LIDA Firenze

Lega Italiana dei Diritti dell'Animale

Ti è mai capitato di raccogliere un nidiaceo?

Posted by lidafirenze su 30 settembre, 2009

Si?.. allora…sai cosa significa sentire il loro battito velocissimo tra le dita e il forte calore del corpicino morbidissmo che ti trema fra le mani… conosci lo sguardo atterrito quando ti avvicini per soccorrerli e il tremore del volo incerto mentre sentono la morte sopraggiungere e impegnano le ultime forze per scappare via. Hai sentito il verso dolcissimo e straziante dei piccoli che non possono raggiungere i genitori e continuano a chiamarli mentre li raccogli dal terra e lo sguardo degli adulti che ti vede portarglieli via e gli danno l’ultimo saluto.
Li hai mai visti cercare di nascondersi negli angoli della strada e stringersi su se stessi quando ti avvicini perchè sanno di non avere scampo? Li hai mai guardati quando senza forze si abbandonano agli ultimi respiri di vita e si isolano in un angolo come per proteggersi dall’inevitabile?
Lo sai che non esistono volontari che si occupino di loro e che la maggior parte dei rifugi che accoglie fauna selvatica li esclude dagli animali accolti e li lascia morire tra atroci sofferenze?
Hai mai seguito un nidiaceo prendere le prime dosi di cibo, sentirsi sazio e guardarti con riconoscenza mentre avvicini una seconda porzione e spalancarti il becco in attesa di un secondo boccone?

Nelle nostre città:
–  è  severamente vietato dar loro cibo
–  non è previsto alcun centro di accoglienza per i piccoli orfani o caduti dal nido
–  la maggior parte delle persone distrugge i loro nidi e li giudica animali infestanti e cattivi senza sapere di cosa e perchè!
–  non esistono associazioni che accolgano quelli raccolti dalla strada,e vengono lasciti morire senza assistenza e se sono feriti non c’è alcuna prospettiva di vita.
–  se li vedi vagare per la strada intontiti per un incidente o per ferite gravi, non troverai nessuno  a cui consegnarli o segnalarli
–  le città sono organizzate con metodi di allontanamento più o meno cruento.abbattuti dai cacciatori o raccolti in grandi voliere che poi li porta a gruppi di 50/100 alla soppressione ,in un viaggio senza    ritorno , mentre   i piccoli che li attendono  inutilmente al nido  moriranno di fame  e freddo  in una lunga agonia : durante i mesi estivi sono centinaia le segnalazioni di nidiacei  che reclamano cibo. il loro richiamo è straziante  e dolcissimo perchè sono creature indifese e bistrattate
Gli adulti vengono cacciati, catturati e abbattuti da tribali  politiche di contenimento della popolazione, e i piccoli trascorrono gli ultimi giorni di vita a morire di fame in una drammatica i inutile attesa

se pensi che questo sia inaccettabile
se pensi che  di poterne ospitare uno mentre si riprende dalle ferite o cresce abbastanza da poter volare
se pensi di voler dare la tua disponibilità per accoglierne uno in una gabbietta il tempo sufficiente per trovargli una collocazione o aiutarci nelle staffette di accoglienza
se non puoi fare nulla di tutto questo e vuoi inviarci una piccola donazione per le spese di soccorso

contattaci, siamo pochissimi ad occuparcene ed è una feroce lotta contro corrente

Laura cell. 346-3197367

Annunci

Una Risposta to “Ti è mai capitato di raccogliere un nidiaceo?”

  1. laura buccino said

    per fortuna dove vivo l’uccellino caduto dal nido può essere nutrito dai genitori ed ho notato che è fisiologico buttarsi di sotto,per i piccoli.so prendermene cura,soprattutto dei corvidi:gazze,cornacchie,corvi e taccole.non li rinchiudo,anche se mi si incrina il cuore quando inevitabilmente se ne vanno.abito fuori napoli e a causa della paraplegia non esco moltoPosso essere utile?se si il mio cellulare:3384935501.Mail:lauradeijack@live.it le “mie”cornacchie vengono su a crocchette per cuccioli,ma nessuno le rimpiange,quando se ne va,perchè liberi in giardino cacciano da soli insetti e lucertole,mangiano frutta caduta dal cielo:-> ogni tanto qualcuno passa sulla casa e lancia un saluto,al quale rispondo senza curarmi dell’eventuale pubblico.i passeracei li sistemo in gabbia aperta e ci pensano mammà e papà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: