LIDA Firenze

Lega Italiana dei Diritti dell'Animale

Archive for the ‘tanto per ridere’ Category

L’Agility per criceti non si era mai vista!

Posted by lidafirenze su 16 giugno, 2009

Posted in tanto per ridere | Leave a Comment »

Ecco Cleo, la cinghialina orfana che si crede un gatto

Posted by lidafirenze su 16 giugno, 2009

Cleo è una cinghialina trovata da un giovane in un bosco della bassa vallata del Vara, alla Spezia. Il ragazzo stava passeggiando con i suoi cani quando ha sentito un pianto disperato. Cleo vegliava la madre, rimasta uccisa nel laccio di un bracconiere. Il ragazzo ha raccolto il cucciolo e ha contattato l’ufficio tutela animali della Spezia, diretto da Antonietta Zarrelli. Il cucciolo è stato ribattezzato Cleopatra. Non si sperava di salvarla: è sempre molto difficile quando si tratta di neonati. Tuttavia al centro Wwf dei Ronchi di Massa sono riusciti a nutrirla con il biberon. Ora il problema è il futuro: Cleo dipende completamente dall’uomo, attende di essere nutrita, e si comporta come un animale domestico. Reinserirla in un ambiente selvatico è impensabile: correrebbe festosa tra le braccia dei cacciatori. La Zarrelli si appella ai parchi nazionali: se qualcuno ha posto, la adotti
[10 giugno 2009]

Posted in non tutti sanno che, tanto per ridere | 2 Comments »

ATTENZIONE: attraversamento ricci!

Posted by lidafirenze su 21 maggio, 2009

Autisti!

ricordatevi: quando guidate state attenti anche a me perché questa é la stagione di noi piccoli 🙂

Posted in non tutti sanno che, tanto per ridere | Contrassegnato da tag: | 1 Comment »

Fugge dal padrone e ritorna al canile

Posted by lidafirenze su 11 maggio, 2009

L’insolita storia di Birillo: il cane, una volta rientrato nella struttura, ha iniziato a scodinzolare per la gioia

MONTECATINI TERME (PISTOIA) – Meglio tornare al canile che stare con il nuovo padrone. È la storia insolita di un cane meticcio di nome Birillo. Era stato abbandonato ed era finito al canile Hermada di Montecatini. Qualche mese fa Birillo aveva trovato un padrone disposto ad adottarlo. Oggi però il cane ha lasciato la sua nuova dimora e il nuovo proprietario ha segnalato la scomparsa anche al canile. Un’ora dopo Birillo si è presentato davanti ai cancelli della struttura. È stato un volontario ad avvisare la vicepresidente del canile, ed è stata lei, un po’ incredula, a riconoscerlo.

LA FESTA DEL RITORNO – Il cane una volta aperto il cancello ha iniziato ad abbaiare a scodinzolare. «Una scena che non dimenticheremo tanto facilmente – dicono i responsabili del canile -. Se un cane addirittura arriva a fuggire per tornare al canile vuol proprio dire che lì si è sentito amato e accudito e bisogna soltanto ringraziare chi lavora al canile sia come dipendente che come volontario, facendo un servizio a tutta la comunità e facendolo soprattutto con amore e passione». Naturalmente il proprietario è stato avvertito e poco dopo Birillo ha lasciato il canile per la sua nuova casa. L’uomo ha assicurato, che per evitare altre fughe, porterà ogni tanto Birillo al canile a trovare i vecchi compagni: uomini e animali.

10 maggio 2009

Posted in cani, tanto per ridere | Leave a Comment »

COME SOMMINISTRARE UNA PILLOLA A UN GATTO …E A UN CANE

Posted by lidafirenze su 7 gennaio, 2009

gattoneCOME SOMMINISTRARE UNA PILLOLA A UN GATTO (QUESTA E’ DA RIDERE!)

1°) Prendete il gatto e sistematelo in grembo tenendolo col braccio sinistro come se fosse un neonato. Posizionate pollice e indice sui rispettivi lati della bocca del gatto ed esercitate una pressione delicata ma decisa finchè il gatto apre la bocca. Appena il gatto apre la bocca, inserite la pillola in bocca. Consentite al gatto di chiudere la bocca, tenetela chiusa e con la mano destra massaggiate la gola per invogliare la deglutizione.

2°) Cercate la pillola in terra, recuperate il gatto da dietro il divano e ripetete il punto n. 1.

3°) Recuperate il gatto dalla camera da letto e buttate la pillola ormai molliccia.

4°) Prendete una nuova pillola dalla confezione, sistemate il gatto in grembo tenendo le zampe anteriori ben salde nella mano sinistra. Forzate l’apertura delle fauci e spingete la pillola in bocca con il dito indice della mano destra. Tenetegli la bocca chiusa e contate fino a dieci.

5°) Recuperate la pillola dalla boccia del pesce rosso e cercate il gatto nel guardaroba. Chiamate qualcuno ad aiutarvi.

6°) Inginocchiatevi a terra con il gatto ben incastrato tra le gambe, tenete ben salde le zampe anteriori e posteriori. Ignorate il leggero ringhiare del gatto. Dite al vostro aiutante di tenere ben salda la testa con una mano mentre inserisce un abbassalingua di legno in bocca. Inserite la pillola, togliete l’abbassalingua e sfregate vigorosamente la gola del gatto.

7°) Convincete il gatto scendere dalle tende. Annotate di farle riparare. Scopate con attenzione i cocci di statuine e vasi rotti cercando di trovare la pillola. Mettete da parte i cocci con la nota di reincollarli più tardi e, se non avete trovato la pillola, prendete un’altra pillola dalla confezione.

8°) Avvolgete il gatto in un lenzuolo e chiedete al vostro aiutante di tenerlo fermo usando il proprio corpo in modo che si veda solo la testa del gatto. Mettete la pillola in una cannuccia, forzate l’apertura delle fauci del gatto aiutandovi con una matita e usando la cannuccia come cerbottana posizionate la pillola in bocca al gatto.

9°) Leggete il foglietto illustrativo del farmaco per controllare che non sia dannoso per gli esseri umani. Bevete un succo di frutta per mandare via il saporaccio. Medicate il braccio del vostro aiutante e lavate il sangue dal tappeto usando acqua fredda e sapone.

10°) Recuperate il gatto dal garage dei vicini. Prendete un’altra pillola. Incastrate il gatto nell’anta dell’armadio in modo che si veda solo la testa. Forzate l’apertura delle fauci con un cucchiaino. Ficcategli la pillola in gola usando un elastico a mo’ di fionda.

11°) Cercate un giravite nella vostra cassetta degli attrezzi e rimettete a posto l’anta dell’armadio. Medicatevi la faccia e controllate quando avete fatto l’ultima antitetanica. Buttate la maglietta e indossatene una pulita e intatta.

12°) Telefonate ai pompieri per recuperare il gatto dall’albero del dirimpettaio. Chiedete scusa al vostro vicino di casa che rincasando ha sbandato e ha fracassato la macchina contro il muro per evitare di investire il vostro gatto impazzito che attraversava la strada di corsa. Prendete l’ultima pillola dalla confezione.

13°) Legate le zampe anteriori e le zampe posteriori del gatto con un corda e legatelo al piede del tavolo. Cercate i guanti da lavoro e indossateli. Inserite la pillola nella bocca del gatto facendola seguire da un grosso pezzo di filetto di manzo. Tenete la testa del gatto in posizione verticale e inserite 2 bicchieri di acqua in modo da assicurarvi che abbia ingoiato la pillola.

14°) Dite al vostro aiutante di portarvi al pronto soccorso, restate seduti pazientemente mentre i dottori ricuciono le vostre dita alla mano ed estraggono i frammenti di pillola dall’occhio destro. Sulla strada per tornare a casa fermatevi al negozio di arredamento per comprare un nuovo tavolo.

15°) Telefonate alla Protezione Animali per vedere se possono prendersi cura di un gatto mutante. Telefonate al più vicino negozio di animali per vedere se ci sono in vendita dei criceti.

COME SOMMINISTRARE UNA PILLOLA AD UN CANE:

1°) Avvolgetela in un pezzo di carne.

Posted in tanto per ridere | 2 Comments »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: