere fermo per farlo toccare, ma deve essere lui piano piano ad accettarlo).
    Per cio’ che ho potuto vedere io e’ una razza molto affidabile, nel senso che il comportamento e’ lineare, senza sorprese……in pratica se il tuo cane accetta tua madre la accettera’ sempre sia che tu sia presente oppure no, se invece non la accetta non la accettera’ mai e non si fara’ toccare da lei anche se tu sarai presente.
    Per ultimo : se il cucciolo crescendo non sara’ amichevole con gli estranei (che e’ una caratteristica della razza) da grande dovrai evitare di far entrare in suo contatto estranei poiche’ se lui teme per la sua incolumita’, per la tua sicurezza oppure per il suo territorio sara’ difficilmente controllabile nella reazione. La mia prima femmina riuscivo a fermarla quando partiva all’attacco e riuscivo anche a trattenerla quando aggrediva altri cani…..il maschio che ho ora, anche se deve ancora crescere, mi pare che sia molto controllabile (e’ figlio della mia prima femmina)….la femmina che ho ora pare essere meno controllabile: a vederla sembra piu’ distaccata da cio’ che succede e meno pronta ad arrabbiarsi, ma nello stesso tempo pare non essere disposta a cedere quando perde le staffe.
    Io comunque ho sempre adottato lo stesso comportamento con tutti i cani che ho avuto (pastori tedeschi, maremmani, caucasi) quando in cortile deve entrare un estraneo il cane va tassativamente legato alla catena o chiuso nel recinto (anche perche’ non sempre chi entra e’ rilassato nel vedere un cane di grossa taglia che lo annusa anche se il padrone sostiene che e’ un agnellino) e questa operazione la puo’ fare mia figlia di 9 anni che la faceva gia’ quando ne aveva 4 (ripeto: per cio’ che ho verificato io sono affidabili), quando siamo a spasso nei boschi e loro sono al guinzaglio non faccio avvicinare nessuna persona ne nessun animale (anche coi soggetti piu’ rilassati non mi son mai fidato di rischiare una brutta reazione), al guinzaglio sta sia con me, con mia moglie che con le mie figlie.
    Magari altri potranno dirti di piu’, io posso solo dirti che questa razza non e’ portata ad essere tenuta in casa come cane di compagnia, e’ una razza da guardia nel vero senso della parola, non ha paura di nulla e di nessuno, specialmente se questo nessuno diventa una minaccia. Ricordati che il tuo cucciolo crescendo (se tu sarai in grado di educarlo) sara’ un grandissimo peluche nei tuoi confronti, potrai tiragli la coda strofinargli le orecchie, si mettera’ a pancia in su per farsela grattare e in alcuni momenti sembrera’ addirittura che cerchi di parlarti (mia figlia ci va a cavallo), ma questo non ti deve trarre in inganno lui e’ un guerriero e se da cucciolo non lo sa crescendo ne diventera’ consapevole e saranno 70 kg di cane. Quindi ripeto devi essere consapevole di chi hai al tuo fianco e comportarti di conseguenza senza paure, senza preconcetti e senza false speranze.
    SE invece il cucciolo fosse gia’ portato a fidarsi degli altri, fosse gia’ piu’ socevole (e non mi pare il tuo caso) comportandoti come suggeriva l’amico piu’ su, dovresti riuscire a abituarlo a tutt’altra vita!

    E’ una gran razza e ti dara’ tante soddisfazioni, tutto dipende da noi non dai nostri cani!

    Ps: scusa per la lungaggine, spero di essere stato chiaro

  166. vlada said

    ciao anatolio anke io avevo stessi problemi come te cio mio lev non voleva anda re a fare igiro fori di giardino per nessun raggioni ne per cibo ne per niente mi salvata cania di mia amica che piu adulta di lui e abbastanza edukata prima noi lashati giokare unpo poi andati ingiro asieme ogni cuciolo come un papagallo fa rippetere tutto da cani piu addulti importante che queli cani educati bene ma mio consilio vai educarsi tuo amico da specialisti a un club cinofilo dove fano corsi di educazione come facio io cosi fa anke socialisarsi a modo giusto sensa far paura a tuoi vicini …io celo un bellissimo pastore del caucaso di 8mesi non mio primo cane grandi ma io capito subito che non adato per addesstramente fai da te con gratulazioni.vlada

  167. vlada said

    p.s scusate io fata scrivere per antonio

  168. graziano ferrini said

    salve! io ho 2 pastori del caucaso puri. un maschio di 7 anni di quasi 80 kg. bellissimo e bravissimo.il mio compagno di giochi e lavoro e vita.e una cucciolina di 7 mesi sempre pura ma non sua figlia. io ho sempre avuto cano di grossa taglia ma questi sono i migliori. un ciao da graziano

  169. Antonio said

    Sono Antonio, ed avevo in precedenza scritto circa le difficoltà caratteriali del mio cucciolo di qualche mese in specie al guinzaglio. Tutto superato con la pazienza e con la determinazione (da parte mia). Sono dei cani stupendi. Grazie a tutti dei consigli.

  170. salvatore said

    ciao sono salvatore,mi piacerebbe adottare un caucaso,ma ho tre figli piccoli molto vivaci.secondo voi come sara la convivenza

  171. walter said

    Per le esperienze che ho avuto io posso solo dire che non avrai problemi se prendi un cucciolo e lo allevi coi tuoi figli, anzi sara’ un vantaggio per tutti. Se invece adotti un caucaso adulto gia’ formato caratterialmente il tutto dipende dal padrone che l’ha allevato e dal carattere che il cane ha sviluppato. A me era andata bene con una femmina di 2 anni….pero’ lei era veramente speciale!

  172. Raffaele said

    Tre Caucaso in successione, due figli cresciuti con i primi due sempre in successione, mai avuti problemi, anzi !!! il primo addirittura aveva preso il vizio di dormire con lui nella cuccia e ho faticato a togliergli il vizio. Il caucaso non è un cane … è di più !!! molto di più !!!

  173. Marco said

    ciao a tutti io ho una cucciolotta di quasi 4 anni e di quasi 70 kg :) di nome Maggie(pastore del caucaso),con me e il resto della mia famiglia è una tenerona(anche se un pò testarda)ma con chi non conosce guai avvicinarsi.. è molto territoriale e gelosa del padrone.. in seguito ad un inconveniente sto cercando un educatore per Rieducarla ( non che non lo è stato fatto,ma vorrei che fosse meno aggressiva con gli sconosciuti) se qualcuno può aiutarmi gli ne sarei grato.. saluti Marco & Maggie

  174. Raffaele said

    Per le esperienze che ho io a 4 anni un caucaso non lo cambi, io ne ho già avuti tre, l’ultimo lo vedo molto nella tua descrizione e onestamente ho perso le speranze, questione di carattere, non tollera nessuno fuori dalla famiglia nel suo territorio !!!

  175. Gianluca said

    Ciao a tutti. Da 5 mesi ho una cucciolona di PdC che oggi ha 8 mesi. Ho letto con interesse l’articolo ed i commenti, come del resto ho fatto con altre fonti via etere. Non posso sapere come sarà la mia cucciola a 1 anno e mezzo o a 2 anni perciò non posso contraddire sul mutamento di carattere e sull’aggressività. Mi sento però di dissentire riguardo al concetto di “cane feroce” e rispetto a frasi tipo “i PdC che sono in giro sono surrogati del vero standart”. A mio avviso è come se si volessero enfatizzare le caratteristiche base del cane mentre forse sarebbe stato utile scrivere “sin da cucciolo trattatelo con amore, mettetelo a contatto con altri cani, portatelo in giro, etc” Ovvio che lo standart di un cane pastore, specie alcune razze quali il Caucaso, il Maremmano, il Tedesco, etc sia orientato alla guardia, ad una certa mordacità (se provocato o meno a seconda dell’educazione del cane) e via discorrendo ma ritengo che molto dipenda dalla vita che conduce.

    Ho conosciuto possessori di PdC che non avevano mai fatto uscire dalla proprietà il cane, non lo avevano mai messo a contatto (in gioco) con altri cani sin da cucciolo, non lo avevano mai portato quindi al lago, in montagna etc…Come dovrebbe diventare un cane educato così?? Naturalmente diffidente, tendenzialmente aggressivo e mordace. Con la natura genetica che aiuta.

    Il mio PdC spesso gioca con altri 3 labrador di un mio amico, la porto in giro con me, l’ho portata al mare e sulla neve. Si diverte un mondo.
    In questo articolo invece sembra che un possessore di PdC debba essere un “bruto” che impartisce ordini, che si guadagna il rispetto, etc etc …ma dove è evidenziata la parte ludica e di socializzazione?

    Logicamente ho ben inteso di non possedere un border collie,un labrador o un criceto, e so che il suo carattere diventerà più
    fiero, ma non sta scritto da nessuna parte che debba lasciarlo vita natural durante dentro la proprietà a ringhiare.
    Molto meglio portarlo con me in montagna e fargli capire sin da piccola che sono il suo padrone ma anche il suo compagno di avventure.

    Forse quando avrà 18 mesi sarà diffidente e fiera ma l’importante, credo, è che ogni cane, di qualsiasi razza, riceva amore, esperienze giocose e tempo libero passato assieme.
    :)

  176. walter said

    Ti auguro di riuscire nel tuo intento, e’ vero a seconda di come lo alleverai avrai piu’ o meno risultati diversi, pero’ si parte da una base che e’ il carattere ed ogni cane ha il suo a prescindere dalla razza. Magari il tuo (per tua fortuna) e’ di indole piu’ mansueta ed otterrai un cane piu’ da compagnia che da guardia e se e’ cio’ che tu vuoi, ben venga! Normalmente chi sceglie un caucaso non lo fa per ottenere un compagno di giochi ecco spiegato perche’ qui leggi molti commenti che enfatizzano le caratteristiche della razza, poi ripeto ognuno sceglie ed agisce in base alle sue necessita’/convinzioni.
    Io, ripeto, avevo ed ho necessita’ di una seria vigilanza ed eventualmente difesa e sono arrivato a questa razza per soddisfare le mie necessita’….ovviamente non li allevo abituandoli ad essere amici di tutti; beninteso non e’ che li tengo legati al buio e li bastono ogni due ore!
    Con la famiglia sono dei cuccioloni con il resto del mondo no!
    Se ti serve un operaio per costruire un muro, normalmente, scegli un muratore….se ti serve un operaio per rifare l’impianto di riscaldamento, normalmente, scegli un termoidraulico…..poi nessuno ti impedisce di prendere un muratore e fargli rifare il motore dell’auto….e magari risultera’ anche piu’ bravo del tuo meccanico.
    Quello che io in questi tempi (e molti altri) ho sempre scritto e’ che , a partire dalle caratteristiche della razza, non si deve scegliere un cucciolo di caucaso perche’ e’ bello e giocherellone…poiche’ poi crescera’ e a due anni circa capira’ chi e’ e perche’ esiste, a quel punto in base al suo carattere originale, in base alle caratteristiche di razza ed in base a come sara’ stato allevato ci si ritrovera’ tra le mani un adulto di caucaso e cio’ potrebbe non corrispondere alle proprie aspettative. Lo stesso problema lo potrai avere con un volpino, ma credimi a quel punto il piu’ feroce tra i volpini sarebbe piu’ gestibile del piu’ mansueto ed amichevole pastore del caucaso.
    Mi sento di darti solo un piccolo consiglio, se lo vorrai accettare…se no fa finta che io non abbia scritto nulla: occhio ai cani degli amici, arrivera’ un giorno che non li vedra’ piu’ come compagni di giochi, ma come concorrenti per il cibo…le coccole….la proprieta’…il padrone (piu’ o meno ho notato che iniziano a competere dopo l’anno…per arrivare ad essere coscenti di se stessi verso i due), poi magari la tua non cambiera’ ricompensandoti degli sforzi fatti per renderla piu’ socievole.

  177. Alberto said

    Fino a otto mesi il mio cucciolotto di pdc ha giocato insieme al mio bovaro di sei anni, poi improvvisamente una sera, appena fatti i nove mesi, il primo combattimento, al ringhio di dominanza del bovaro il piccolo lo ha attaccato; morale,ho dovuto dividere il giardino, il caucaso non ammette altri maschi nella sua proprietà (anche se il mio poi è sempre stato molto giocoso e socievole con tutti, animali e umani).Purtroppo ci sono stati altri “scontri ” tra di loro (causa il bovaro “escapologo”che andava a cercarsele) , posso testimoniare che loro (pdc) sono dei gladiatori, non cedono assolutamente, se ora che ha un anno è così determinato e sicuro di sè,figuriamoci a tre anni da adulto. Auguro anch’io a Gianluca il meglio, ovviamente, ma credo sia importante essere consapevoli che la razza è questa, ora il mio è tranquillo quando esco in mezzo alla gente, ma sono conscio che ha solo un anno e tra sei mesi potrebbe rivelarsi non più tanto “mansueto” come ora; le loro potenzialità “belliche” sono notevolissime, e saperlo, a mio giudizio, significa essere sulla strada corretta
    per una gestione intelligente.

  178. Antonio said

    ma le difficoltà di convivenza con altri cani, cui parla Alberto, sono presenti anche in altri pdc che hanno superato i nove mesi? Poiché io temo al prnsiero che il mio cucciolo maschio di 6 mesi possa crearmi una tale situazione con l maschio di pastore tedesco di 4 anni con cui finora ha pacificamente (si fa per dire) convissuto. Per favore qualcuno mi faccia sapere, poichè io non potrei dividere il mio giardino.

  179. walter said

    Ti auguro che non sia come normalmente dovrebbe essere…. io ho notato due momenti di convivenza a rischio tra due femmine ed anche tra maschio e femmina cresciuti assieme. I due momenti sono quando devono mangiare (anche solo un pezzo di pane) e quando sono incazzati durante i momenti di guardia. Bisogna poi vedere se riescono a stabilire una gerarchia e a rispettarla. Nel caso delle femmine non e’ stato cosi’ e la convivenza e’ stata difficile con costo in veterinario alto (punti di sutura iniezioni ecc ecc) e con rischio anche da parte mia nel dividerle (vedere due cani di taglia alta che si stan aggredendo per uccidersi non e’ un bello spettacolo!…specie se son i tuoi). Invece tra maschio e femmina cresciuti assieme pare essersi istaurato un rapporto di gerarchia che stan rispettando….ma e’ ancora presto ancora due o tre mesi poi potro’ stare piu’ tranquillo. Prova a dare da mangiare a distanza tenendoli separati con catene o recinti in modo che specialmente il cacucaso non abbia timore che il pastore t. possa avvicinarsi alla sua ciotola e andando avanti col tempo non dargli bocconcini infrapasto onde evitare che uno dei due non lo mangi subito e cerchi di conservarlo e difenderlo dall’altro…la pappa e’ il momento piu’ critico!

  180. Antonio said

    grazie Walter. effettivamente hai ragione.

  181. Gianluca said

    Caro Walter non ho avuto modo di leggere proprio tutti i commenti. Sono tanti. Son partito dall’articolo e ne ho letti altri.
    Come spesso accade via etere non è facile capirsi al 100%. Sicuramente quel che si scrive sul PdC è giusto perchè la razza ha determinate caratteristiche di base. E’ come prendere un rottweiller e pensare che non dia problemi ad un bimbo di 2 anni quando, in realtà, ci sono stati casi in cui il rott “se non abituato” individua nei giochi e nei movimenti del bimbo delle manifestazioni moleste (ho virgolettato per non demonizzare).

    E’ normale che se uno sceglie un PdC esclusivamente per la guardia ha fatto bingo. Ma credo che sarebbe stato utile, in particolar modo nell’articolo, dire anche dell’altro sull’educazione di un PdC e di un cane in generale.

    Ognuno poi in casa propria “esalterà” quel che vuole del cane ma, a mio modesto avviso, è bello cercare di impartire gioia e amore, cercando di farlo socializzare con le persone ed i cani. Non ho scritto che mi aspetto una cucciolona sempre e sono consapevole dei possibili mutamenti caratteriali.
    A prescindere cerco di farla uscire, di farla divertire. Qualche giorno fa l’ho portata sulla neve insieme ai 3 labrador
    di un amico. Si è divertita un casino :) Poi se tra 4 mesi ringhierà ai labrador non lo so e se capiterà lo accetterò perchè conscio della razza. Quel che “passa” è che comportamenti come il mio, ovvero di portare la mia cucciola sulla neve con altri cani, o di farle passare una giornata al mare, sembrano essere svilenti nei confronti del “fiero PdC”…seguendo questo ragionamento solo chi ha le pecore dovrebbe avere i maremmani…:))

    Non so se si riesce a capire bene quel che voglio comunicare…

    Detto ciò, volevo chiedervi una cosa…
    La mia cucciola ha oggi 8 mesi…dovrebbe pesare all’incirca 32-33kg…quanto crescerà ancora? Fino a che mese?
    Il cane sta bene, è ben strutturata e forte…ma mi aspettavo di vederla pesare già intorno ai 40kg…fermo restando che le femmine possono fermarsi a pesi inferiori e che non tutte le geneaologie di PdC diventano giganti. Il veterinario dice che la vede già sviluppata, quasi ad intendere che non crescerà….BOHH!! Mi sembra strano che ad 8 mesi si sia fermata…
    Se qualcuno è esperto magari invio qualche foto per mail per farvi vedere la struttura.

    A livello di cibo è ben nutrita con roba di prima qualità.

  182. walter said

    Ripeto, ognuno deve fare cio’ che ritiene piu’ giusto….
    Pensando pero’ anche al benessere e al futuro dell’animale che si decide di adottare, ed e’ per questo che i toni sono piu’ sul serio e sull’ “attenzione…attenzione”, poiche’ per alcune persone potrebbe diventare una situazione ingestibile e a patirne le conseguenze sarebbe poi il cane (nelle migliori delle ipotesi relegato in un recinto di 2 metri quadrati)….se poi invece il cane dovesse restare molto piu’ gestibile meglio cosi’! Ma credimi io ho avuto molti cani e ne ho frequentati tantissimi di tutte le razze, quando il caucaso si incazza e’ una cosa unica da vedere e per gestirlo in quelle situazioni c’e’ bisogno che lui riconosca te come maschio alfa….se no non lo fermi, per questo ti dicevo di fare attenzione quando sara’ cresciuto…io l’ho vissuto sulla mia pelle e mi ricordo ancora i peli dritti sulla schiena (la mia) quando ho dovuto intervenire…..con noi della famiglia nessun problema, la bambina piccola ci va a cavallo……ma con estreanei ed altri animali e’ diverso.
    Io ho visto crescere i pastori del caucaso sino ai 15…16 mesi circa (ovvio che nei primi mesi crescono piu’ velocemente) per poi fermarsi (almeno a vista) , in seguito li ho visti mettere un po’ piu’ di massa e cambiare leggermente aspetto, ma l’altezza non e’ piu’ cambiata…penso potrebbe aiutarti di piu’ un allevatore …prova a contattarne uno e a chiedere a lui..

    Ps….io ho avuto una maremmana che ho tenuto da guardia per la casa…ottimo cane, ora ne ho una a guardia degli animali…..beh…posso dirti che il maremmano e’ stato creato per quello, ha un’istinto di protezione sugli animali che gli affidi che nemmeno un umano ha! Attenta, vigile…..pronta a difenderli …sembra quasi siano suoi cuccioli!!!….poi volendo puoi tenere il maremmano anche per compagnia, ma sicuramente la sua indole e’ di vivere con animali da proteggere……e lo strano e’ che gli animali (pecore, galline, oche…ecc) ad un suo abbaio smettono di mangiare e corrono da lei….impressionante!!!!

  183. Antonio said

    Gentile Gianluca, personalmente ritengo che tu non debba preoccuparti più di tanto per il peso e per l’altezza della tua cucciola. Non sono un grande esperto di pastori del caucaso, anche se ho alle spalle una vita da allevatore di dobermann e di esperto giudice Enci per il 2° gruppo (di cui fanno parte anche i pdc). Qualsiasi riflessione sul peso o sulla stazza del cane, compresa l’altezza al garrese che per le femmine deve essere non inferiore ai 64 cm ed il peso non inferiore ai 45 Kg, devi attendere pazientemente i 12 mesi di età. Qualsiasi riflessione prima di quella data è inutile, poiché lo sviluppo morfo-caratteriale del soggetto non si è ultimato neanche nelle sue primarie determinazioni strutturali. se il veterinario e soprattutto il tuo attento sguardo, vedono un soggetto che è ben nutrito ed armonioso, non devi fare altro che tranquillizzarti ed attendere che la natura faccia il proprio corso. Anche per il pdc, come per tutte le altre razze, le tabelle evolutive sono meramente parametriche e non hanno valore tassativo. Mi permetto solo correggere la tua asserzione, tra l’altro anche da altri riportata, circa l’eventuale compresenza di una cosiddetta “razza gigante” di pdc. Non esiste alcuna variazione di taglia che non sia compresa da almeno 64 cm per le femmine e da 68 cm per i maschi al garrese, né di un peso minimo di 45 kg per le femmine e di 50 per i maschi. I limiti massimi, hanno una tolleranza del 10% al netto della necessaria armoniosità dei soggetti in questione. (Sono i parametri ufficiali ENCI/FCI nello Standard di razza).
    Spero di esserti stato d’aiuto.

  184. Gianluca said

    X Antonio…Ho scritto “razza gigante” perchè un’allevatrice mi ha scritto per mail che a seconda delle genealogie possono orientarsi oltre i 60kg o restare su pesi più contenuti. Naturalmente è sempre la stessa razza che, come scrive l’ENCI, varia dai 45-80kg. Insomma, una bella variazione. Grazie per il messaggio. Vedremo quindi tra qualche mese :)

    X Walter
    La cucciola in certi casi, quando tira, già ora è un bel gestire. :) Per il momento, ma ripeto solo x ora, è tranquilla con gli estranei
    e con gli altri cani, il tutto in nostra presenza.
    Non so come si comporterebbe se entrasse qualcuno di notte in giardino….spero faccia la guardia :)

    La cucciolona è stata adottata, non sono andato a cercare un PdC per avere un bambolotto (questo è chiaro). Era in condizioni disagiate assieme alla sorellina e non ho potuto fare a meno di prenderla. Aveva 3 mesi.
    Sul tono di attenzione è tutto giustissimo!! Sono il primo che pensa che il cane debba essere tenuto con riguardo e serietà.
    Lungi da me pensare di tenere il cancello aperto perchè “tanto è tranquilla” o lasciarla libera etc. Non è questo che intendo.
    Come ho già scritto la sto educando con tanto amore, cercando di farla socializzare con l’uomo e con gli altri animali.
    Non ho intenzione di “rincretinirla” ma non credo che un PdC debba essere tenuto solo e soltanto nel giardino della villetta.
    Non penso di sbagliare nel portarlo con me in montagna o al mare, di farla scorrazzare sulla neve (era felicissima) e di farla
    giocare con altri cani. Ho conosciuto un ragazzo che aveva 4 PdC…adesso ne ha uno. Guardando la mia Maya mi fa “Io non l’ho mai portati in giro…stanno sempre a casa nella mia terra…sono aggressivi…non hanno mai socializzato oltre che con me…”

    E’ un modo di tenere il cane che non concepisco. O meglio…tutto lecito ma non è l’unico modo di crescerlo.

    Riguardo al Maremmano. Ovvio che nasce come cane pastore al 100%. E’ eccezionale per quello. La mia era una battuta per
    far capire che non è possibile l’equazione Maremmano=pecore per ogni possessore…ma non credo che sbagli il Tizio X
    a prendere un Maremmano come compagno di vita pur senza la possibilità di avere un gregge.
    Anche in questo caso, premettendo l’indole fortemente territoriale e guardinga, ne ho conosciuti di aggressivi e diffidenti
    ed altri, tenuti sin da piccoli “in società”, più affabili e tranquilli. Fermo restando che restano Maremmani…quindi se poi entri
    dentro casa anche il più socievole tenderà a sbranarti.

    Di esempi posso farne tanti….mio zio aveva un Pitbull. Io passavo i pomeriggi con i miei cugini ed il cane…stava spesso
    in gabbia ..gabbia grande ma tale era…Era aggressivo, “instabile”…mordace…
    Il figlio di questo Pitbull, tenuto da un altro parente, era calmo e tranquillo…guardo caso si faceva delle belle passeggiate con
    il padrone, usciva, socializzava,etc.
    A me il Pitbull non piace e non lo prenderei ma qualora capitasse (ipotesi) eviterei di esaltarne le doti di gameness,etc.

  185. Alberto said

    X Antonio,
    la vedo dura nel tuo caso, non potendo dividere il giardino, ti auguro di cuore che ciò non possa accadere, ma in caso contrario sarai costretto a lasciare uno dei due cani, ho vissuto la stessa esperienza di Walter, i combattimenti sono molto cruenti ed è demoralizzante e frustrante dover poi curare e rapezzare ciò che noi amiamo di più;
    X Walter
    le prime volte anch’io tentavo di dividerli aggrappandomi al collare cercando di staccarli, poi ho visto che così si fanno più danni…..l’ultima volta sono intervenuto con il getto della gomma dell’acqua,si sono staccati subito quindi consiglio a tutti quelli che si dovessero trovare in simili frangenti di provare:
    interpretare il ruolo del “maschio alfa” nei confronti di un caucaso penso sia un esercizio di notevole difficoltà, chi ci riesce ha tutta la mia ammirazione e plauso,
    dosare tutte le qualità necessarie per modulare e “virare” a proprio vantaggio le varie situazioni “critiche” non è cosa da poco, considerando che l’imposizione violenta su una razza simile espone a rischi notevoli; calma, fermezza e rinforzi positivi è la strada che stò percorrendo, unitamente alla massima socializzazione “esterna”.

  186. walter said

    In effetti l’acqua e’ sempre stata la miglior arma, purtroppo per me dove le mie cagne si aggredivano non avevo disponibilita’ d’acqua e i tempi di intervento dovevano essere piu’ che veloci…..col tempo ho perfezionato la tecnica……prendevo un bel respiro, poi mi lanciavo sulla femmina che era sopra e col braccio lo strangolavo facendola rotolare a lato……la dovevo tenere a pancia all’insu’ stretta al collo, io sotto di lei che la cingevo con le gambe per alcuni secondi, nel frattempo mia moglie allontanava l’altra e solo quando erano a debita distanza allentavo la presa. “Pratica molto pericolosa” ….potevo agire cosi’ perche’ ero rispettato all’inverosimile, non mi han mai morso, ma non nascondo che non ero tranquillo. Purtroppo se non intervenivo la cagna che si trovava sotto sarebbe probabilmente morta, a nulla serviva urlare battere, tirarle…..sovente era azzannata al collo…alla testa e qualche volta sul fianco. Mi vengono ancora i brividi a ripensarlo…..l’unica soluzione era non far mai trovare del cibo in giro e tenerle debitamente separate prima di dar da mangiare. A volte pero’ se lo nascondevano (pezzi di pane, ossa, pezzi di carne) e poi lo ritiravano fuori.
    Il problema era che la piu’ debole perche’ vecchia non aveva intenzione di sottomettersi alla piu’ giovane e piu’ forte…..piuttosto si faceva ammazzare! Davvero non lo auguro a nessuno…….mi trovavo a dover decidere (velocemente) se lasciar sbranare la piu’ vecchia o saltare addosso alla piu’ giovane con il timore di finirci di mezzo.
    Ecco perche’ continuo a dire di fare attenzione a far convivere il caucaso con altri cani….maschi, femmine, grandi, piccoli feroci o no, e la mia non era particolarmente “feroce”!
    Quando attaccava non lo faceva per spaventare/allontanare……lo faceva per farla fuori! Il cane piu’ dolce del mondo in due secondi diventava una belva e, senza preavviso……e solo sempre per il cibo, anche se glie ne davamo a volonta’ e di qualita’!
    Per la cronaca, la piu’ vecchia e’ poi morta per altri motivi….sono riuscito a farle convivere per 2 anni.

  187. graziano said

    Salve ho letto la tua descrizione e se posso vorrei kiederti una cosa. Mio fratello possiede 2 pastori del caucaso. Il maschio è l’esatta descrizione ke hai fatto tu. È però un po troppo.apatico e vorrei sapere se è normale, anke se infine si vede ke ci tiene a noi ( è tra noi da quando aveva 3 mesi e ora ha quasi 3 anni). La femmina è invece totalmente diversa. Puoi portarla in giro senza guinzaglio ed è iperattiva oltre ke simpaticissima e vuole sempre giocare.come si può spiegare? Cmq sono dei cani stupendi!!!

  188. walter said

    Ogni cane e’ a modo suo….dipende da tanti fattori, e’ appunto cio’ che si diceva sopra! A prescindere da come tu lo allevi lui avra’ caratteristiche sue prese sia in generale dalla propria razza, che in particolare dalla sua genealogia. La bravura del padrone sta nel mitigare o accentuare le caratteristiche del proprio compagno a seconda delle proprie necessita’!

  189. davide said

    ciao a tutti i commentatori e agli amanti degli animali e soprattutto dei nostri amici a 4 zampe ,vi racconto subito la mia storia.
    ho un chow-chow , e un pastore del caucaso e li tengo entrambi in un vasto giardino .il chow femmina ha un anno e 7 mesi il caucaso maschio deve fare 12 mesi. ho preso prima il chow ,poi mi sono deciso ad avvicinarmi alla razza del pastore del caucaso perche’ volevo un vero guardiano , ho avuto anche un dogue de bordeaux ma mi è morto a 16 mesi per lesmaniosi fulminante. adesso il punto è questo : il caucaso preso in un allevamento molto conosciuto quindi con una genealogia importante , è molto indipendente ,non mi fa le feste quando arrivo nel cancello , anzi rimane li dov’è , (ma di questo sono consapevole ) . Da ottobre fino alla fine di aprile viviamo tuti insieme nella villa compreso io mio padre e mia madre , ma da maggio fino a settembre ci trasferiamo per lavoro e il pastore del caucaso resta solo nel suo territorio , (durante la settimana comunque mio padre scende per svolgere qualche commissione di routine ). Il mio vicino di casa giornalmente lo fa mangiare , diciamo che mi fa questa cortesia .il chow me lo porto con me , ma molto spesso va con mio padre a trovare il caucaso .
    non ci crederete ma ogni qual volta che il chow entra nel cancello , il caucaso vuole salutarla e giocare , ma il chow femmina lo domina come per fargli capire che lei è tornata , e lo fa con molta aggressivita senza pero mordere ,il caucaso non reagisce anzi cerca di evitare . questo è il momento in cui il chow mette in atto il suo carattere , il caucaso deve mettersi a turno per bere ,e infatti li faccio mangiare separati perche’ se no il chow attacca . E’ evidente che ancora il caucaso non ha sviluppato il carattere , mi chiedo se in futuro potrebbero continuare a convivere tranquillamente o se si dovra’ arrivare ad uno scontro per poter ristabilire gli equilibri una volta che il caucaso diventera’ adulto . il caucaso non esce mai dalla sua villa e con gli astranei al momento è docile curioso e indifferenrte . solo una volta all eta di 9 mesi ha dato un segno lieve di attacco verso un idraulico
    che si è chiso di nuovo in macchina . quando nei 7 mesi sono in casa faccio venire amici e parenti , ma ancora nessun segno di aggressivita’ o di difesa del territorio (attenzione non voglio che diventi aggressivo , con i parenti e amici , ma non vedo ancora i segni di un forte guardiano ) Poi mi chiedo il fatto che stia solo in estate , anche se due volte a settimana veda mio padre , in proiezione che caucaso mi trovero’ davanti secondo voi quando tornero ‘ . e il chow ? che finer fara’ ? spero che non gli accada nulla di grave . che tipo di soggetto mi trovero’ davanti ? negli undici mesi passati insieme non ci siamo mai staccati ma adesso è arrivato il momento in cui lui faccia il suo dovere di guardiano nel mesi in cui noi lavoriamo fuori . ovviamente voglio i pareri di tutti voi . spero di aver illustrato la mia situazione al meglio . le mie domande per voi sono :
    1 secondo voi potra’ sviluppare un carattere abbastanza importante per fare una buona guardia al territorio ?
    2 potra’ condividere il giardinio con il chow ?
    ditemi di tutto e di piu voi che siete certamente piu esperti di me
    allora cosa ne pensate ?

  190. walter said

    Spero che il tuo cane sia piu’ bravo di me a capire la situazione!!! (scherzo!)….per conto mio, ma io non sono un esperto, hai sbagliato tipo di cane. Se ti sei letto i commenti precedenti ti sarai fatto un’idea di che cane e’ il caucaso e il tuo da quel poco che hai descritto pare essere un caucaso tosto (il fatto che non venga a scodinzolare e fare le feste quando tu arrivi ti anticipa gia’ che da grande sara’ un cane autonomo e indipendente), sembra di rivedere la femmina che ho ora…passa la giornata a farsi gli affari propri e se proprio io desidero farle una carezza sono io che vado da lei!

    1 secondo me allevandolo nel modo descritto (il padrone lo abbandona per lunghi periodi, lo va a vedere ogni tanto il padrone in seconda, gli da da mangiare una terza persona, lo metti a contatto di estranei amici e parenti) potrai ottenere due risultati completamente diversi a seconda del carattere che sviluppera’…..potrai avere un cane che non rispecchiera’ le carateristiche della razza e che sara’ amico di tutti, non intendo che non fara’ la guardia, magari la fara’ anche, ma se chi vuole entrare gli dara’ da mangiare o restera’ al cancello a convincerlo che e’ un buono il tuo guardiano lo fara’ entrare….d’altro canto tu l’hai abituato a far entrare tutti. Se invece e’ un tosto avrai dei grossi problemi, perche’ potrebbe non identificare te come padrone, potrebbe non identificare tuo padre e nemmeno l’estraneo che gli da da mangiare quando tu non ci sei…il risultato e’ un casino.
    In verita’ potresti anche ritrovarti con un cane speciale che comprende benissimo la situazione, la elabora e diventa perfetto…..ma la vedo dura.
    2 il chow dovra’ accettare che a comandare non e’ lui…magari ci vorra’ ancora uno o due anni, ma dovra’ rassegnarsi che li e’ casa del caucaso, perche’ anche se con gli umani magari sara’ un buono, con gli altri cani la vedo molto piu’ dura. E come gia’ detto piu’ su, quando un caucaso attacca un altro cane nelle migliori delle ipotesi son punti di sutura. Il fatto che il caucaso resti solo nel territorio non fara’ che rafforzare il suo senso di proprieta’, quello che potrebbe salvarti il chow e’ che e’ una femmina e si sa che i maschi per le femmine fan pazzie.

    Ripeto che nella tua situazione non avrei scelto il caucaso, ma ti auguro comunque di avere una splendida convivenza.

    Comunque devi pazientare ancora almeno un anno…..poi vedrai che cane ti esce. Ricordati che non sei tu a decidere se lui diventera’ o meno aggressivo….ma sara’ lui a deciderlo.
    Sarebbe bello che tra un anno ci aggiorni della situazione, da parte mia son veramente curioso di sapere come va a finire.

  191. Raffaele said

    Condivido ciò che ha scritto Davide, e per una certa esperienza mi permetto di scriverti qualcosa anch’io. Prima di tutto come scrive Davide non preoccuparti il Caucaso verrà fuori ai 3 anni circa, sarà un guardiano e l’altro cane si salverà solo perchè femmina. Quello che non va bene è questa assenza di figura che il caucaso dovrebbe a mio parere assolutamente avere e cioè il cosi detto capo branco. Nella tua particolare situazione sarà tutto più complicato e difficile. Ho notato col tempo la differenza sostanziale del Caucaso diciamo “originale” e quello “selezionato” in allevamento, dove di solito cercano di ottenere soggetti più belli e più docili. Questo spesso purtroppo facendo delle consanguineità indebolendo con il tempo certe caratteristiche fisiche. Inoltre verrà a mancare una cosa che sempre a mio pare un Caucaso dovrebbe fare almeno fino all’età della maturazione completa (circa 3 anni ), la “socializzazione” è un fattore importantissimo per una razza come questa già di suo molto reattiva e indipendente per avere un soggetto ben equilibrato. Come ripeto nella particolare situazione descritta è tutto un bell’interrogativo.

  192. valeria said

    Salve a tutti,anche io ho avuto l onore la fortuna di condividere anni merabigliosi assieme al mio argo,un caucaso splendido originario della russia,’e’stato amore a prima vista ,con gli anni si e’mostrato in tutta la sua natura,da cucciolo vivace e coraggioso a temibile per chiunque osava anche solo guardarlo! difficilmente gestibile concordo nel dire che non e’ un cane per tutti e aggiungerei che chiunque ne possiede uno deve stare molto attento affinche il suo cane non fugga dal recinto,il mio infatti era agile e forastico come un gatto…..immaginate cosa accadrebbe se un cane del genere fuggisse al vostro controllo! a me e’ accaduto ma per fortuna srnza spiacevoli conseguenze.sono passati 4anni dalla sua morte e ancora mi manca molto ,argo era non troppo grosso 60 al garrese per 50chili di cattiveria ovviamente solo verso gli estranei anche perche con noi della famiglia era dolcissimo,era rosso con la mascherina bianca attorno agli occhi ed il muso nero un colore diverso dagli altri pastori.infine vorrei dire che temo sia vero che si stiano perdendo,attraverso incroci,certe caratteristiche tipiche caratteriali di questa splendida razza che per natura e’selvatica ,diffidente e aggressiva con gli estranei,fiera vigile cotaggiosae sfrontata ho incontrato dopo 20anni dall acquisto del mio caucaso altri caucasi che tranquillamente si lasciavano avvicinare!il mio piu grande sogno ,spero un giorno realizzabile e’ quello di avere un giorno la possibilita di trovare per la mia strada……un altro cucciolo da poter adottare con le stesse caratteristiche di argo! ora ho uno anzi una splendida eurasir cane poco conosciuto,un orsetto coccoloso caratterialmente l esatto opposto del caucaso ma l aspetto in qualche modo lo ricorda un po’ gestibilissima educatissima e pulita vive con noi in appartamento come fosse un peluche!la adoriamo ma il caucaso rimane e rimarra sempre il nostro primo amore!

  193. pietro russo said

    salve a tutti volevo fare una domanda…dove posso trovare una pettorina di cuoio forte e resistente per il mio pastore del Caucaso.aiutatemiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

  194. SALVE SONO SERAFHEN HO UN CANE PASTORE DEL CAUCASO LO PRESO IN UN CANILE A FIRENZE E FEMMINA UN ANNO ,AVEVO CHESTO UN PASTORE TEDESCO NE HO SEMPRE AVUTI SI SONO SBAGLIATI MI ANNO PORTATO QUESTO ,HO ANCHE UN PASTORE TEDESCO SEMPRE UN ANNO ,,giocano insieme mangia x 2 ma era magrissima ,prometto non è di pura razza ,ma e dolce le piace le coccole ,purtroppo gli è venuta la rogna era cosi anche alla consegna la sto curando ,pelo medio corto ,io penso che tutti i cani siano belli e inteligenti e non agrewssivi dipende molto dal ‘ambiente dove vivono e con quale padrone ,gli esseri umani devono capire che sono animali che devono imparare a vi8vere con noi allora bisogna insegnare loro ed amarli cpme figli, ho avuto un pastore tedesco del caucaso 16 anni mi son divertito un mondo mai picchiato bastava dire no lascia era subito vicino x le coccole quante volte abbiamo fatto la lotta nel prato 1700 metri con piante era un vero divertimento ,,ma bisogna rispettarli

  195. VORREI SAPERE SE IL PASTORE DEL CAUCASO TEME IL CALDO ABITO IN PROVINCIA DI FERRARA,NOI NELLA PIANURA PADANA ABBIAMO MOLTO CALDO E UMIDO AFFOSO LORO COSI SI COMPORTANO NON NE SOFRONO

  196. walter said

    Per la mia esperienza li vedo piu’ come cani da freddo che da caldo, io abito sui 700m (mezza montagna)e mentre d’estate son piu’ apatici in inverno son piu’ attivi, quando nevica e poi gela, loro, si sdraiano tutto il giorno nella neve, li ho visti cosi’ sdraiati a dormire (non raggomitolati) a -5……han le cucce ma non ci son mai entrati….credo che sopravvivano anche al caldo, pero’ non saprei dirti quanto ne soffrano!

  197. Raffaele said

    Con quello attuale ne ho avuti tre, sicuramente sono più a loro agio al freddo ma non mi pare ne patiscano più degli altri cani, considerato che comunque a primavera perdono praticamente tutto il sottopelo che io personalmente provvedo a spazzolarci adeguatamente !!

  198. Patrick said

    Ciao a tutti. Questa razza non la conoscevo e mi sto informando un po’ sul web per tracciare una linea generale su che tipo di cane possa essere. Premettendo che ogni cane ha la sua sfumatura caratteriale, io sono rimasto molto colpito dal fatto che, nei vari commenti, io abbia letto la parola “impegnativo”. A cosa vogliamo riferirci?Io ho avuto un AMSTAFF, mi rispettava e ubbidiva ma non ero il capobranco. Mi sono fatto le ossa vedendo le reazioni che aveva quando incontrava un altro maschio (evitavo incontri rimanendo sempre vigile).Con questo voglio dire, qualora una persona acquistasse un PdC dovrebbe fare attenzione oltre che ai cani dello stesso sesso anche alle persone?Cioè è cane che anche fuori da suo territorio “punta” sempre e comunque? Io penso di no ma non ho esperienza sul campo. La domanda spero non venga presa come una banalità da pivello. Voglio comunque ricordare che ho ben presente il concetto di quello che deve essere un buon padrone (cioè contributo formativo del carattere del cane). ps sono lontano dall’acquisto ma mi sto appassionando.Grazie.

  199. max said

    ciao patrik
    si il cane fuori dal suo territorio soprattutto nei primi mesi di vita punta qualsiasi stimolo esterno che non lo convinca
    che sia animale o uomo o altro.
    soltanto con pazienza e lavoro insieme il cane limita parte della sua spontanea istintività.

  200. alberto said

    Patrik, io ho una femmina ed un maschio pdc, la femmina è sempre stata molto reattiva e nonostante sia socializzata alla grande ho visto che il suo carattere è comunque rimasto inalterato, appena non le quadra qualcosa sia cane che umano parte in quarta,il maschio ora ha 20 mesi ed è completamente diverso, posso andare in mezzo alla gente e non mi crea nessun problema, non teme l’uomo ed è molto forte di testa, equilibrato, però con altri cani maschi di media-grande taglia entra subito in competizione ed aggredisce di brutto, spero che mantenga questo equilibrio anche con il sopraggiungere della fase “adulta” altrimenti sarebbe un problema uscire con tutti e due (circa 120 kg. sono un pò difficili da tenere se partono). Tieni presente che sono molto territoriali, anche fuori dal loro “abitat” per cui se li lasci solo temporaneamente parcheggiati da qualche parte (fuori da un negozio, vicino ad una panchina, in uno spazio aperto al pubblico ecc.) non ti fidare perchè sono molto pericolosi per chi si avvicina e a mio giudizio questa è la caratteristica principale per cui il Caucaso è impegnativo. Comunque io non li cambierei per nessuna ragione al mondo, sono cani stupendi e veri. Spero di esserti stato utile.

  201. Patrick said

    grazie Alberto, hai capito bene la questione che ho posto ad attenzione. Avevo intuito che anche fuori dal territorio il cane non poteva snaturarsi…

  202. Ho letto con molta attenzione quasi tutti i commenti sul PdC in quanto mio genero Slovacco, da sempre amante dei cani di grossa taglia, attualmente ha Zoe una femmina che è un incrocio tra un cane corso e il boxer bravissima, me ne aveva parlato. Ora avrei la possibilità di andarlo ad acquistare direttamente in Slovacchia dove è molto diffuso, ma sono un po’ titubante in quanto per me sarebbe il primo cane proprio mio. E’ vero che potrei contare sull’aiuto di mio genero che è molto bravo con i cani, ma non sempre è qui, infatti vive con mia figlia e mia nipotina in Francia. Abito in campagna e lavoro sempre nei campi o nei boschi e mi farebbe molta compagnia, inoltre abitando in una casa unifamiliare farebbe molto comodo per la guardia. Che cosa mi consigliate? grazie.

  203. walter said

    Dipende quanto tempo e quanta voglia hai da dedicargli, tieni conto che il cane deve sentirsi “tuo” e non di tuo genero, quindi potrai contare su di lui per consigli, ma sarai tu a doverci vivere assieme e non potrai sperare di sentirlo tuo se sara’ tuo genero ad allevarlo. Per quanto riguarda il portarlo in campagna per farti compagnia dipendera’ dal suo carattere……poiche’ potrebbe darti problemi con altre persone e animali: cioe’, potrebbe essere intollerante agli altri esseri viventi e costringerti a sorvegliarlo di continuo obbligandoti quindi a non lavorare come tu vorresti. Potrebbe, invece, essere tollerante e non darti nessun problema e quindi essere piavcevole averlo accucciato accanto! Lo scoprirari quando avra’ circa un anno!

  204. beppe said

    salve a tutti. io sono un amico dei pastori del caucaso.visto che ne ho 4 in casa ,due maschi ,e 2 femmine.io mi ritengo fortunato ad averli mi danno una senzazione di assoluta tranquillità,come posso dire una famiglia,sono intelligenti,furbi,attaccatissimi a tutto il nucleo famigliare ,quando mangiano posso rubare il cibo di bocca e me lo permettono,il maschio detto ZAR è il capobranco maestoso e dominante non adatto per le passeggiate dove ci sono altri cani diventa un leone e non voglio che succeda nulla a nessuno, gli altri 3 sono tranquillissimi, comunque sono compagni eccezzionali. ho avuto cani di tutte le razze ma questi sono speciali spero di restar con loro tutta la vita, esagero di presunzione lo sò ma è quello che penso.ciao a tutti da BEPPE..

  205. lidafirenze said

    APPELLO PER PT CAUCASO IN CERCA DI CASA SU FIRENZE
    ARRIVA DA QUESTO CONTATTO FB: https://www.facebook.com/acquaviola

    canone con i piedi palmati….(ma corre e sta benissimo) di 4 anni di nome DUK, è vissuto con altri cani e gatti offresi per ingaggio a vita,….. cerca villa per fare il guardiano!
    In realtà è un Pastore Caucasico enorme, vissuto sia in casa che nel grande giardino, educatissimo va a passeggio col guinzaglio . Raccolto da anni fa una signora diabetica con le stampelle.Ha avuto gli istruttori e adesso va a passeggio regolarmente è molto affettuoso.
    Adesso non può rimanere in quella casa a causa dell’aggravarsi delle condizioni di salute della sua padrona. Mi aiutate ad aiutare questa signora. Firenze città.
    Io sono Rosaura Guarnieri il mio tel 3339766145

  206. claudio said

    salve condivido il parere sul pastore del caucaso, io ne possiedo 5 un maschio e 4 femmine sono un amante della razza, ma sono d’accordo che non è un cane da sottovalutare, e non è per tutti, ho dovuto fare 3 recinti x tenerli divisi altrimenti si ammazzano , nell’ambito famigliare sono abbastanza socievoli ma al di fuori …….occhio a non sottovalutarli .

  207. Patrick said

    comunque, è un cane che ancora non sono riuscito a vedere dal vivo. C’è qualcuno di Torino e dintorni???Mi piacerebbe scambiare due parole con chi ha già esperienza sul campo…

  208. jose said

    Le berger du Caucase est t’ il le chien plus puissant du monde ?

  209. We are a group of volunteers and opening a new scheme in our community.
    Your website offered us with valuable info to work on. You’ve done
    an impressive job and our whole community will be thankful
    to you.

  210. salve, vorrei gentilmente una buona dritta dove poter comprare ho avere un cucciolo di PdC quindi un allevamento serio o mi va bene anche qualche privato tipo CLAUDIO che già ne possiede 5 e magari ha qualche cucciolata in programma….
    Abito in Sardegna in un paese a 600 mt eventualmente posso spostarmi per venire a prenderlo . Grazie

  211. VAntonella said

    Il PdC di mio padre ha ucciso il nostro bassethound di 9 anni. La mia pena è infinita ed incolmabile. Il PdC è arrivato nella nostra vita 1 anno dopo il basset che era già il cane di casa ed è stato preso da mio padre a seguito del trasferimento in una villa di campagna, perchè potesse fare da guardia. Già dai primi mesi ha dimostrato di odiarlo e dopo i primi segnali di allarme abbiamo deciso di farli condurre vite separate. Come il sole e la luna. Poi una dimenticanza, una porta aperta e la tragedia. Pare lo abbia preso al collo. Non lo condanno, non lo odio, anche se soffro come mai prima. Vorrei dare la colpa a mio padre che ha preso un cane del genere senza addestrarlo, senza alcuna consapevolezza. Ma a cosa servirebbe adesso, nessuno me lo restituirà più. Adesso però temo per l’incolumità dei miei figli, di 1 e 3 anni, per un’altra dimenticanza che potrebbe distruggere le nostre vite. E non vedo soluzioni se non quella di non farli mai più andare a casa dei nonni.

  212. walter said

    Capisco la tua pena, come gia’ detto piu’ volte e’ un cane impegnativo ed alcuni esemplari sono ancora piu’ impegnativi degli altri! Io ho sempre sconsigliato a tutti di far convivere il PDC con altri cani, se di taglia piu’ piccola al 90% vengono uccisi, se di taglia grande vengono feriti anche gravemente. Lo stesso vale per tutti gli altri esseri viventi (lucertole, gatti, ricci, rospi, uccelli, serpenti, pecore, galline ecc ecc ecc). Io ho speso un capitale per far ricucire piu’ volte la maremmana (razza tutt’altro che docile), ogni volta che si azzuffavano dovevo saltare addosso alla caucasa per dividerle ed immancabilmente finiva con punti di sutura a tutto spiano!

    Le dimenticanze e le distrazioni non sono concesse, e’ paragonabile ad un arma carica e senza sicura….va maneggiata con attenzione e cautela e non da tutti!

    Per i bambini, secondo me, ci sono altre regole. Dipende se il cane li considera della famiglia o meglio se li considera parte del suo branco, se e’ cosi’ basta che loro non gli facciano del male giocando, non lo picchino, non lo minaccino e non cerchino di portargli via la ciotola del mangiare. SE lui li accetta nel suo territorio non credo che ci siano problemi, non li vede come nemici, anzi tendera’ a proteggerli e a intervenire ad ogni loro richiesta di aiuto, pianto o grida. E credimi se li prende sotto la sua ala protettiva l’unico sistema per far del male ai bambini sara’ uccidere prima il cane.
    Se loro non vivono nella casa del cane io farei piu’ attenzione le prime volte poi vedrai il comportamento e agirai di conseguenza. Il cane e’ molto affidabile, mantinene lo stesso comportamento sempre, quindi se non li tollera del tutto, non lo fara’ mai e prima o poi potra’ decidere che loro nel suo territorio non ci devono stare con le conseguenze che puoi immaginare, ma se li tollera al 100% e anzi vedi che e’ felice di vederli allora (se i bambini lo rispettano) non ci saran mai problemi.
    Io agisco cosi’ (ne ho due, maschio e femmina) con le mie figlie nessun problema ma non devono picchiarli neanche quando sarebbe giusto farlo e non devono frapporsi fra loro quando litigano. Per gli altri bambini invece preferisco tenere i cani legati alla catena, lo stesso con qualsiasi altro estraneo, amico o parente. Cancello chiuso nessun estraneo alla famiglia (4 persone) e nessun essere vivente a tiro = cani sciolti……cancello aperto estranei nei paraggi o qulasivoglia animale in giro = cani legati alla catena (controllata due volte prima di far entrare gente) e con moschettoni spessi, non quelli girevoli poiche’ li strappano.

    Non incolpare il cane di cio’ che e’ successo, la responsabilita’ purtroppo e’ di chi ha commesso la distrazione, pero’ si sa……errare e’ umano (non canino)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 40 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: