LIDA Firenze

Lega Italiana dei Diritti dell'Animale

Archive for the ‘liberazioni e vittorie’ Category

Nasce a Monza il primo centro italiano per la cura degli animali da laboratorio

Posted by lidafirenze su 1 novembre, 2010

La Collina dei conigli ospita anche ratti e cavie che vengono assistiti da volontari
Una volta risolti i problemi di salute e di comportamento, possono essere adottati

[Repubblica.it] Buffy arriva da un’università milanese dove i conigli sono utilizzati per test farmaceutici. Soffre di un’encefalite che le impedirà per sempre di rialzare la testa, mentre Jonathan, abbandonato da cucciolo, ora guarda spaurito chiunque gli si avvicini. Sono due ospiti della Collina dei conigli, la onlus che ha creato nel cuore del parco di Monza il primo centro di recupero italiano per piccoli animali da laboratorio.

leggi l’articolo

Posted in liberazioni e vittorie, vivisezione e sperimentazione | Leave a Comment »

INDAGATI SINDACO SCICLI E VETERINARI ASL

Posted by lidafirenze su 24 giugno, 2009

CHE SIA DI BUON AUSPICIO
BANZAI!!!!
INDAGATI SINDACO SCICLI E VETERINARI ASL
Giovanni Venticinque e Fulvio Manno

Ecco la mail a cui rivolgere tanti complimentoni
sindaco@comune.scicli.rg.it;

Aziende Sanitarie Locali (ASL) a Scicli
Azienda unita’ sanitaria locale n. 7 servizio pluridisciplinare
Dirigente Fulvio Manno
info@sciclinews.com;

Il coscienzioso dirigente che per ricordare meglio, aveva dichiarato all’indomani della tragedia:

http://www.sciclinews.com/news/Il-manager-Ausl-Manno-chiede-le-dimissioni-della-Martini-/0000009481

RANDAGISMO: IL MANAGER AUSL REPLICA AL SOTTOSEGRETARIO DI STATO ALLA SALUTE

«La Martini valuti l’opportunità di dimettersi»

IL MANAGER AUSL FULVIO MANNO RAGUSA.
L’invito è garbato ma concreto. E’ quello a rassegnare le dimissioni. Un invito diretto al sottosegretario di Stato alla Salute, Francesca Martini, che parte dal manager dell’Ausl 7, Fulvio Manno. Ieri mattina, nel corso di una trasmissione televisiva in onda su Raidue, la Martini è stata in collegamento in diretta dal Parlamento e si è confrontata con il sindaco di Modica, Antonello Buscema, anche lui in diretta in videocollegamento.
La Martini è stata particolarmente pesante con i servizi veterinari locali che invece vengono assolutamente difesi da Manno in una lettera inviata alla stessa rappresentante istituzionale e dove è contenuto l’invito alle dimissioni.
«Occorre sottolineare come voler accollare all’Ausl la responsabilità dell’accaduto è un indegno gioco delcerino, volendo attribuire responsabilità proprie ad altri – scrive Manno –. Infatti, come dovrebbe esserenoto alla Martini, nella qualità di sottosegretario del Ministero della Salute, l’Ausl non ha alcuna potestà di imporre l’apposizione di microchip a cani che sono stati
sottoposti a sequestro giudiziario. Come dovrebbe essere, altrettanto, noto che per quanto sottoposto a sequestro è necessaria una specifica autorizzazione dell’autorità competente per poter effettuare qualunquemodifica e, quindi, anche l’identificazione di cani mediante microchip. Corre l’obbligo di segnalare che con riferimento alla richiesta di finanziamento di oltre 1.300.000 euro per la costruzione di un canile è stato concessa al Comune di Modica la somma di 50.000 euro, a dimostrazione di una politica fatta di annunci, che privilegiando gli interventi a pioggia non risolve alcun problema se non la soddisfazione d’interessi particolari».
Poi l’invito a lasciar la carica politica ricoperta: «Per tutto quanto sopra e attesa la scarsa conoscenza delle norme di legge, non ammissibile in chi rappresenta le istituzioni, sarebbe opportuno che la Martini valutassela possibilità di dimettersi dall’incarico ricoperto».
MICHELE BARBAGALLO

LA STORIA QUI

http://www.chiliamacisegua.org/2009/03/20/%C2%ABla-martini-valuti-l%E2%80%99opportunita-di-dimettersi%C2%BB/

SUGGERIAMO DI INVIARE ANCHE QUESTO INTERESSANTE VIDEO CON l’AUGURIO CHE POSSA ESSERE L’ ILLUMINAZIONE DI DAMASCO PER GLI AMMINISTRATORI CHE PENSANO CHE PROVVEDERE AGLI ANIMALI, SIA UN ROBA DA ISTERICHE ZITELLE MALNATE E MALVISSUTE, CON LA PREGHIERA CHE QUEI SINDACI CHE NON SANNO INTERPRETARE NE IL RUOLO POLITICO NE IL PENSIERO INDOTTO DALLA CONOSCENZA, RITROVINO ALMENO LA COSCIENZA CIVICA

I Cani Abbandonati
SENSIBILIZZARE L’UOMO CONTRO L’ABBANDONO DISTRUGGERE L’IGNORANZA…
DANILO MAINARDI SPIEGA A GIANNI RIOTTA IN TV7

CHILIAMACISEGUA
www.chiliamacisegua.org
www.chiliamacisegua.info

Posted in liberazioni e vittorie | Leave a Comment »

ANIMALI MALTRATTATI: FORESTALE NE SEQUESTRA 70 A MONTECATINI

Posted by lidafirenze su 28 maggio, 2009

(AGI) – Montecatini Terme (Pistoia), 27 mag – Una sessantina tra pappagalli e rapaci vari, un leone marino, quattro alligatori, sette anaconde ed un pitone. Animali che erano protagonisti di ‘Victor, spettacolo delle meraviglie’ e che sono stati sequestrati. Una sorta di circo, presente in questi giorni a Montecatini Terme, finito nel mirino degli uomini del Corpo Forestale dello Stato di Firenze, Roma e Pistoia. La causa di tutto, i presunti maltrattamenti ai quali gli animali sarebbero stati sottoposti quotidianamente. Un’accusa per la quale il circo ‘Victor’ aveva gia’ ricevuto, nei giorni scorsi, una ‘visita’ da parte dell’inviato di ‘Striscia la notizia’, terminata poi in una diatriba tra il giornalista del Tg satirico ed il titolare della struttura. Il tendone di ‘Victor’ e’ tutt’ora parcheggiato nello spazio antistante il palazzo dello sport di Montecatini Terme. I controlli degli uomini della Forestale e quelli dei veterinari avrebbero confermato i maltrattamenti, oltre che la mancanza – per alcuni animali – della necessaria documentazione relativa alla loro provenienza.
Tutti elementi che hanno convinto il magistrato a firmare la convalida per il sequestro degli animali, disposto dalla Forestale. Per rettili, volatili e leone marino gli uomini della Forestale hanno gia’ trovata una sistemazione. Il leone marino finira’ a Gardaland, mentre gli altri animali saranno ospitati in strutture idonee, tra le quali quella del wwf di Semproniano, in provincia di Grosseto.

Posted in circhi, liberazioni e vittorie | 2 Comments »

Fallito ennesimo tentativo di imporre la liberalizzazione della caccia!

Posted by lidafirenze su 20 maggio, 2009

19 maggio 2009

Comunitaria: alla Camera le modifiche alla 157 sono state messe da parte. Aspettano momenti migliori e un calo di attenzione?

Sono stati ritirati gli emendamenti presentati dalla Lega Nord con un blitz alla legge Comunitaria!

Oggi pomeriggio, durante la seduta della Camera per il recepimento della Legge comunitaria si è verificato l’ennesimo tentativo di stravolgere la legge 157/92 con gli emendamenti presentati in corsa dalla Lega Nord per imporre, ancora una volta, quanto già contenuto nel testo approvato al Senato e poi respinto in Commissione Agricoltura della Camera grazie alle pressioni delle associazioni anti caccia.

Grazie alle proteste degli esponenti dell’opposizione, on. Zamparutti dei Radicali-PD e on.Susanna Cenni (PD) e anche per l’intervento di Catanoso del PDL, lo stesso relatore on Gianluca Pini della Lega Nord ne ha proposto il ritiro.

Questa ulteriore tappa non deve farci comunque abbassare la guardia e tranquillizzare nessuno. Rimaniamo vigili e pronti a far sentire le nostre voce di dissenso totale alla liberalizzazione della caccia!

grazie Daniela Casprini

Associazione Vittime della Caccia – www.vittimedellacaccia.org
info@vittimedellacaccia.orgvittimecaccia@libero.it

Posted in caccia, liberazioni e vittorie | Leave a Comment »

La storia di Xenia «Una vita spesa per il bene dei cani»

Posted by lidafirenze su 19 maggio, 2009

NASCE L’AMBULATORIO VETERINARIO PER STERILIZZARE, A PREZZO DI COSTO, RANDAGI GESTITI DA ASSOCIAZIONI…

Una fondazione e un rifugio

Maria Paola Gianni Un’intera vita dedicata ai cani.

L’arzilla settantaquattrenne Xenia Prelz, italianissima, ma esule di Fiume, vive a Campagnano, alle porte di Roma, e continua a stupire tutti con le sue iniziative a favore dei suoi prediletti cani randagi. Da sempre si occupa di loro, da 25 anni ha una pensione per quattro zampe, da 10 una fondazione (Prelz, Campagnano di Roma Tel.: 069041448 http://www.adottauncane.it) che si occupa di trovatelli e, “non contenta”, da un mese ha persino aperto una clinica rivolta non a privati, ma solo alle associazioni di volontariato e ai Comuni che non abbiano una struttura per sterilizzare i cani. «Sono nata con gli animali», racconta Xenia, «ho iniziato ad amarli da quando avevo quattro anni, ho allevato bulldog inglesi, e poi mi sono dedicata solo ai trovatelli». La fondazione al momento ospita 120-150 cani, anche quattro zampe sequestrati, 30 dalla Sicilia, zona Scicli, altri 10 dall’Abruzzo, dopo il sisma, tutti bisognosi di cure, la maggior parte sterilizzati. «Ricoveriamo continuamente cani malati, cucciolate di cassonetti, femmine gravide», continua Xenia, «come fondazione sono anni che sterilizziamo a spese nostre. Le associazioni e i Comuni che avessero bisogno di sterilizzare cani, unica soluzione al randagismo, possono mettersi in contatto con noi, faremo pagare solo i costi vivi». Tante le spese sostenute dalla fondazione, ad esempio, come precisa Xenia, «da anni ci occupano di 50 cani microchippati, del Comune di Campagnano, che per loro non ci ha mai dato un centesimo». Per questo ogni offerta (basta ciccare sul sito) è sempre ben accetta. Ma come passa la giornata, l’arzilla signora? Sveglia alle cinque e mezza, alle sei va in canile per la colazione e il controllo di tutti gli ospiti, alle nove in ufficio, per otto ore, poi c’è la cena dei quattro zampe. «Lavoro anche quattordici ore al giorno, nessuna vacanza. Ma quello che mi stanca di più è combattere con tante difficoltà amministrative. Per questo abbiamo aperto la clinica di sterilizzazione. E chi volesse darci un’offerta, saremo lieti di accettarla».

15/05/2009

Posted in liberazioni e vittorie | Leave a Comment »

sequestro di volatili napoli

Posted by lidafirenze su 18 maggio, 2009

DOMENICA 17 MAGGIO 2009 LE GUARDIE ZOOFILE E VENATORIE DELLA SEZIONE LIDA NAPOLI, UNITE AL NUCLEO OPERATIVO ANTIBRACCONAGGIO DELLA SEZIONE LIDA CAMPANIA E CONGIUNTAMENTE ALLA GUARDIA DI FINANZA DI POZZUOLI HANNO EFFETTUATO UN OPERAZIONE DI POLIZIA GIUDIZIARIA; DAI RISULTATI DI TALE PERQUISIZIONE
SONO STATI TROVATI 180 VOLATILI DI TIPO CARDELLINI , FAUNA PROTETTA DI PROPRIETA’ DELLO STATO, N°3 RETI GRANDI PER TRAPPOLE D’UCCELLAGIONE , N°6 NASTRI DA CANTO PER CARDELLINI, N°4 FONOFILI DA RICHIAMO E CIRCA UNA 80INA DI CANARINI; TUTTO ERA DETENUTO IN UN FABBRICATO SITO IN QUARTO (NA) DA UN BRACCONIERE CON PRECEDENTI PENALI PER FURTO . ( C.C. DI ANNI 53 ) I VOLATILI DI CARDELLINI SONO STATI LIBERATI PRESSO IL PARCO PIETRO PETRUCCI DI CASAVATORE (NA)  MENTRE I CANARINI DETENUTI IN FORMULA DI MALTRATTAMENTO TOTALE SONO STATI LASCIATI IN GIUDIZIALE CUSTODIA ALLO STESSO. L’OPERAZIONE E’ STATA CONDOTTA DAL CAPITANO DELLA GUARDIA DI FINANZA DI POZZUOLI (NA) CAPITANO GIANLUIGI BRASILI E DAL RESPONSABILE REGIONALE DELLA LIDA CAMPANIA CARMINE MAZZA . UNITAMENTE AL RESPONSABILE NUCLEO ANTIBRACCONAGGIO DELLA SEZIONE LIDA NAPOLI , L’INDAGATO E STATO DENUNCIATO PRESSO LE A.G. DELLA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI NAPOLI PER VIOLAZIONI DELLA LEGGE 189/2004 E LEGGE 157/1992.

DISTINTI E CORDIALI SALUTI
CIRO CORTESE

Posted in liberazioni e vittorie | 1 Comment »

Treviso. Il cane Igor non morirà: lo adotterà un addestratore marchigiano

Posted by lidafirenze su 8 maggio, 2009

Dopo gli appelli arrivati al Gazzettino, un esperto ne ha chiesto l’affidamento: «Potrà tornare a vivere con le persone»

FotoGallery

TREVISO (7 maggio) – C’è una speranza per Igor, il cane meticcio bianco che circa un mese fa aveva aggredito ben sei persone, fuggendo dal giardino dove viveva a Treviso. Oggi, ai medici veterinari dell’Usl 9 della città, dove il cane è tenuto in attesa di deciderne le sorti, è arrivata una richiesta di adozione: a prendersi cura di Igor, molto probabilmente, saranno gli specialisti di WolfEmergency.
Secondo le parole dei medici che hanno avuto in cura Igor in questo periodo, compresi i veterinari comportamentisti chiamati dall’Università di Padova, il recupero sarebbe stato quasi impossibile. Diversa l’opinione di Claudio Mangini, Animal Trainer e presidente di WolfEmergency: «Possiamo salvarlo. Abbiamo oggi stesso inoltrato la richiesta ufficiale alla Usl competente. Non vediamo sinceramente il motivo di un loro rifiuto». La bella notizia arriva proprio allo scadere del tempo: ogni giorno di più il meticcio rischiava di essere soppresso.

Mangini, di Civitanova Marche, è venuto a conoscenza del caso di Igor grazie alle pagine del Gazzettino e al sito che non hanno mai abbassato l’interesse verso la sua triste storia, da qui l’ipotesi dell’adozione, concretizzata oggi con la richiesta ufficiale.

Mangini, ammesso che i medici dell’Ulss diano il via libera per l’affidamento, crede fermamente nella possibilità di recuperare il cane, nonostante i suoi comportamenti aggressivi: «Escludendo i casi come quello di Scicli in Sicilia in cui, a monte, concorrono responsabilità istituzionali in ordine a gravi inadempienze sull’applicazione della normativa vigente in materia di randagismo, per i casi come quello di Igor, vanno fatte alcune considerazioni.
A volte il temperamento di un cane non si adatta adeguatamente a condizioni di detenzione classiche e, nel tempo, tale stabulazione causa frustrazioni che possono culminare in manifestazioni di patologie aggressive verso le persone o contro i propri simili».

Un atteggiamento aggressivo che ha portato Igor a mordere ben sei persone, ma che comunque, sempre per Mangini, può e deve essere corretto: «Come comportamentista ed etologo cinofilo, nonché animal trainer di varie specie animali per il cinema e la TV, non riesco a pensare che un cane sia irrecuperabile dal punto di vista comportamentale e di aggressività: sono circa 1400 i casi di cani che, negli ultimi due anni, ho risolto».

L’intento è chiaro, ma come si realizzerà il recupero del cane? «Visto che i veterinari dell’Azienda USL 9 di Treviso hanno dichiarato di non lasciare niente di intentato per salvare il cane dalla soppressione, gli abbiamo chiesto di affidarcelo per la rieducazione, offrendo gratuitamente ogni tipo di supporto necessario affinché Igor possa tornare a vivere in mezzo alle persone. Infatti, in ragione delle nostre specifiche competenze, siamo disponibili ad ospitarlo presso le nostre strutture in Toscana e, attraverso una Web Tv, mostrare agli interessati tutte le diverse fasi di riabilitazione e rieducazione del cane. Ovviamente siamo disponibili anche ad occuparci del viaggio e tutto quanto concerne l’affidamento».

Posted in cani, liberazioni e vittorie | Leave a Comment »

A Scalea ferrovia interrotta per un cane legato al binario

Posted by lidafirenze su 17 aprile, 2009

Image Scalea (CS) – Volevano far fuori un cane in un modo brutale. Grazie ad un macchinista che viaggiava in senso opposto l’animale è stato salvato. Nella mattinata di mercoledì è stata segnalata alla sala controllo la presenza di un cane, legato al binario.
Bloccato il traffico ferroviario in direzione Sud, sul posto sono giunti i dipendenti di Trenitalia ed il responsabile della Lega italiana dei diritti dell’animale, di Scalea.

IL QUOTIDIANO
11 APRILE 2009

A Scalea ferrovia interrotta per un cane legato al binario
La Lega per gli animali ha presentato denuncia. Mercoledì mattina è stata segnalata alla sala controllo la presenza di un cane, legato al binario

Scalea (CS) – Volevano far fuori un cane in un modo brutale. Grazie ad un macchinista che viaggiava in senso opposto l’animale è stato salvato. Nella mattinata di mercoledì è stata segnalata alla sala controllo la presenza di un cane, legato al binario.
Bloccato il traffico ferroviario in direzione Sud, sul posto sono giunti i dipendenti di Trenitalia ed il responsabile della Lega italiana dei diritti dell’animale, di Scalea. La corda era legata saldamente alla rotaia, ma il cane era riuscito a liberarsi da solo. Lungo i binari, in seguito a verifica, non sono state trovate, infatti, tracce di sangue. «Ci chiediamo – scrive Giuseppe Crusco della Lida – come si può arrivare a tutto ciò? Legare un cane al binario con l’intento di farlo morire. Pensiamo che dietro questi gesti ci siano problemi psicologici». L’accaduto è stato denunciato alla Procura, contro ignoti.

Posted in cani, liberazioni e vittorie, maltrattamenti | 1 Comment »

VITTORIA! IN AUSTRALIA NON VERRANNO PIÙ UTILIZZATI I CONIGLI PER LA VIVISEZIONE

Posted by lidafirenze su 2 aprile, 2009

L’OIPA era intervenuta a livello internazionale con un appello in sostegno. Siamo felicissimi di annunciare che la Monash University ha confermato che le dissezioni di conigli vivi non avranno più luogo. I corsi che prevedevano l’impiego di animali sono stati sostituiti con alternative non animali. Grazie di cuore a tutti coloro che hanno partecipato alla protesta ed inviato mail in difesa degli animali. Questa enorme vittoria per i conigli non sarebbe mai arrivata senza il vostro aiuto!

Leggi la notizia alla pagina http://www.oipaitalia.com/vivisezione/notizie/australia.html

Posted in liberazioni e vittorie, vivisezione e sperimentazione | Leave a Comment »

LANCIAVA PETARDI CONTRO GATTI, DONNA CONDANNATA IN ABRUZZO

Posted by lidafirenze su 1 aprile, 2009

(AGI) – Lanciano (Chieti), 1 apr. – Abruzzo all’avanguardia nella tutela degli animali. Il Tribunale di Lanciano ha infatti condannato una cittadina, che aveva deliberatamente sottoposto a maltrattamento dei gatti, con lo scopo di impaurirli, lanciando contro di loro dei petardi, col rischio di provocare tra l’altro dei danni all’apparato uditivo. Dovrà pagare 2.500 euro di multa. Il processo ha visto la costituzione di parte civile dell’Associazione Animalisti Italiani Onlus, presieduta dal consigliere regionale abruzzese dei Verdi, Walter Caporale, associazione portatrice di un interesse riconosciuto in sede giudiziaria per la protezione degli animali. «Si tratta di una Sentenza esemplare – hanno commentato Michelino Dell’Elce e Gianluca Racano, gli avvocati degli Animalisti Italiani Onlus – emessa sulla base dell’art. 544 ter del Codice Penale, che, applicato correttamente come in questo caso, costituisce una vera conquista di civiltà». «Finalmente anche in Italia, come negli Stati Uniti, in Gran Bretagna, in Germania, Olanda, Svezia e Danimarca – dichiara Walter Caporale, presidente nazionale degli Animalisti Italiani Onlus nonchè consigliere regionale in Abruzzo – il maltrattamento degli animali viene punito a prescindere dal fatto che un privato sia il `proprietariò degli animali stessi. Questo reato di maltrattamento è infatti giustamente perseguibile d’ufficio, senza che vi sia bisogno di una querela da parte di chi si prende cura degli animali stessi. Viene quindi riconosciuto all’animale non lo status di una cosa, di un oggetto appartenente al proprietario che per questo viene danneggiato, ma una soggettività giuridica propria. In questo modo, si fa un passo avanti verso il riconoscimento di un vero e proprio patrimonio di diritti che fanno capo direttamente agli animali, e quindi verso un rapporto corretto e vitale (e non di dominio assoluto) tra l’uomo e l’animale e tra l’uomo e l’ambiente”. (AGI)

Posted in eventi spiacevoli, liberazioni e vittorie | 3 Comments »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: