LIDA Firenze

Lega Italiana dei Diritti dell'Animale

Archive for the ‘crimini legalizzati?!?’ Category

REGIONE TOSCANA APPROVA LA LEGGE REMASCHI, “AMMAZZACINGHIALI” GLI ARMIERI APPLAUDONO, LA REGIONE SI CONFERMA TRA LE PIU’ SANGUINARIE, IN SPREGIO ALL’INTERESSE GENERALE

Posted by lidafirenze su 4 febbraio, 2016

La legge Remaschi – ovvero la legge obiettivo per il contenimento dell’asserita emergenza ungulati, come cinghiali e caprioli – con l’estensione della caccia in ogni stagione per 3 anni, porterà senz’altro nuovo impulso a una delle industrie più fiorenti del nostro paese, quella degli armieri. Secondi solo agli USA, gli armieri italiani producono all’80% armi da caccia e devono affrontare un problema: il calo numerico dei cacciatori che sarà evidentemente rimpiazzato dall’invenzione della filiera alimentare selvatica, tenuta a battesimo all’Expo.
I siti e i giornali dedicati alla caccia e alle armi dedicano ampio spazio ai progetti di filiera sostenuti da associazioni come Cncn – Comitato Nazionale Caccia e Natura, emanazione di aziende produttrici di armi, munizioni e accessori per la caccia – con ampio ricorso a concetti come sostenibilità, qualità, ambiente, con l’evidente obiettivo di legittimare e stabilizzare la pratica venatoria permanente ed al di là dei limiti previsti, e magari conquistare nuovi adepti.
La Regione Toscana con la legge “ammazzacinghiali” sembra raccogliere queste suggestioni, trasformando i suoi boschi in una sorta di allevamento di ungulati a cielo aperto, con ampia libertà di sparo, al prezzo di una strisciante militarizzazione del territorio.
E’ una deregulation che riduce gli animali selvatici a semplici oggetti, da destinare al divertimento dei cacciatori e al mercato con evidenti ripercussioni in materia di sicurezza pubblica per quei cittadini che, in particolare in primavera ed estate vorranno usufruire dei boschi, e si esporranno ai rischi connessi alla presenza di migliaia di cacciatori la cui età media è intorno ai 70 anni, armati di fucili da guerra ed archi.
La creazione di una filiera alimentare della carne, prevista dalla legge regionale, trasforma gli animali da patrimonio indisponibile dello stato in merce, senza alcuna considerazione per la dignità della vita selvatica.
La Regione Toscana era davanti a un bivio: poteva considerare gli animali selvatici, la loro vita, come un beneficio per tutti, un bene comune da tutelare; ha preferito scegliere la strada opposta, con cinghiali e caprioli considerati come vite in eccesso da decimare e trasformare in cibo.
La Regione ha rinunciato a farsi portatrice di soluzioni nuove, progetti pilota non cruenti, abbracciando una logica arretrata e fallimentare. A vantaggio di chi o di cosa? Certo non dell’interesse generale.
La Regione sta assumendo posizioni di retroguardia, anacronistiche. La caccia è sempre una dichiarazione di guerra agli animali e alla natura. Il futuro è nella convivenza pacifica fra le specie; non abbiamo bisogno di fucili e logiche di guerra, ma di una dichiarazione di pace agli animali selvatici e all’ambiente che li circonda.

3.02.2016

CAART – COORDINAMENTO ASSOCIAZIONI ANIMALISTE REGIONE TOSCANA
LAV – LEGA ANTI VIVISEZIONE
RESTIAMO ANIMALI

Annunci

Posted in caccia, crimini legalizzati?!? | Leave a Comment »

Firma le petizioni contro la legge regionale!

Posted by lidafirenze su 2 febbraio, 2016

no alla legge remaschiUrgente: diciamo no alla strage di cinghiali e caprioli in Toscana!

Stop the War on Wildlife in Tuscany, Italy!

Posted in crimini legalizzati?!? | Leave a Comment »

Protesta a Trento pro Daniza

Posted by lidafirenze su 27 ottobre, 2014

Posted in crimini legalizzati?!?, iniziative importanti | Leave a Comment »

Posted by lidafirenze su 16 settembre, 2014

Posted in crimini legalizzati?!? | Leave a Comment »

Corteo nazionale Firenze – Contro i mattatoi

Posted by lidafirenze su 17 giugno, 2013

6307_10201469921251803_1721060395_n1016649_10201468430454534_551346220_n

Si è svolto con grande entusiasmo, il corteo nazionale contro i mattatoi del 15 giugno 2013 a Firenze. Oltre un migliaio di attivisti hanno partecipato all’evento, portando striscioni e slogan contro il consumo di carne, lo sfruttamento, gli allevamenti, i macelli e ogni forma di abuso nei confronti di altri individui.
Finalmente un grande corteo ANTISPECISTA!
Questo evento è stato in parte anche dedicato a Clement Meric, attivista 18enne antispecista ucciso recentemente da un gruppo di naziskin in Francia…
Gli organizzatori sono molto soddisfatti per l’esito della giornata, una giornata in cui un esercizio di MdDonald’s sull’itinerario del corteo ha tirato giù i bandoni e in cui siamo certi si siano risvegliate molte coscienze; la proiezione dei video sul maxi schermo al solito ha suscitato curiosità e interesse, moltissimi i passanti che si sono fermati e hanno chiesto informazioni, italiani e stranieri (a ognuno di loro è stato consegnato un volantino informativo bilingue sulle motivazioni dell’evento a cui assistevano), questo chiaramente quando non si proiettavano immagini.
Bellissimo e suggestivo il Flash Mob organizzato dal Gruppo Antispecista Toscano, contro ogni abuso e sfruttamento ai danni degli Animali.
E’ stato emozionante dar voce ai più discriminati fra tutti gli esseri viventi, quelli che per abitudine e retaggio consolidato nel tempo, muoiono a milioni per il solo peccato di gola

Serena Ruffilli
Presidente L.I.D.A. Firenze Onlus

Damiano Gori
Presidente Circolo Antispecista No Cage

Tutte le foto

Video Apertura corteo contro i mattatoi – Firenze

Video Piazza Duomo libera

Posted in crimini legalizzati?!?, maltrattamenti | Leave a Comment »

15 giugno: Giornata Internazionale contro i Mattatoi

Posted by lidafirenze su 15 giugno, 2013

163655306-d3e3c77e-5e93-4b09-a6ad-f99cf5392005

su Repubblica.it alcune foto della manifestazione di oggi contro i mattatoi

Posted in caccia, circhi, crimini legalizzati?!?, maltrattamenti, pellicce, vivisezione e sperimentazione | Leave a Comment »

Firma la petizione: Legge europea per l’obbligo di videosorveglianza e documentazione in tutti i mattatoi

Posted by lidafirenze su 7 giugno, 2013

Riesci a immagina di subire una operazione chirurgica pienamente cosciente e e senza anestesia?
Un incubo?
Ma la crudele realtà per milioni di animali uccisi in Germania e tutta l’Europa.

Secondo la Commissione Europea (Maggio 2011) circa il 75% degli animali abbattuti subisce questa terribile fine, in genere sono tagliati dalle macchine ancora vivi e coscienti – amputati, fatti a pezzi, appesi agli uncini, sanguinanti e urlanti.

L’attuale legislazione non prevede monitoraggio video, documentazione e controllo:
Regolamento (CE) n. 1099/2009 del Consiglio, del 24 settembre 2009, relativo alla protezione degli animali durante l’abbattimento.

Firma la petizione: http://www.petitionen24.com/europaweite_videouberwachung_an_schlachthofen_und_dokumentation

La petizione richiede l’immediata introduzione di:

– MONITORAGGIO VIDEO continuato dell’intero processo
– ISTITUZIONE DI DOCUMENTAZIONE E STATISTICHE
– IMPLEMENTAZIONE DEI CONTROLLI DA PARTE DEGLI UFFICI VETERINARI
– PENALTIES for breaking the law.
– Mettere tutte le RESPONSABILITA’ LEGALI sotto il controllo di un organo amministrativo nazionale in grado di far rispettare le leggi di protezione degli animali
– INDIVIDUAZIONE dei prodotti a base di carne da macello con telecamere a circuito chiuso.

I consumatori europei hanno il diritto di avere la garanzia che a tutti gli animali è stato dato un anestetico generale prima della macellazione per una morte indolore.
Tutti i macelli devono ottenere un certificato annuale rinnovabile e l’applicazione di una speciale etichetta a tutte le carni.

Posted in crimini legalizzati?!?, iniziative importanti, maltrattamenti, notizie | 3 Comments »

CORTEO NAZIONALE CONTRO I MATTATOI – FIRENZE, SABATO 15 GIUGNO 2013 Concentramento in Piazza della Repubblica, ore 13.30

Posted by lidafirenze su 29 maggio, 2013

locandina italianoSabato 15 Giugno, in tantissime città del mondo, Istanbul, Boston, Montreal, Parigi e molte altre, si terranno manifestazioni per la giornata Internazionale contro i Mattatoi.
L’Italia aderisce all’iniziativa organizzando un Corteo Nazionale con l’ausilio di un maxischermo mobile di 12 mq, su cui verranno proiettati filmati al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica in merito alla condizione degli Animali in questa società.
Viviamo in una società che ogni istante reifica il valore di una vita in un cartellino con un prezzo.
La vita non ha un prezzo, non può avere un valore ‘un tanto al kg’.

Siamo tutti terrestri, siamo tutti Animali.

PROMOTORI EVENTO
– Laverabestia.org
– Associazione No Cage
– LIDA Firenze Onlus

ASSOCIAZIONI ADERENTI 
Animal Empathy/Green Riot – Animal Freedom – Animalisti Friuli Venezia Giulia – Antispecisti Pratesi – A.P.A.S. San Marino – A.P.D.A. (Associazione per i Diritti degli Animali) –  A.R.A. Onlus – Amiata Randagia Antispecista – Associazione Vegetaliana di Empoli – AVAPA Onlus – Association Valdotaine pour la Protection des Animaux – Valle d’Aosta – CEDA – Comitato Europeo Difesa Animali – GAT – Gruppo Antispecista Toscana – Ippoasi – Lamento Rumeno – Movimento UNA (Uomo Natura Animali) – Movimento Vegetariano NO Alla Caccia – Oltre la Specie – ProBios – Progetto Vivere Vegan – Vallevegan – Venus in fur 


La Commissione UE nel maggio 2012 ha annunciato che fino al 75% degli animali è ucciso senza anestesia e pienamente cosciente: le ragioni principali sono i costi e il lavoro a cottimo.
Questa è una violazione del benessere degli animali e delle leggi sul lavoro.
Per fermare queste pratiche crudeli chiediamo la videosorveglianza obbligatoria e la documentazione sullo stordimento preventivo.

Firma la petizione http://www.petitionen24.com/europaweite_videouberwachung_an_schlachthofen_und_dokumentation

Leggi il seguito di questo post »

Posted in crimini legalizzati?!?, Eventi, maltrattamenti | 1 Comment »

PAPILLON. POVERO PICCOLO CHE TRISTE FINE!!!!

Posted by lidafirenze su 27 ottobre, 2009

A chi si deve imputare la morte di un’altra vittima del sistema canili lager tanto frega qualcosa di un cane e dei soldi dei contribuenti che si intascano i malaffaristi, a qualcuno?
A quale sindaco dobbiamo recapitare le nostre sentite condoglianze?

A quale procura dovremmo recarci per presentare una denuncia che abbia una qualche probabilità di avere un seguito?

Forse nel Ruanda, magari più civilizzato di noi?

Perché in Italia, a quanto pare con le esperienze patite e subite nei tribunali del circondario di Rieti e di Cicerale, così a capocchia di spillo, c’è poco da stare allegri.

Ci terremmo particolarmente conoscere gli enti istituzionali, le ASL, i politici locali. Personalmente, per guardarli fisso, ad uno ad uno, negli occhi e invitarli tutti in piazza, ad una veglia funebre:
per la legge che è morta, per la pietà che si è fatta marmo, per l’umanità che si è persa.

In tutta Italia
Chiliamacisegua

Leggi il seguito di questo post »

Posted in cani, crimini legalizzati?!?, maltrattamenti | Leave a Comment »

La gang dei canili

Posted by lidafirenze su 27 ottobre, 2009

la gang dei canili
Un interessante articolo pubblicato da La Padania

scarica in formato pdf

[segnalato da: www.chiliamacisegua.org/]

Posted in crimini legalizzati?!?, maltrattamenti | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: