LIDA Firenze

Lega Italiana dei Diritti dell'Animale

ANIMALI MORTI NEL LAMBRO. LIPU: NON ERANO IDROCARBURI

Posted by lidafirenze su 29 marzo, 2010

[da Leggonline.it] Il disastro ambientale del Lambro ha comportato gravi conseguenze alla fauna del fiume, cuasando la morte di centinaia di uccelli. Quello che ancora oggi suscita curiosità è che le autopsie esegiute sugli animali mostrano che i volatili non sarebbero morti per gli idrocarburi. La Lipu, la Lega italiana protezione uccelli, ha quindi iniziato una serie di indagini.

I VOLONTARI AFFRONTARONO L’EMERGENZA I volontari della Lipu intervennero in modo repentino non appena la macchia nera si era riversata nel fiume, nessun animale riusci però a salvarsi. Tutto questo non è normale considerando che durante uno dei più grandi disastri ambientali, quando nel novembre 2002 la Prestige è andata a fondo con le sue 63mila tonnellate di idrocarburi, quasi il cento per cento di uccelli furono salvati in Spagna. In quel caso gli animali furono trattati secondo quanto satbilito dai protocolli internazionali, ormai rodati ed efficaci. I protocolli non sono niente di strano – aggiunge Soldarini – si tratta di lavare gli uccelli, trattarli con pastiglie di carboni attivi che assorbono nello stomaco gli idrocarburi, poi vengono stabilizzati evitando che vadano in ipotermia. Allora, solo allora, vengono alimentati e idratati».

ANCORA IGNOTE LE CAUSE DELLA MORTE Le cause della morte degli uccelli del Lambro rimangono ancora ignote. Sono stati mandati dei campioni all’Istituto di zooprofilassi e ora si attendono i risultati.
I sospetti sono nati dalle condizioni in cui sono stati trovati i volatili: nessuna traccia di idrocarburo nello stomaco, che non essendo digeribile risulta moltro strano e poi le analisi hanno rivelato emorragie, fegato distrutti e anche danni neurologici. Gli ambientalisti a questo punto concludono «Non si può chiudere un’emergenza simile in sei giorni, com’è stato fatto: è stata la più grande catastrofe ambientale in acque interne della storia d’Italia».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: