LIDA Firenze

Lega Italiana dei Diritti dell'Animale

Firenze, Sabato 10 Dicembre: primo convegno italiano antispecista

Posted by lidafirenze su 20 novembre, 2011

PRIMO CONVEGNO ITALIANO ANTISPECISTA

Firenze, Sabato 10 Dicembre – Palazzo Vecchio – Salone de’ Dugento

Il 10 dicembre 2011 a Firenze, giornata mondiale per i diritti degli Animali, in Palazzo Vecchio, avrà luogo il primo “Convegno Italiano Antispecista” organizzato dalla L.I.D.A. Firenze Onlus, Lega Italiana per i Diritti dell’Animale.

Pronotazione obbligatoria entro e non oltre il 1 dicembre al seguente recapito:
Stefania Sarsini – Consigliera della LIDA Firenze: stefaniasarsini@hotmail.it

COMUNICATO STAMPA

Il 10 dicembre 2011 a Firenze, giornata mondiale per i diritti degli Animali, in Palazzo Vecchio, avrà luogo il primo “Convegno Italiano Antispecista” organizzato dalla L.I.D.A. Firenze Onlus, Lega Italiana per i Diritti dell’Animale.

Molti, troppi rimangono interdetti quando pronunciamo la parola Specismo e ancor più Antispecismo. Cosa sono lo Specismo e l’Antispecismo? L’Antispecismo è un insieme di analisi teoriche e strategie di lotta volte a contrastare lo Specismo, come ideologia e prassi fondante sulla discriminazione fra la specie umana e le altre specie. In questo Convegno cercheremo di sviluppare alcune riflessioni sui principali ambiti tematici inerenti alla relazione distorta che abbiamo instaurato con il mondo animale, dall’ambito del “Diritto Animale” come anomalia del sistema giuridico, al tema dello sfruttamento degli animali nella sperimentazione, nella ricerca e nell’industria dell’alimentazione, per chiudere con la questione politica, cercando di rintracciare le motivazioni che hanno condotto un sistema politico che si definisce democratico, a dimenticarsi dei più deboli fra i deboli: GLI ANIMALI NON UMANI.

I video di tutti gli interventi
Radio Radicale CONVEGNO PER INTERO! formato audio
La Repubblica Mettiamo gli animali nella Costituzione: versione online e versione cartacea
LaStampa.it Che cos’ho in meno di voi umani?
InFirenze Dalla parte degli animali

Molti gli autorevoli relatori fra i quali il prof. Zagrebelsky, la prof.ssa Hack, il prof. Vallauri, la prof.ssa Rescigno, il prof. Pocar.

Ospiti come relatrici le associazioni animaliste LEAL, Oltre la Specie, Progetto Vivere Vegan, Movimento Antispecista, Laverabestia.org.

Il Convegno darà ampio spazio all’importante Art. 13 del Trattato di Lisbona, in vigore in Italia dal 1 dicembre 2009, perché nella sua definizione integra tutte le leggi esistenti nazionali. La definizione di “ESSERI SENZIENTI”, contenuta nell’Art. 13, cambia la definizione degli Animali da “Oggetti di tutela” a “Soggetti titolari di diritti”, primo fra tutti quello del rispetto della loro vita, come quella di qualsiasi altro vivente. Inoltre il rango paracostituzionale e sovrannazionale di questa norma europea, in mancanza di norme costituzionali e nazionali, diventa principio fondante in materia di rapporti giuridici “Uomo-Animale”. Quando parliamo di sperimentazione e ricerca, ci riferiamo alla terza industria mondiale dopo l’industria del petrolio e delle armi, cioè l’industria farmaceutica.

12 MILIONI DI ANIMALI vengono torturati e uccisi ogni anno in Europa per una sperimentazione che è difficile da sostenere non solo a livello etico ma anche a livello scientifico. La salute dei viventi è in mano a un’industria farmaceutica costituita da multinazionali e lobbies americane potentissime con sede a Bruxelles, il cui obiettivo non è certo la nostra salute ma il PROFITTO.

Il prof. Thomas Hartung, uno dei più rinomati tossicologi e presidente del CAAT (Center Alternative Animal Testing) ci dimostrerà l’importanza dei test alternativi, se vogliamo investire in una ricerca davvero affidabile per la nostra salute.

Nel Convegno ci occuperemo anche di allevamenti e nutrizionismo. Dimostreremo come la scelta di vita Vegana non sia solo una scelta di vita etica contro l’oppressione e la violenza sugli Animali, ma sia anche una scelta ecologica e perfettamente in linea col rispetto del pianeta e di tutti i suoi abitanti.

stampa la locandina

21 Risposte to “Firenze, Sabato 10 Dicembre: primo convegno italiano antispecista”

  1. Cristina Giavoni said

    Al Convegno è stato detto che Margherita Hack non era potuta venire per frattura gamba. Eppure Margherita, lo stesso giorno, è stata a Roma a presentare il suo nuovo libro…
    http://www.libreriaassaggi.it/eventi/eventi-futuri/item/155-hack-perch%C3%A9-sono-vegetariana.html

    @Alessio Nanni: scrivere un commento così lungo non aiuta né chi vuole leggere né chi vuole scrivere altri commenti. Inoltre, non si tratta di un commento al post, ma di una presentazione lunghissima delle vs pur encomiabili attività.

  2. lidafirenze said

    Grazie Cristina, la prof.ssa Hack aveva una presentazione a Roma è vero, ma ha dovuto saltare anche quella… ci aveva avvisato infatti di questo suo secondo impegno in serata e ci aveva chiesto di anticipare il suo intervento alla mattina per prendere il primo pendolino sull’ora di pranzo e recarsi a Roma. Non è stata nemmeno li, è vero che si è rotta la gamba, la presentazione del libro l’avranno fatta i relatori presso suddetta libreria ma l’autrice non era presente. Per quanto riguarda il post di Alessio Nanni concordo, gli ho pubblicato lo stesso il commento anche se mi pareva assurdo, per amor di giustizia e democrazia, e perché non amo la censura in ogni sua forma ma anche al Convegno ha acceso un proiettore senza autorizzazione per fare propaganda al proprio movimento. Queste cose sono alquanto spiacevoli e l’atteggiamento è tipico dei politici, dai quali noi infatti stiamo a debita distanza.

  3. Cristina said

    Gentilissimi (non so esattamente chi mi ha risposto della Lida Firenze), posso confermare che Margherita era presente nella libreria di Roma, lei in persona, verificate pure.
    Per quanto riguarda il post di Alessio Nanni, secondo me non si sarebbe trattato di “censura” chiedergli di attenersi ai commenti del post e rifiutare l’off-topic. Quel lungo commento scoraggia altri a partecipare, è un peccato. Grazie per la risposta, contattate pure la Libreria di Roma e verificate.

  4. lidafirenze said

    Cristina sono Serena Ruffilli, presidente LIDA Firenze… domani scriveremo una lettera aperta alla professoressa Margherita Hack, questa storia la vogliamo chiarire certamente dato che non ci fa piacere – come potrai immaginare – venire a conoscenza della situazione che si è delineata subito dopo i nostri scambi e che a quanto pare è sotto agli occhi di tutti… dato che le parole della professoressa, il 5 dicembre sono state le testuali e che ci aveva appunto pregati di anticipare il suo intervento alla mattina per poter presenziare poi al secondo evento che aveva in ponte, le chiederemo di darci delle spiegazioni:

    From: margherita hack
    To: stefania sarsini
    Subject: Re: CONVEGNO ANTISPECISTA
    Date: Mon, 5 Dec 2011 17:34:01 +0100

    Mi dispiace molto di non poter venire al convegno, ma non sto bene, son caduta per un giramento di testa e cammino sempre peggio. I 90 anni si fanno sentire.
    Vi auguro successo e che il rispetto per gli animali cresca, che ci si renda conto delle tremende sofferenze a cui sottoponiamo molti animali, che molte specie scompaiono ogni giorno, che gli animali hanno diritto, tutti, a vivere la loro vita secondo la loro natura.
    Di nuovo auguri e un cordiale saluto a tutti
    Margherita Hack

    Per quanto riguarda l’intervento di Alessio Nanni ho fatto prima, l’ho rimosso, in effetti rileggendolo (prima ero in preda al delirio pre convegno e non ho sinceramente letto tutto fino in fondo) mi sono accorta che gli argomenti trattati poco avevano a che fare con il convegno in questione. Grazie ancora quindi per le tue segnalazioni, un abbraccio

  5. Cristina said

    Gentile Serena, prima di scrivere a Margherita verificate voi stesse – come ho fatto io – chiamando la libreria (per STRA-sicurezza).

  6. certo, sarà fatto… grazie ancora

  7. Da: Stefania Sarsini – consigliera lida firenze
    Date: 13 dicembre 2011 18:33
    Oggetto:
    A: margherita hack
    Cc: Serena Ruffilli – presidente lida firenze

    Lettera Aperta alla professoressa Margherita Hack

    GENTILE PROFESSORESSA HACK,
    SIAMO MOLTO IMBARAZZATE NEL DOVERLE SCRIVERE QUESTA EMAIL, MA PURTROPPO SUL SITO DELLA L.I.D.A. , http://www.lidafirenze.it,
    CI E’ PERVENUTA NOTIZIA CHE SABATO 10 DICEMRE , DIVERSAMENTE DA QUANTO AVEVAMO NOI AVEVAMO DETTO AL CONVEGNO ANTISPECISTA E CHE CIOE’ LEI NON POTEVA ESSERE PRESENTE PERCHE’ CADUTA , LEI SI TROVAVA A ROMA A PRESENTARE IL SUO LIBRO. OLTRE ALLA AMAREZZA CHE QUESTA NOTIZIA CI PROCURAVA , PENSANDO A QUANTO POCO VALORE LEI AVEVA DATO AL NOSTRO CONVEGNO, (LE ALLEGHIAMO GLI ARTICOLI PIU’ IMPORTANTI USCITI DOMENICA SU” LA REPUBBLICA” E” LA STAMPA”), E A QUANTA POCA IMPORTANZA LEI DAVA ALLA NOSTRA CREDIBILITA’ QUALORA SI FOSSE PENSATO CHE NOI STAVAMO RACCONTANDO UNA FALSITA’, OGGI CI TROVIAMO NELLA IMPOSSIBILITA’ DI RISPONDERE A QUESTE EMAIL. PERTANTO CHIEDIAMO A LEI LA RISPOSTA CHE DOVREMMO DARE A TUTTI COLORO CHE IN QUALCHE MISURA POSSONO METTERE IN DUBBIO LA NOSTRA BUONA FEDE.

    CORDIALI SALUTI
    STEFANIA SARSINI

  8. Vi ringraziiamo del convegno e di tutte le relazioni molto interessanti e di stimolo , un invito a partecipare,, simpatizzare al nuovo progetto politico Partito EcoAnimalista vedi pag Ufficiale su Faceboook https://www.facebook.com/PartitoEcoAnimalistaUfficiale

  9. Carissimi capisco che forse era lungo il commento a volte il copia incolla ti prende la mano , era solo n informazione che comunque era inerente al convegno perche promuovere la creazione di un partito ecoanimalista e importante per portare avanti anche tutte le bellisime idee che sono venute fuori dal convegno poi uno e libero di condividere o no ..ma che non era inerente mi sembra esagerato e fuori tema questo.spero che possiate pubblicare il mio commento sintetico . e vi invito a non sottovalutare questo .SAluti Alessio Nanni

  10. Cristina Giavoni said

    @Alessio: complimenti per il vs progetto, credo che in una sede come questa basti un commento come il penultimo da te lasciato, contentente l’indirizzo del sito. Chi vuole, approfondisce.

  11. Cristina Giavoni said

    Al Convegno, fra le tante cose interessanti ascoltate, ho riflettuto sul problema “abiti in lana”. Ma la pratica del mulesing è così diffusa? Non esistono capi in lana… cruelty-free?

  12. purtroppo buona parte della lana è prodotta in Australia e Nuova Zelanda, li per le pecore gli allevamenti sono intensivi come quelli di qualsiasi animale da reddito in tutte le altre parti del mondo. Ci sono video che mostrano COME viene ricavata la lana dalle pecore , alcune muoiono di infezioni, vengono lacerate le carni… non ti suggerisco di vederli ma ne è piena la rete di questi filmati.. Io ho ancora tanti capi in lana, finché non si macerano per poi donarli ai canili e gattili ormai li finisco.. ma già da tempo acquisto sintetico e pyle, non scalda di meno.. alcune fibre ormai sono identiche alla lana, come l’eco pelle è assai simile alla pelle….

  13. Cristina Giavoni said

    Grazie per la risposta. Ma mi pare così strano che nessuno si sia mosso per fornire lana cruelty free!
    Non si potrebbe tagliare delicatamente il pelo a pecore e capre, magari d’estate quando fa caldo, e usare il pelo tagliato per produrre maglioni, senza fare alcun male? Troppo ingenua vero? E nel marchio riferito alla composizione del tessuto, non si potrebbe indicare da dove ha origine il prodotto?

    Di questo dovrebbero / potrebbero occuparsi le associazioni?
    A proposito di associazioni, non vi pare che questo pullulare di associazioni animaliste di ogni specie (per l’appunto) rischi di disperdere energie preziose? Com’è che al convegno mancavano rappresentanti di importanti associazioni? Non sarebbe meglio fare quadrato sui temi più importanti?

  14. Al convegno sono state invitate soltanto le associazioni dichiaratamente ANTISPECISTE, ossia movimenti che rifiutano qualsiasi tipo di discriminazione basata sulla specie, sulla razza, sul sesso e che difendano qualsiasi minoranza. TUTTE LE ASSOCIAZIONI SAPEVANO DEL CONVEGNO, ALCUNI SONO STATI INVITATI PERSONALMENTE ED ERANO COMUNQUE PRESENTI. ESISTONO FRA LE ASSOCIAZIONI DEGLI OBIETTIVI DI LOTTA PER LA LIBERAZIONE ANIMALE CHE CI DIVIDONO , NOI SIAMO CONTRO OGNI RIFORMA , ED IL CONVEGNO LO HA SPIEGATO ESAURIENTEMENTE , SIAMO PER L’ABOLIZIONE DELLA SPERIMENTAZIONE , DELLA RICERCA CON ANIMALI, PER L’ABOLIZIONE DELLA CACCIA , PER L’ABOLIZIONE DELGLI ALLEVAMENTI E DEI MATTATATOI , ALTRI SONO PER FAR SOFFRIRE MENO L’ANIMALE SU CUI SI SPERIMENTA E L’ANIMALE CHE SI UCCIDE.
    NOI SAREMMO BEN FELICI DI TROVARE UN’UNITA’ DI AZIONE , MA BISOGNA PARTIRE DA UN’UNITA’ DI OBIETTIVI…..

  15. Cristina Giavoni said

    Scusate, forse sono stata imprecisa. Io parlavo soprattutto del pubblico presente in sala, mi chiedevo cioé se membri di tali associazioni erano venuti a un Convegno così importante. Ovvio che non si poteva pensare di avere decine di relatori. Anche quando partecipo alle manifestazioni animaliste noto che alcune associazioni sono refrattarie a partecipare se il loro ruolo non è quello di organizzatori.

  16. Alcune sono venute, noi abbiamo invitato tutti, c’erano alcuni attivisiti LAV, altri della Pro Animals… non ho visto nessuno dell’Oipa né le altre associazioni a cui comunque abbiamo inviato l’invito anche in cartaceo (guardie zoofile dell’ENPA per esempio) ecc… forse oltre a non essere gli organizzatori non si rivedono nei principi antispecisti e per questo non sono venuti poi molti stanno dietro ai canili e ai gattili e il Sabato di solito è giornata di volontariato… lo facciamo anche noi volontariato in canile ma agli eventi non manchiamo, mai..

  17. Sergio said

    Scusate una domanda. Nel programma c’era scritto che ci sarebbe stato anche il Prof. Zagrebelsky. Ma nel file che raccoglie l’audio del convegno non trovo l’intervento del Prof. Zagrebelsky. Alla fine non è venuto?

  18. lidafirenze said

    Non sarebbe venuto comunque per problemi personali, avrebbe dovuto registrare un video messaggio con un cast che avevamo organizzato in occasione della sua visita a Firenze all’Archivio di Stato (conferenza) per il 4 dicembre; quel giorno c’è stato lo sciopero delle ferrovie dello stato e così il professore non è potuto venire a Firenze ed è saltato il servizio purtroppo…

  19. Cristina said

    Ma la Hack alla fine non ha più risposto? Buon Natale a tutti, nell’invito a pranzo fatto a parenti vari per domani ho scritto “Sarà un Natale gioioso anche per gli animali, visto che nessuno di loro sarà presente nei nostri piatti”… :-)))))

  20. MEGLIO TARDI CHE MAI :

    From: margherita hack
    To: stefania sarsini
    Subject: Re:
    Date: Mon, 2 Jan 2012 11:12:30 +0100

    Lei non si rende conto che da Trieste a Roma sono andata in aereo con l’assistenza, trasporto in carrozzella dalla macchina all’aereo, dall’aereo al taxi, mantre a Firenze sarei dovuta venire in treno, cambiare a Mestre, camminare per le stazioni. Quando avrà 90 anni si accorgerà cosa vuol dire. Rispondete a chi vi chiede inviando questo mail
    Margherita Hack

  21. There is certainly a great deal to find out about this issue.
    I love all the points you’ve made.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: