LIDA Firenze

Lega Italiana dei Diritti dell'Animale

CANILI UGUALE BUSINESS

Posted by lidafirenze su 15 maggio, 2009

pic07711
· SULL’ABBANDONO DEGLI ANIMALI SI È INNESTATO UN GIRO D’AFFARI STIMATO INTORNO AI 500 MILIONI DI EURO: ALCUNI PRIVATI HANNO COSTRUITO LA LORO FORTUNA GRAZIE A CONVENZIONI MILIARDARIE CON AMMINISTRAZIONI LOCALI COMPIACENTI, SPESSO AGGIUDICATE CON GARE D’APPALTO AL RIBASSO D’ASTA, ALLE QUALI CORRISPONDONO STRUTTURE FATISCENTI, VERI E PROPRI LAGER DOVE È IMPEDITO L’ACCESSO A CHIUNQUE E DA DOVE I CANI NON USCIRANNO MAI.
· IL CONTRIBUTO ECONOMICO ELARGITO PER OGNI CANE PUÒ VARIARE DA 2 A 7 EURO AL GIORNO.
· IL PRIMO DATO IMPRESSIONANTE NEI CANILI GESTITI PER LUCRO È QUELLO DELLA MORTALITÀ, CHE ARRIVA FINO AL 60% DEI CANI OSPITATI.
· I CASI DI MALTRATTAMENTO SONO ALL’ORDINE DEL GIORNO: IN UN CANILE SONO STATE FOLGORATE LE CORDE VOCALI DI 190 CANI PER OVVIARE ALL’INQUINAMENTO ACUSTICO, SENZA CHE QUESTO GRAVE FATTO ABBIA POI IMPEDITO, SOLO POCHI MESI DOPO, IL RINNOVO DELLA CONVENZIONE I CANILI ITALIANI SONO LA MAGLIA NERA DELL’EUROPA
· I CANILI SPESSO SONO SOVRAFFOLLATI, ABUSIVI O PRIVI DI AUTORIZZAZIONE SANITARIA.
· BOX PRIVI DI COPERTURA, ANIMALI ESPOSTI 24 ORE SU 24 A INTEMPERIE O SOTTO IL SOLE COCENTE
· CARENZA O ASSENZA TOTALE DI CIBO CON CONSEGUENTE SBRANAMENTO
· CIBO AVARIATO E SCADUTO
· MANCANZA TOTALE DI UN PROGRAMMA DI STERILIZZAZIONE
· INCENTIVATE LE GRAVIDANZE PER VENDERE I CUCCIOLI
· ALTISSIMO IL TASSO DI MORTALITA’ ALL’INTERNO DELLE STRUTTURE
· MANCANZA TOTALE DI PROFILASSI SANITARIA
· CANI TROPPO SPESSO DENUTRITI CON EVIDENTI SEGNI DI INCURIA (ALOPECIA, DERMATITI, OTITI, PIAGHE DA DECUBITO, FILARIA, LEISHMANIA, PARASSITI) E DI MALTRATTAMENTO. CANI STRESSATI, IMPAURITI E CON GRAVI
PROBLEMI MOTORI DOVUTI A MANCANZA TOTALE DI ATTIVITA’ DI SGAMBAMENTO.
· DISINCENTIVATE LE ADOZIONI
· VIETATI GLI INGRESSI ALLE ASSOCIAZIONI
· VIETATI GLI INGRESSI AI CITTADINI
· VOLONTARI PICCHIATI E MINACCIATI DI MORTE
· CANI ACCALAPPIATI PIU’ VOLTE PER INCASSARE QUALCHE EURO IN PIU’
· CANI PRESENTI NELLE STRUTTURE UTILIZZATI PER COMBATTIMENTI E VIVISEZIONE
· SCAMBI DI MICROCHIP
· COMUNI INADEMPIENTI
· ASL, SINDACI E ASSOCIAZIONI SPESSO COMPIACENTI

• LEGGE QUADRO 281 DEL 1991 SULLA TUTELA E BENESSERE DEGLI ANIMALI E
REOLAMENTI REGIONALI COMPLETAMENTE DISATTESI

CAMPANIA
CANILE EDEN PARK – TORRE DEL GRECO (NA) MAGGIO 2008

pic28253PITT CIECA LASCIATA LANGUIRE NEL BOX SENZA ALCUNA CURA
pic06868CANE FERITO CHE ASPETTA QUALCUNO A DIFENDERLO SI ENTRA SOLO ACCOMPAGNATI DALLE FORZE DELL’ORDINE. ADOZIONI RARISSIME, I CANI NON ESCONO MAI

MOLISE
CANILE DI RIPALIMOSANI–ISERNIA SEQUESTRATO IL 4 AGOSTO 2008

pic25547
(12 OTTOBRE 2008)
LA VETERINARIA CHE VISITERA’ QUESTO CANE, NELLA SUA RELAZIONE, PARLERA’ DI CRUDELTA’ A MESI DAL SEQUESTRO I CANI HANNO CONTINUATO A MORIRE DI FAME E DI MALATTIA NESSUNO POTEVA ENTRARE A CONFORTARLI SFAMARLI CURARLI
pic27644

QUESTI SONO ALCUNI DEI CANI CHIUSI NEL CANILE DI RIPALIMOSANI, SOTTO SEQUESTRO, DI PROPRIETÀ DEL SIGNOR GIOVANNI MANDATO. NON APPENA L`ASREM HA DICHIARATO DEBELLATA LA LEPTOSPIROSI DI CUI SONO AFFETTI I CANI IN QUELLA FOGNA (PERCHÈ NESSUNO HA SPESO 70 CENTESIMI PER VACCINARLI….) CI SIAMO ATTIVATI ASSIEME AD ALTRE ASSOCIAZIONI PER TROVARE LORO ADOZIONE. LA CAMPAGNA E’ ATTUALMENTE IN ATTO

CAMPANIA
CANILE DI CASTELVOLTURNO

CHE PENSIERO SI PUO’ ESPRIMERE NEL VEDERE CALPESTARE UNA VITA IN TALE MODO?
pic12859
MEGLIO QUESTA VITA O UNA MORTE LIBERATORIA?
pic08723
SI CHIAMA CIVILITA’ QUESTA O MALTRATTAMENTO?
pic09741
pic27529LA MAGREZZA E LA DOLCEZZA DI LARA TESTIMONIANZA DI UNA VOLONTARIA
12.12.2008
“SONO STATA STAMATTINA AD ACCOMPAGNARE UNA AMICA CHE HA RECUPERATO UN CANE DA UN CANILE SOTTO SEQUESTRO. IL CANILE SI TROVA A CASTELVOLTURNO. SIAMO ANDATE LÌ CON UNA VOLONTARIA DELLA LEDA, C’ERA ANCHE LA PROPRIETARIA DENUNCIATA PER MALTRATTAMENTI, OPERATORI DELLA ASL DI CASERTA. TRENTA DEI CIRCA 80 CANI RICOVERATI LÌ IN CONDIZIONI ASSAI PRECARIE SONO STATI GIÀ AFFIDATI, MA LA SITUAZIONE È DISASTROSA. NOI OLTRE A PRELEVARE IL CANE ABBIAMO PORTATO OTTO SACCHI DA 30 CHILI DI CROCCANTINI, SENZA TROVARE PERALTRO CIBO DA NESSUNA PARTE DI QUESTA “STRUTTURA”. I CANI ERANO AFFAMATISSIMI, SI SONO AVVENTATI SUL CIBO. NON AVEVANO ACQUA NELLE CIOTOLE.
IN COMPENSO IN OGNI “BOX”, PER USARE UN EUFEMISMO, C’ERA ACQUA IN ABBONDANZA PER I NUBIFRAGI IN CORSO IN CAMPANIA, E MOLTI DI LORO ERANO SUI TETTI DELLE CUCCE PER NON AFFOGARE. MOLTI CANI HANNO MALATTIE
DERMATOLOGICHE, ANCHE GRAVI, STAMATTINA TRE DEI PIÙ GRAVI (UNO CIECO, UNA ANZIANA E UN PICCOLO NATO CON LA ROGNA DA UNA MADRE CON ROGNA – PERCHÉ VA DETTO CHE LA SIGNORA LI FACEVA ANCHE MOLTIPLICARE. LA COSA CHE TENGO A DIRE, È CHE LA SORTE DEI CANI NON INTERESSA A NESSUNO. QUI ABBIAMO ASL, ANIMALISTI, COMUNE E CIÒ MALGRADO IL GROVIGLIO ISTITUZIONALE FARÀ MORIRE DI FAME I CANI DI QUESTO ALTRO LAGER. CHE È SÌ SOTTO SEQUESTRO, MA IL MODO IN CUI SONO TENUTI I CANI PROVA CHE A OGGI IL PROBLEMA RESTA.
QUINDI, OCCHIO: SÌ AI SEQUESTRI, SÌ ALLA LEGGE CHE REGOLI FINALMENTE QUESTA TERRA BEN DESCRITTA NEL LIBRO DI SAVIANO CHE HA FATTO IL GIRO DEL MONDO, MA QUALCUNO PENSI A QUESTI CHE SONO ESSERI VIVENTI, DEVONO MANGIARE, BERE, ESSERE PULITI. MI SONO CHIESTA PER TUTTA LA MATTINA PER QUALE MOTIVO I CANI NON VENIVANO LASCIATI LIBERI, ALMENO NON SAREBBERO ANNEGATI IN QUELLA SOTTOSPECIE DI LURIDI BOX!
QUANDO HO CERCATO DI CAPIRE I MOTIVI DI TUTTO CIÒ CON GLI OPERATORI DELLA ASL, MI HANNO DETTO CHE LORO NON POSSONO FAR ALTRO CHE COMPILARE CARTE E DOCUMENTI. PER LA VERITÀ PERÒ PRIMA DI ANDAR VIA HANNO DURAMENTE STRIGLIATO LA SIGNORA DENUNCIATA, CHE, VA DETTO, È AL SUO TERZO SEQUESTRO. INTANTO PERÒ LA MIA AMICA SI È ADDENTRATA NEI VIALI DI QUESTO INDICIBILE POSTO E HA VISTO DEI CUCCIOLI!!!! IL CHE SIGNIFICA CHE I CANI CONTINUANO A MOLTIPLICARSI.”

LOMBARDIA
CANILE COUNTRY DOG – LIMBIATE MILANO LUGLIO 2008

I VOLONTARI ENTRANO DA POCO,LE ADOZIONI ERANO MOLTO RARE E I CANI NON USCIVANO MAI. ALCUNI ERANO IN GABBIA DAL 1999. IL PADRONE DEL CANILE COUNTRY DOG DI LIMBIATE (MI) NON VUOLE CHE I CANI ESCANO (NE HA CENTINAIA…TUTTI AMMASSATI E VIVONO DA ANNI NEI BOX SENZA USCIRE) E NON FA NEANCHE ADOZIONI PERCHE’ PIU’ CANI ENTRANO NEL SUO CANILE E PIU’ SOLDI CHIEDE AL COMUNE CONVENZIONATO.

BASI LICATA
CANILE DI BERNALDA –MATERA GIUGNO 2008

pic12316
PRIMA DEL SEQUESTRO I CANI MANGIAVANO UNA VOLTA ALLA SETTIMANA
ALL’ISPEZIONE RINVENUTI CADAVERI NEI BOX
13 GIUGNO 2008 – E` FINITO L`INCUBO PER 134 CANI, GRAZIE ALL`AZIONE DEL NIRDA SU DENUNCIA DELLA LAV. DOPO ANNI DI SEGNALAZIONI E DENUNCE DA PARTE DI ASSOCIAZIONI LOCALI E CITTADINI, CHE PROTESTAVANO CON IL COMUNE DI BERNALDA (MATERA) E CON LA ASL PER L’ESORBITANTE NUMERO DI CANI MORTI E MALTRATTATI NEL CANILE COMUNALE, IL NIRDA (NUCLEO INVESTIGATIVO PER I REATI IN DANNO AGLI ANIMALI) DEL CORPO FORESTALE DELLO
STATO HA SEQUESTRATO LA STRUTTURA, SU DISPOSIZIONE DEL SOSTITUTO PROCURATORE DI MATERA. MALTRATTAMENTO DI ANIMALI, DETENZIONE INCOMPATIBILE CON LA LORO NATURA, OMISSIONE DI ATTI D’UFFICIO E PECULATO: QUESTI I REATI FINORA CONTESTATI AI CINQUE INDAGATI, FRA I QUALI SPICCA IL NOME DEL VETERINARIO CHE GESTIVA IL CANILE, MENTRE L’AUTORITÀ GIUDIZIARIA STA ANCORA VERIFICANDO RESPONSABILITÀ OMISSIVE O DIRETTE FRA I VERTICI DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE E DELL’AZIENDA USL

pic22190

MOLTI ANIMALI COSTRETTI AD ABBEVERARSI CON L’ACQUA PIOVANA. VERTIGINOSO IL TASSO DI MORTALITÀ E MOLTI I CASI DI “SCOMPARSA” O FURTO DI ANIMALI DENUNCIATI DAL GESTORE. IN CANILE NON C’ERANO CIOTOLE, SPAZZOLE, CORDE, COLLARI, GUINZAGLI E NESSUN ALTRO STRUMENTO DI USO COMUNE IN QUALSIASI RIFUGIO, CANILE O CASA PRIVATA OVE SIA PRESENTE ANCHE UN SOLO CANE, IL CHE DIMOSTRA CHE I POVERI “OSPITI” NON ERANO OGGETTO DI ALCUN TIPO DI CURA O ATTENZIONE. E’ STATO NECESSARIO NELL’IMMEDIATEZZA PRELEVARE I SETTE CUCCIOLI PRESENTI E BERTA, UNA CUCCIOLONA IN EVIDENTE STATO DI SOFFERENZA PRESENTE CON LORO NEL BOX E RICOVERARLI PER LE PRIME CURE: TUTTI ERANO IN STATO DI DENUTRIZIONE ED AFFETTI DA CONSEGUENTE RACHITISMO.

CAMPANIA
CANILE OASI DI SAN LEO CICERALE (SALERNO)

pic01842CANE MORTO NEL BOX, GLI SI CONTANO LE OSSA
IL REPORTAGE È INTITOLATO “CANILE DI CICERALE. IL CANILE DELLA MORTE”.
“…LA TELECAMERA ARRIVA LÌ DOVE GLI ANIMALISTI DICONO CHE IL GESTORE DELLA STRUTTURA, “VIETA A CHIUNQUE DI ENTRARE”. I BOX SONO PIENI DI FANGO ED ESCREMENTI. A TERRA CARCASSE DI ANIMALI MORTI. NEI SECCHI DI ABBEVERAGGIO ACQUA PUTRIDA. UN METICCIO NERO DI GROSSA TAGLIA NON RIESCE AD ENTRARE NELLA SUA CUCCIA. IL SUO CORPO È LACERATO DA PIAGHE. LE SUE ORECCHIE SONO DIVENTATE NIDO PER LE ZECCHE. ALTRA CUCCIA. ALTRA RIPRESA…”. (FONTE IL CORRIERE DEL MEZZOGIORNO)

CATTURATI CON VIOLENZA E ABBANDONATI A SÉ STESSI IN ATTESA DEL FORNO CREMATORIO.
“ACCALAPPIO E INCENERISCO. ECCO IL METODO CAFASSO”
DICE LAURA ROSSI, PRESIDENTE DELLA LEGA NAZIONALE PER LA DIFESA DEL CANE DAL RESOCONTO MENSILE NELL’ANNO 2006

CANI MORTI ED INCENERITI N. 2.711
CANI AFFIDATI N. 124

IN MEDIA I CANI MANGIANO 0,25 GRAMMI DI CROCCHETTE AL GIORNO

LOMBARDIA
CANILE DOGMAR SAN GENESIO ED UNITI (PV) CANILE LA PANDINA DI VILLANTERIO- (PV)

pic00288

pic09040

“NEI BOX IN LUGLIO, NON C’ERANO LE CIOTOLE DELL’ACQUA­” RACCONTA UN TESTIMONE

pic08942

MOLTE LE DENUNCE PRESENTATE AGLI ORGANI COMPETENTI RIMASTE SENZA RISPOSTA
pic19264
pic22648

LA MAGGIOR PARTE DEI CANI DEL PAVESE ESCE CON LA FILARIA AD ALTISSIMI
LIVELLI
pic27446
PER ADOTTARE UN CANE BISOGNA PRESENTARSI CON LE FORZE DELL’ORDINE

LAZIO
CANILE DI BAGNAIA (VT) 22 SETTEMBRE 2008

pic23805
QUESTO CANE VERRA’ TROVATO AVVELENATO
pic15890

PUGLIA
CANILE DI TRINITAPOLI (FOGGIA) OTTOBRE 2008

pic24370200 CANI VIVONO IN MEZZO A VETRI E FERRI ARRUGGINITI. IL GESTORE DI QUESTA STRUTTURA PERCEPISCE DAL COMUNE UNA CIFRA BASSISSIMA

CALABRIA
CANILE DI SANT’ILARIO (RC) 26 SETTEMBRE 2008

pic15350TROVATA COSI’
pic15006MORIRE SENZA COLPA E CON UNA SOLA CAREZZA RICEVUTA
pic31101
pic24393TESTIMONIANZA DI UNA VOLONTARIA
“AL CANILE DI SANT`ILARIO CI SONO ALCUNE SITUAZIONI SPAVENTOSE COME QUESTO BELLISSIMO PASTORE DEL CAUCASO DOLCE E AFFETTUOSO COSTRETTO A VIVERE IN UN BOX CHE SEMBRA UNA BARA”
pic03548CONDANNATI A MORTE DALLA INDIFFERENZA DELL’UOMO E DELLA INADEMPIENZA DELLE LEGGE
pic19629CANE AMMALATO DI TUMORE
pic12623CANE COMPLETAMENTE CIECO

EMILIA E ROMAGNA
CANILE BOCCHI – SAN SECONDO PARMENSE (PR)28 SETTEMBRE 2008

pic24084TESTIMONIANZA DI CHI LÌ DENTRO QUEL GIORNO C’È STATO:
”…. TROVATO UN CANE MORTO DENTRO UN CAPANNONE RECINTATO E LUCCHETTATO. LE RINGHIERE DEI BOX TAGLIENTI, ARRUGGINITE CON SPUNTONI, DIVISORI IN AMIANTO, CIOTOLE PER L’ACQUA SPORCHE CON DENTRO IL VERDE O SENZA ACQUA. CROCCHETTE SENIOR PER CUCCIOLI, CONDIZIONI IGIENICHE IMPRESSIONANTI. DIMENSIONI BOX 5X1,5 METRI CON DENTRO 2 CANI DI TAGLIA GRANDE E UNA SOLA CUCCIA PER 2. CANI SBRANATI CON FERITE APERTE.”

PUGLIA
CANILE DI MANDURIA (TARANTO)

pic19954
pic18756UNA DOB AMMALATA

IL CANILE SANITARIO E RIFUGIO DI MANDURIA ( TARANTO) GESTITO DA WALTER TARANTINO, SEQUESTRATO A FEBBRAIO 2009 È STATO DATO IN CUSTODIA GIUDIZIALE AL CARNEFICE. LE SUE VITTIME SONO 274 CANI. NEL CANILE TUTTORA NON SONO AMMESSI VOLONTARI

CANILI LAGER SENZA VERGOGNA:
· CANILE EUROPA DI OLBIA
· CANILE DI STATTE (TA)
· CANILE DI COLLELONGO (AQ)
· CANILE DI SAN GIULIANO (VENEZIA)
· LA CASA DI BILLY – LUOGOSANO (AV)
· AMICI A QUATTROZAMPE – ALTAVILLA IRPINA (AV)
· BAU HOUSE – CASOLA DI DOMICELLA (NA)
· LA GINESTRA –QUINDICI NEL VALLO DI LAURO (NA)
· CANILE IL MOLINO – PANTIGLIATE (MI)
· CANILE L’AIRONE – ZELO BUON PERSICO (LO)
· CANILE FONTANA-(VT)
· CANILI DI CATANIA, GESTIONE MAURO TROMBETTA
· CANILE MUNICIPALE DI MONTORO SUPERIORE (AV)
· CANILE DI BARLETTA – BARLETTA (BA)
· CANILE MARTINELLA – PARMA
· SAN ROCCO – CALCINATELLO (BS)
· ZOO SAN RAFFAELE – MILANO
IN QUESTI LUOGHI, NESSUNO PUÒ ENTRARE NE TANTOMENO FOTOGRAFARE CHILIAMACISEGUA CHIEDE AL GOVERNO
· PROGRAMMA DI STERILIZZAZIONE DEI CANI RANDAGI PRESENTI SUL
TERRITORIO E DETENUTI NEI CANILI;
· RISTRUTTURAZIONE O COSTRUZIONE DI NUOVI CANILI A NORMA DI LEGGE E CHIUSURA DI QUELLI NON A NORMA;I CANILI DEVONO POTER ACCOGLIERE UN MASSIMO DI 300 UNITA’;
· I CANILI SOVVENZIONATI CON IL DENARO PUBBLICO DOVREBBERO ESSERE INTERAMENTE GESTITI DAL COMUNE E DALLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO ACCREDITATE.
· OBBLIGARE I SINDACI A COLLABORARE CON ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO PER PROMUOVERE ADOZIONI, PER CONTROLLARE E CERTIFICARE PERIODICAMENTE LA QUALITA’ DELLA VITA DEGLI ANIMALI ALL’INTERNO DEL CANILE,ATTRAVERSO VETERINARI PRIVATI;
· AUMENTARE LE SANZIONI AMMINISTRATIVI PER SINDACI E AMMINISTRAZIONI COMUNALI INADEMPIENTI; STRUTTURE SEQUESTRATE PER MALTRATTAM ENTO
· MAI RIAFFIDARE I CANI AL GESTORE INDAGATO PER MALTRATTAMENTO, METTERLI IN PENSIONE SEMMAI E PROIBIRE CHE IL GESTORE INTESTI LA STRUTTURA SEQUESTRATA A FIGLI, PARENTI E AFFINI E CHE PAGHI DI TASCA PROPRIA, RIFONDA LE SOMME SPESE PER LE CURE AGLI ANIMALI CHE ESCONO DAL SUO LAGER, DATO CHE LUI LI HA MALTRATTATI CON I SOLDI DEI CONTRIBUENTI.
· E CHE IL GOVERNO, INSIEME ALLE ASSOCIAZIONI, IN QUESTI CASI PERSEGUA PENALMENTEI GESTORI E SI COSTITUISCA PARTE CIVILE PER RICHIEDERE IL RISARCIMENTO DEI DANNI SUBITI PER SPERPERO DI DANARO PUBBLICO.

COSA E’ CAMBIATO DAL 2005 DAL REPORTAGE DI STELLA PENDE PUBBLICATO SU PANORAMA

http://archivio.panorama.it/italia/articolo/idA020001029879.art

AI DOSSIER DI STEFANIA PIAZZO PUBBLICATI OGNI DOMENICA SU LA PADANIA A PARTIRE DALL’OTTOBRE 2008?Anonimo1Claus_03_bbox_piccolo_b
http://www.chiliamacisegua.org/

6 Risposte to “CANILI UGUALE BUSINESS”

  1. rosanna said

    Chiliamacisegua ringrazia per la diffusione, alla fine manca un pezzo di domanda altrimenti non si capisce, la frase corretta è:

    COSA E’ CAMBIATO DAL 2005 DAL REPORTAGE DI STELLA PENDE PUBBLICATO SU PANORAMA

    http: //www.panorama.it/scienze/animali/articolo/ix1-A020001029906/idpag 1-4

    AI DOSSIER DI STEFANIA PIAZZO PUBBLICATI OGNI DOMENICA SU LA PADANIA A PARTIRE DALL’OTTOBRE 2008?

  2. mary said

    vedendo queste foto capisco quanto il nostro paese possa essere caduto in basso, non solo la mala sanità per le persone ma anche per gli animali, povere bestiole indifese che cercano solo tanto amore…SENZA PAROLE!

  3. Maria Carla Rolleri said

    Sono immagini inaccettabili,

    ma, purtroppo, molti preferiscono non guardare, perchè, se no stanno male….trovo tutto ciò vergognoso, si dice che il valore di una persona dipende molto da come tratta gli animali…ebbene questo è il valore degli italiani e dell’ italia,( non merita neanche la i maiuscola ), non c’ è un oilitico che nelle sue campagne elettorali, parli del problema del randagismo e di impegnarsi a migliorare e regolarizzare tutti, dico tutti i canili d’ italia….un uomo che non pensa a questo non merita la fiducia di nessuno…..mi vergogno sempre più di essere italiana….se volessimo tutti insieme potremmo fare molte molte cose….a parlare siamo capaci tutti, mo poi siamo solo dei codardi….ovviamente escludo tutti i volontari che sono dei veri angeli, ma che purtroppo sono sempre troppo pochi. Maria Carla

  4. non è possibile che non ci sia controllo ed operatività da parte di chi è pagato per far rispettare le leggi, che ad oggi ci sono e devono essere applicate…………. questa era purtroppo una situazione di qualche anno fa……….. oggi non deve essere più così………. oppure è stata ripubblicata perchè ci sono ancora segnalazioni di situazioni così vergognose?????

  5. lidafirenze said

    è un post che risale al 2009

  6. lia onda said

    ….niente permessi per tenere cani…..se vengono scoperti gli abusivi, pene severissime e galera ! Sui canili ogni sindaco se ne deve interessare e far si che il denaro destinato agli animali venga esclusivamente speso per loro…a sorpresa controlli nei canili e sulla salute dei cani…Sarà il sindaco della località il responsabile delle evntuali irregolarità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: