LIDA Firenze

Lega Italiana dei Diritti dell'Animale

Caldo: anche cani e gatti a rischio, le regole da seguire

Posted by lidafirenze su 4 luglio, 2010

(AGI) – Roma, 4 Lug. – Le ondate di caldo improvvise portano rischi alla salute delle persone ma anche dei cani e gatti che vivono in famiglia. Per questo l’Aidda (Associazione italiana difesa animali e ambiente) ha messo a punto un breve elenco di consigli su come aiutare “micio” e “fido”, tenendo conto dei suggerimenti dei veterinari e del ministero della Salute. “Non possiamo dimenticare – sottolinea Lorenzo Croce, presidente dell’Aidda – che ogni anno sono almeno 700.000 i cani e altrettanti i gatti che rischiano malattie sia per la loro particolare razza di appartenenza, ma anche perche’ anziani, cardiopatici o obesi”. Innanzitutto e’ imperativo il divieto di lasciare gli animali chiusi in automobile con i finestrini alzati o lasciarli sotto al sole privi di protezione (cani legati alla catena o su balconi assolati). Questi fatti rientrano nel reato di maltrattamento di animali e per questo sono punibili con un’ammenda o con il carcere fino a 18 mesi in base alla crudelta’ ed alle conseguenze sulla salute.

Il gatto soffre molto meno del cane il caldo torrido, ma occorre aver riguardo per gli esemplari a pelo lungo come ad esempio i persiani, i norvegesi delle foreste e i maine; in particolare – spiega l’Aidda – occorre controllare i persiani, che hanno una folta pelliccia e sono anche vittime di un problema congenito di respirazione. Questi gli accorgimenti consigliati: lasciare a disposizione del gatto sempre molta acqua fresca, ma non fredda; dare il cibo nelle ore piu’ fresche e nel caso di cibo umido controllare che non rimanga nella ciotola troppo tempo specialmente se situata all’aperto; mai tenere al massimo l’aria condizionata; mai permettere al micio di stare davanti alla finestra aperta qualora siano accesi ventilatori, condizionatori portatili o aria condizionata; controllare spesso il gatto e se si notano difficolta’ respiratorie o respiro affannato, bagnargli la testa con l’acqua avendo pero’ l’accortezza di non far entrare l’acqua nelle orecchie; se il gatto soffre troppo chiamare il veterinario di fiducia. Per quanto riguarda il cane, occorre ricordare che puo’ rischiare un colpo di calore tale da portarlo fino al coma ed alla morte: per questo in casi particolari occorre intervenire subito applicando ghiaccio secco sotto le ascelle ed inguine, con doccia gelata e usando ventilatore o aria condizionata per raffreddare il cane. Le razze a maggior rischio di colpi di calore sono quelle brachicefale ed in particolare carlini, boxer e bulldog. Sono inoltre particolarmente a rischio i cani obesi e quelli con il folto mantello. Queste le regole da seguire: mantenere una dieta equilibrata e lasciare a disposizione una ciotola con molta acqua fresca, ma non freddissima; tenere l’animale in zone possibilmente ombrose ed evitare di portarlo in spiaggia o anche a fare la passeggiata quotidiana nelle ore piu’ calde; assicurarsi che le aree-cani siano fornite di di fontanelle.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: