LIDA Firenze

Lega Italiana dei Diritti dell'Animale

Resoconto manifestazione 9 maggio, Roma

Posted by lidafirenze su 11 maggio, 2009

Comunicato stampa – con preghiera di divulgazione

ROMA – 9 MAGGIO 2009

MANIFESTAZIONE NAZIONALE

CONTRO L’ABBATTIMENTO DEI RANDAGI IN SICILIA

PIAZZA SANTI APOSTOLI – ORARIO: 13.00-17.00

(la piazza in questione è fra la stazione e piazza Venezia)

Associazione organizzatrice:

L.I.D.A. Lega Italiana dei Diritti dell’Animale

ASSOCIAZIONI ADERENTI:

al-tuttowelogo-oipa

amici-di-carlotta-e-pesciolinoanimali-sullarcaava-logobanner-gattopoli3chiliama240x46

pr-no-macellologo-azaleadolphin2_jmp_skylogolidacrcssa08
cavbianco laikabaltolaclogo-cometa
logo-ledaarcipelago_gaialogologo-cedaanimalisenzaconfiniaronnelogo-fpabanner_piccolobannerinoleganuovoimmagine-3ioliberologo-avcafidologo-lega_del_canelogonoallacacciacolore_520patttpro-animalschiocciolanudalogo_dogwelcome07hdpiclogo-pvv-fondo-mezzo-giallo
———————————————————————————————————————————————————–
AIUTIAMO FIDO
ANIMALISENZACONFINI
ANIMAL LIBERATION
ANIMALI SULL’ARCA
ANTISPECISMO.NET
ARCIPELAGO
ARONNE
ASSOCIAZIONE GLI AMICI DI CARLOTTA E PESCIOLINO
ASSOCIAZIONE VEGETARIANA ANIMALISTA
ASSOCIAZIONE VITTIME DELLA CACCIA
A.V.C.P.P. (Associazione Volontari Canile di Porta Portese)
A.V.A.R.A. (Associazione Amici Volontari Randagi)
AYUSYA (Associazione di protezione della Vita – Onlus)
AZALEA (Associazione Zampa Amica Liberi Ecologisti Animalisti)
BOLLETTINO ANIMALISTA
CEDA – Comitato Europeo Difesa Animali
CENTRO RICERCA CANCRO SENZA SPERIMENTAZIONE ANIMALE ONLUS
CHILIAMACISEGUA
LA COMETA
DOGWELCOME
FIDO E AMBIENTE
FORZA PICCOLI AMICI
GAIA ANIMALI 6 AMBIENTE
GATTOPOLI
LAC
LAIKA & BALTO
LEDA
LEGA MOLISANA PER LA DIFESA DEL CANE
LEGA NAZIONALE PER LA DIFESA DEL CANE
LIDA
NO ALLA CACCIA
OIPA
PARTITO ANIMALISTA TRASVERSALE
PRO ANIMALS
PROGETTO NO MACELLO
PROGETTO VIVERE VEGAN ONLUS
REFERENDARI LIBERTARI ANIMALISTI
WOLFEMERGENCY

Le presenti associazioni si uniscono in sentito cordoglio per la morte del piccolo Giuseppe Brafa e per i recenti avvenimenti di cronaca che riportano due aggressioni ai danni di un altro bambino e di una turista tedesca in alcune località del ragusano.
Vergognoso che per smuovere l’opinione pubblica, si sia dovuti arrivare alla morte di un bambino innocente dopo 18 anni di denunce da parte delle associazioni animaliste e dei volontari di tutta Italia. Quante altre vittime dovranno esserci prima che sindaci, comuni, amministrazioni e asl veterinarie si decidano a ottemperare alla legge quadro 281/1991 sul randagismo??? (Legge quadro in allegato).
Giuseppe è l’ennesima vittima del mal governo, non solo del sud, ma di tutta la nazione che per anni ha ignorato i nostri appelli accorati; da sempre ci battiamo per la sensibilizzazione di tematiche quali sterilizzazione, abbandono e adozioni consapevoli.
La realtà è questa: i sindaci sono inadempienti; mentre la legge li obbliga ad avere un canile sanitario comunale e la regione li sovvenziona con fondi finalizzati alla sterilizzazione e al censimento degli animali presenti sul territorio, questi noncuranti delle norme vigenti, si avvalgono di metodi ILLECITI per aggirare il problema. L’impressione, anzi… ormai la triste certezza, è quella che si faccia continuamente leva sulla disinformazione del popolo locale per poter continuare ad addossare la colpa di certe terribili disgrazie su animali innocenti e fondamentalmente privi dei loro diritti, oltre che affamati e ridotti pelle e ossa. Oggi le notizie riportate dalla stampa e dalle emittenti televisive ci informano dell’assurda ordinanza del sindaco di Modica volta a STERMINARE la colonia di randagi che popola la zona.
Alcuni cani sono stati uccisi con colpi d’arma da fuoco dalle forze dell’ordine.
Anch’essi sono fin troppo spesso vittime di sevizie, torture, avvelenamenti, impiccagioni; abbiamo ricevuto documentazioni e fotografie di cuccioli immersi in acqua a bollore appena nati, cani uccisi per soffocamento, ustioni mortali provocate con taniche di benzina… cani seppelliti vivi.
TUTTO QUESTO NON MERITA FORSE UN TITOLO IN PRIMA PAGINA?
SABATO 9 MAGGIO SCENDIAMO TUTTI IN PIAZZA A ROMA PER GRIDARE IL NOSTRO SDEGNO!!!!!
INVITIAMO TUTTE LE CITTà D’ITALIA, ANIMALISTI E NON SOLO, AMANTI DEL RISPETTO PER LA VITA (IN QUALSIASI FORMA ESSA SIA), A PROTESTARE CONTRO LO SCEMPIO DI CUI SIAMO SPETTATORI!!!
FACCIAMO SENTIRE ALLE ASSOCIAZIONI ANIMALISTE LOCALI COME A TUTTA LA POPOLAZIONE CIVILE DEL SUD, CHE NON SONO DA SOLI A COMBATTERE UN ATTO DI INGIUSTIZIA CHE NON SARA’ MAI RISOLUTIVO SE APPLICATO CON QUESTE MODALITà.
VI ASPETTIAMO NUMEROSI!!!!
In allegato: una locandina che presenta il mirino di un fucile, attaccatelo alle vostre maglie e ai dorsi dei vostri cani.
Invitiamoli a non sforzarsi troppo per prendere la mira!!!! SE AVETE IL CORAGGIO….. SPARATECI ORA!!!!!! SCRIVITELO SU CARTELLI E STRISCIONI.
In allegato, altre locandine da stampare e divulgare in occasione della manifestazione.
(allegato modulo per una raccolta di firme su carta da accompagnare alle seguenti richieste e considerazioni):

1. Per la Applicazione e il rispetto della legge quadro 281/91 da parte delle Pubbliche Amministrazioni : Sterilizzazioni, Canili, servizi cattura DIVIETO di ABBATTIMENTO di ANIMALI registrazione anagrafe canina di tutti i randagi, microchip Applicazione della modifica all’art 4 della 281/91 che prevede l’obbligo della presenza dei volontari nei canili convenzionati con il pubblico

2. controllo delle spese destinate al randagismo dalle amministrazioni comunali.

3. Contro eco mafie restituzione confisca da parte dello Stato delle strutture canile gestite dalle stesse con affido delle stesse alle associazioni animaliste riconosciute.

4. Blocco della vendita di animale di affezione: moratoria negli allevamenti e blocco delle vendite per almeno due anni onde svuotare i canili (in alternativa gli allevatori potrebbero riconvertire le strutture in rifugi convenzionati)

5. Blocco della vendita di sostanze tossiche presso farmacie e cooperative agricole, chiedere autocertificazione per chi acquista contro avvelenamenti, di cani ed animali

6. Guardie zoofile con competenza legata alla presenza territoriale: associazioni nazionali con decreto di validità su tutto il territorio nazionali

LIDA – Lega Italiana per i Diritti dell’Animale
Serena Ruffilli (presidente Lida – sez. Firenze) – cell: 335-5935485
http://www.lida.it
http://www.lidafirenze.wordpress.com
———————————————————————————————————

agrigentococcole al topolinoeccolimani1mani6mani8mani9mani10mani11mani12mani14mani15mani16mani17maniaureliosere giomanibellamanicoccoledogseremanidoglidamanielimanifranclepmanifrosmanioipasere portaCari amici,

ci tengo molto a ringraziare tutte le persone (volontari e associazioni) che sono venute alla manifestazione romana, come sempre molte meno rispetto a quelle previste e anche questa volta, è stata una delusione ritrovarsi in pochi a far valere i diritti di tutti quei randagi per cui ogni giorno ci arrivano decine di richieste d’aiuto.

Era importante essere in molti (su 750 adesioni – di cui per scrupolo ne avevo confermate 500 -, circa 250 persone soltanto hanno mantenuto la parola), quando gli sforzi per organizzare un evento di questa portata sono stati molti, sia i nostri sia quelli dei pochi ragazzi siciliani presenti (3 della Lida e altre due ragazze di un’altra associazione) che hanno fatto un lungo viaggio, grazie a quei pochi e grazie agli amici milanesi e a tutti quelli provenienti da regioni lontane (campania, liguria, piemonte)….
Ringrazio anche chi ha parlato al megafono e difeso i nostri amici a 4 zampe (i ragazzi di Oipa Roma, Aurelio di bloccoanimalista, Madame Vegan)!  E’ stata comunque una bella giornata, abbiamo avuto finalmente modo di sfondare alcuni “schermi” con abbracci dal vivo a persone con cui collaboriamo da anni ed è stato emozionante conoscere compagni e fratelli animalisti sentendoci per un giorno fianco a fianco anche fisicamente. Purtroppo la piazza che ci avevano dato non era un granché come postazione e neanche le presenza romane su cui puntavo davvero tanto….

Un rimprovero va a quelle associazioni che avevano aderito assicurando la presenza di molte persone e che poi non si sono proprio viste.  Purtroppo siamo in tanti a scrivere e a saperci lamentare dietro a un pc, ma in pochi ad AGIRE, ad avere il coraggio o la voglia di esporsi, e finché sarà così le nostre battaglie avranno la metà del successo che ci auguriamo. Ogni giorno ci arrivano appelli strazianti di emergenze animaliste, ci logorano ma comunque ci attiviamo, che sia un appello del nord o del sud, non importa. A mandare queste mail, che ormai partono in automatico evidentemente sono le dita, forse annoiate, di pseudo animalisti, quelle stesse dita che giorni fa avevano spedito il loro logo, promettendo di esser presenti alla manifestazione, quelle stesse dita che attaccano al cruscotto della loro macchina “siamo animalisti”, “no alla caccia”, “no alla violenza sugli animali”.
Questi stessi animalisti naturalmente hanno disertato la manifestazione, ascoltiamo anche le vostre ragioni se ne avete e di valide. Dove eravate? Perché aderire per poi disertare??
Siamo stanchi di incrociare lo sguardo della gente che ci passa accanto e ci considera sempre i soliti 4 gatti, stanchi di stare dietro ad un monitor a leggere le belle parole di chi ci insegna come ci si comporta con un animale, stanchi di voi, “pseudo animalisti”.
Un techno party per strada (incrociato dopo la fine della nostra manifestazione) riesce a raccogliere più adesioni che una protesta di animalisti che si battono per un ragazzino ucciso e cani massacrati senza ritegno, ma voi state sempre lì, nascosti dal vostro bello schermo a inviare appelli.
Ognuno di noi ha una vita, ognuno i suoi impegni, e se proprio deve essere una missione quella animalista, non vogliamo più con noi chi si spaccia per animalista e poi non alza i sacri pomi per venire a manifestare.
Passare tutta la serata a smistare le vostre mail cercando una soluzione per i casi più allucinanti è veramente troppo, quando non c’è collaborazione tutto diventa troppo.
Per un’ultima volta fate funzionare le vostre dita stanche e diteci perché non c’eravate e perchè avevate promesso una presenza.
La LIDA ripudia ogni assenteismo ingiustificato, soprattutto se preceduto da una promessa.
Forse restringere il campo ad un animalismo più vero, anche se con poca gente è la cosa migliore per portare avanti battaglie che abbiano un riscontro.
Era il momento di far vedere che siamo in tanti, tanti ad uscir di notte a cercar cani e gatti smarriti, tanti a far raccolte alimentari, tanti a sbattersi per un maltrattamento…. purtroppo non ci siamo riusciti, e la stampa ci conficca la spina nel fianco ancora più in profondità con il suo silenzio.
Falliti? No, solamente stanchi e delusi……

manimadamemanistrisc

IMPORTANTE PER CHI NON E’ VENUTO E NON L’HA ANCORA FATTO:
FIRMATE LA PETIZIONE per cui abbiamo organizzato questo evento, è un dovere morale farlo.
Sabato abbiamo raccolto tante firme, ma non possiamo fermarci!
Allego nuovamente il file, vi prego di stamparlo e riempirlo raccogliendo quante più firme possibili…. fate firmare amici, parenti, colleghi!!!  Potete poi inoltrare i moduli firmati via fax alla sede della nostra associazione (recapito indicato all’interno). GRAZIE!
Un saluto animalista, in allegato anche qualche scatto della nostra giornata

p.s. inoltro anche commenti che sto ricevendo da terzi…. mi pare giusto dare una visione globale delle impressioni da me sopra riportate.
—————————————————
Da: luisa

Ciao a tutti.
Scusate se scrivo qlc di impopolare ma sono delusissima per la partecipazione e l’adesione alla manifestazione  di ieri a Roma!
Doveva essere NAZIONALE!
Avevano dato l’adesione in ca 600………………………
…………..forse, dico forse, eravamo in 250.
La Lida ha presenziato in modo “corposo”, qualche associazione più piccola, sparuti (ma encomiabili) rappresentanti di “grandi” associazioni, qualche indipendente come me e altre da Milano e poi……….il nulla!
Tutti noi che abbiamo partecipato, rinunciando ad una sabato per la famiglia o altre faccende, per il riposo, spendendo soldi per il viaggio, abbiamo fatto un piccolo sacrificio. Io credevo, e lo ritengo cmq ancora, ne valesse la pena, ma la delusione, lo scoramento e la tristezza sono grandi!
Scusate lo sfogo
LuisaGrazie cmq a Serena

—————————————————

Gentile Serena,
Sono arrivata ora ora da Roma…
Come forse ricorderai risiedo oltre Torino per cui non è stato uno scherzo intervenire alla manifestazione di ieri.
Ripenso a quanto pochi eravamo, a come ti sei data da fare per organizzare il tutto, rivedo l’elenco delle varie organizzazioni che sulla carta avrebbero aderito…e non posso fare a meno di essere delusa ed incazzata.
Comprendo che non sia facile trovare il modo ed i mezzi per partecipare ma al contempo non posso capacitarmi della mancanza di serietà, della spudoratezza di chi si s’impegna a chiacchiere vanificando gli sforzi di tutti coloro che invece hanno preso la cosa seriamente come meritava.
Credo che non debba ripetersi tutto ciò, credo che questo sistema vada cambiato e che la gente debba assumersi le proprie responsabilità. Vorrei sollevare la questione su FB se sei d’accordo e creare un dibattito al riguardo.
Se fosse pertanto possibile inviami i nominativi delle associazioni che pur avendo aderito non sono intervenute ed il numero dei loro presunti aderenti ch eavrebbero dovuto trovarsi in P. SS apostoli.
Tra l’altro mi domando dove fossero gli esponenti delle associazioni del sud, quelle direttamente interessate al problema,… Se loro per prime non partecipano ad un evento che le tocca in prima persona e va a sollevare questioni di loro primaria necessità è davvero tragico continuare…
Scusa l’amarezza ma vista l’importanza della protesta a fronte di un numero così esiguo di partecipanti mi sento veramente delusa …
Zampa sul cuore
Franca

—————————————————
petizione
Serena Ruffilli – Presidente (Sezione Firenze)
LIDA – Lega Italiana dei Diritti dell’Animale
cell: 3355935485
koalina74@gmail.com
http://lidafirenze.wordpress.com/
Advertisements

13 Risposte to “Resoconto manifestazione 9 maggio, Roma”

  1. Avevo pubblicizzato questa manifestazione nel blog animalista cui faccio parte, mi spiace leggere che non vi è stata l’adesione prevista. Io abito lontano da Roma diversamente vi avrei partecipato volentieri, la ritenevo una valida occasione….trovo giusto che se si da una parola bisogna mantenerla, soprattutto le associazioni di o vicino a Roma dovevano partecipare in massa!!!!
    un caro saluto a voi tutti amici degli animali.

  2. Maria Tatiana said

    Mi sono spulciate tutte le petizioni, e niente. Sarò io un pò ciecata, ma non riesco proprio a trovare la petizione della manifestazione.

  3. M said

    Scusate, ma non è che organizzare una cosa fra associazioni la cui somma di soci e rappresentanti (reali, non inventati tipo ad ogni nome un ruolo) è pari più o meno a quelli che eravate vi deve l’arroganza di credere di essere “dalla parte giusta” e gli unici dalla parte degli animali!
    Fare una manifestazione “pulciosa” è un autogoal pazzesco e tante volte, per fare certe figure, è meglio far nulla, sennò si dà ragione a quelli che dicono che gli animalisti son 4 gatti.
    Bisogna però essere più “ficcanti”: ho visto su you tube la lezioncina letta dal vostro Presidente Nazionale … penosa! E se lui è quello che dovrebbe trascinare le folle … chissà il resto!!!
    Se i cento gatti con 80 bandiere diverse confluissero sotto le 2 o 3 (ognuna con le sue specialità) veramente rappresentative allora l’animalismo diventerebbe una forza. Non lo è perchè c’è troppo personalismo, arroganza e voglia di fare ognuno come gli pare. E continuate a farlo perchè intanto a patire sono “solo” gli animali.
    Unico plauso la vostra Presidente di Firenze: brillante, simpatica e (non guasta) anche una bella gnocca!
    Ciao a tutti !!!!!!!!!!!!

  4. lidafirenze said

    Ciao Maria, per quanto riguarda la petizione essendo in formato .doc sto cercando di renderla un’immagine affinchè possiate scaricarla, salvarla, stamparla e finalmente firmarla. Intanto la invierò tramite mail a chi ne farà richiesta. Scusatemi tanto!

    Ciao M, ottimo intervento veramente ^_^
    Per quanto mi riguarda preferisco chi propone a chi giudica. L’idea di ritrovarci tutti sotto due bandiere sarebbe ganza, tanto ganza quanto lo sarebbe se lo facessero i politici, ma siamo esseri umani! Se tu trovassi il modo di creare solo due associazioni animaliste faccelo sapere, noi dal canto nostro siamo troppo impegnati a fare figure di merda.
    Poi guarda, ti darò una grande delusione, ma di Animalisti ce ne sono davvero 4 gatti. Molti si fregiano del titolo di “volontario” senza sapere neanche cosa voglia dire esserlo, magari solo perchè sono amanti degli animali. Non lo dico perchè si fa bene solo noi, è perchè c’è chi vuole CAMBIARE le cose e a chi basta salvare il singolo animale. Anche se sembra più difficoltosa la seconda parte la prima è ancora più ostica, poichè appena si entra nel giro della politica tutto diventa marcio e corrotto. Ci vuole davvero gente con gli attributi per portare avanti battaglie senza curarsi delle minacce e delle porte sbattute in faccia.
    Devi ammettere poi, che è frustrante combattere per tutti e doversi trascinare dietro una folla che non dovrebbe essere trascinata ma sostenere fermamente. Alla fine a noi a Firenze la vita non ci va poi così male. Sinceramente cercano di appoggiarci nella nostra battaglia alcuni politici, ci sembriamo cretini da soli a chiedere le stesse cose, che comunque noi abbiamo, per altre regioni in cui i volontari dovrebbero essere incazzati almeno cento volte più di noi e invece neanche si sono fatti vedere.
    Bisogna imparare, secondo me, da dove si deve partire per ottenere ottimi risultati, stavolta non sono venuti, ma te pensi che una strigliata gli faccia poi così male?
    Male sarebbe che il nord si chiudesse nel suo guscio e lasciasse certe realtà da sole, ma nonostante la delusione la nostra sezione sta preparando pacchi di cibo per i canili del sud.
    Non parliamo poi delle associazioni politicizzate a mille che fanno comparsate giusto per apparire nei telegiornali se ci dovesse essere un servizio televisivo, o quelle che mandano adesioni e poi non si presenta neanche un singolo. Nell’insieme vedi che la figura di merda non si fa certo noi.

  5. lidafirenze said

    Dimenticavo, nella LIDA Firenze siamo tutte gnocche e simpatiche. Oltre ad essere intelligenti ed estremamente modeste.

  6. M said

    Con tutte ‘ste gnocche … tutti a Firenze, allora!
    Guarda, anche se volessi litigare, non trovo niente di sbagliato in quello che dici. Ma vedo solo un po’ di demagogia e generalizzazione che bisogna evitare. Ho visto vegani che svenivano e quindi non salvavano un gatto per la strada perchè gli faceva impressione. Ho conosciuto gente delle associazioni “politicizzate” che dici tu (e poi ti contraddici perchè dici che devi anche tu fare un po’ la “politica”) farsi in 4, 8, 16, 24, trascurare lavoro e famiglia per salvare un animale in più. Conosco gente che mentre voi eravate a sentire la lezioncina del capo (leggi scaricate da Internet conosciute da tutto il mondo, forse ci voleva qualcosa di più “originale” e forte … no?) salvava animali in Abruzzo non rubandoli (e se ha un proprietario chissenefrega …), ma risalendo al proprietario con restituzioni toccanti di vero amore. Conosco un mondo fatto di persone che si stimano e rispettano ed un altro di associazionismo unipersonale, di morboso antroporfismo degli animali, di estremismo e fanatismo che rende gli amanti degli animali invisi ai più. Credo che bisognerebbe smetterla di sentirsi superiori, fare le vergini con i manti bianchi. Chiunque ha un moto di pietà nei confronti di qualsiasi animale merita l’attenzione, perchè si è già posto il problema rispetto ad altri che manco ci pensano.
    Ma finchè considerete animalista solo chi è vegano, non ha mai schiacciato una mosca ed ha picchiato almeno 6 vecchiette con la pelliccia … beh allora sarete destinati ad essere 4, 3, 2 ,1 gatti. Con un po’ di flessibilità, apertura mentale e un po’ di compromessi otterreste molto, molto di più per la stragrande maggioranza degli animali.
    Per essere 2-3 grandi associazioni, poi, basterebbe essere un pochino più pazienti, adattarsi a delle regole e delle gerarchie: se vali emergi sicuramente. Ma se appena c’è una mezza cosa che non va invento la mia associazione AMICO DEL GATTO MORTO ….

  7. lidafirenze said

    Guarda t’invito veramente a Firenze per venirci a conoscere (anche perchè c’è una forte carenza d’uomini) perchè, almeno la nostra sezione è aperta a chiunque voglia dare un minimo contributo. Magari poi un giorno diventeremo tutte vergini con i manti bianchi! (Prima li attiriamo e poi li convertiamo come la più spregevole delle sette ^_^)
    Fortunatamente poi la nostra associazione può contare su più persone che si dividono svariati compiti, mentre qualcuno era in piazza a Roma altri erano comunque a rendersi utili in altri campi. Che poi non siamo in tantissimi, ma cerchiamo davvero di organizzarci per coprire un po’ tutti i campi.
    Per quanto riguarda i volontari dell’Abruzzo noi abbiamo un asso nella manica che ci rende molto fiere e non ha mancato un fine settimana da quando c’è stato il terremoto. Se t’interessa: http://sosabruzzolidafi.wordpress.com/
    Guarda davvero non era un infamare il prossimo gratuitamente, era una profonda delusione perchè se magari riuscivamo ad alzare un po’ un polverone magari qualche sterilizzazione in più ce la facevano (https://lidafirenze.wordpress.com/2009/05/11/2648/). Bastava che la gente non avesse dato la propria disponibilità ritirandosi all’ultimo in massa. Magari è stata una ripicca per qualcosa che abbiamo sbagliato (vai a sapere, mica siamo perfetti), ma anche noi potevamo fare altro se fin da subito avessimo saputo che non andava bene agli altri animalisti, comunque è stato un dispendio di energie e di soldi per tutti.

    Le richieste erano queste:
    1. Per la Applicazione e il rispetto della legge quadro 281/91 da parte delle Pubbliche Amministrazioni : Sterilizzazioni, Canili, servizi cattura DIVIETO di ABBATTIMENTO di ANIMALI registrazione anagrafe canina di tutti i randagi, microchip Applicazione della modifica all’art 4 della 281/91 che prevede l’obbligo della presenza dei volontari nei canili convenzionati con il pubblico.
    2. controllo delle spese destinate al randagismo dalle amministrazioni comunali.
    3. Contro eco mafie restituzione confisca da parte dello Stato delle strutture canile gestite dalle stesse con affido delle stesse alle associazioni animaliste riconosciute.
    4. Blocco della vendita di animale di affezione: moratoria negli allevamenti e blocco delle vendite per almeno due anni onde svuotare i canili (in alternativa gli allevatori potrebbero riconvertire le strutture in rifugi convenzionati)
    5. Blocco della vendita di sostanze tossiche presso farmacie e cooperative agricole, chiedere autocertificazione per chi acquista contro avvelenamenti, di cani ed animali.
    6. Guardie zoofile con competenza legata alla presenza territoriale: associazioni nazionali con decreto di validità su tutto il territorio nazionali.

    Sinceramente se ci avessero ascoltato magari un sassolino dalla scarpa ce lo toglievamo un po’ tutti.

  8. M said

    Vabbè … visto che vi dite delusi, dite di chi !!! Le ripicche le si lasciano in genere ai poveretti e se il motivo è quello non dev’essere un granchè come perdita. Se ascolti me, la prossima volta, meno improvvisazione e snobismo, organizzate con le grandi associazioni che la cosa funziona molto meglio …
    Per l’Abruzzo: bene, bravi, bis!
    Mi glissi un po’ sull’argomento animalista “globale” o niente: mi piacerebbe un tuo post sull’argomento …
    Peccato che Firenze è lontana … con tutte ‘ste donne che c’avete, anche se la preferita rimane ‘sta presidente, senza manto bianco, pe’ carità …………

  9. lidafirenze said

    Noi abbiamo chiesto a tutti sinceramente, poi magari se le grandi associazioni non hanno voluto aderire si vede che non gli piaciamo abbastanza. Qui vedi tutte le associazioni che avevano aderito: https://lidafirenze.wordpress.com/eventi/
    Non male direi, alcuni grandi nomi mi pare che ci siano.
    In tanti hanno chiesto i nomi di chi non si è presentato ma visto che il presidente non si pronuncia non lo farò certo io!
    Per il post bell’idea… penso che mi metterò a lavoro.

  10. Serena - presidente Lida Firenze said

    ma ci è sto M che mi elogia tanto per la bellezza e SI PERMETTE ( 🙂 di criticare il nostro operato?
    Se venivi a firenze sentivi anche il mio di discorso… il guaio caro M è che con 750 fra volontari e associazioni che dovevano partecipare, ci siamo ritrovati in 300 e tutta la verve che potevamo avere dopo esserci fatti in 4 per organizzare questo evento… è andata a finire, beh immaginati dove… malgrado questa tiepida partecipazione noi non molliamo, noi (io e altri tre della nostra sezione) siamo scesi in Abruzzo, ci attiviamo ogni giorno, facciamo tutto quello che possiamo fare e non ci occupiamo solo di cani e gatti è questo il problema… Ti ringrazio per i complimenti ma come ha detto Nicoletta, abbiamo bisogno più di nuove idee e di persone che ALZINO I SACRI pomi più che di gente in rete a dire la sua quando una persona in più a Roma, magari avrebbe fatto tanto… (faccio notare che sono più di 3 gg che non mi collego al sito avendo da curare animali e da farne concretamente tante di cose per loro)… saluti animalisti ad M…

  11. M said

    Cara Serena, certo che ti presenti subito come quelli che “faccio tutto io … compatitemi che è 3 giorni che lavoro per gli animali (brava, ma è una scelta, no?), mentre voi non fate niente …. chi si PERMETTE … siamo noi gli animalisti, tutti quelli che non vengono alle cose che NOI organizziamo non lo sono”.
    Certo, così capisco perchè c’è sempre più gente che li odia, gli animalisti. Ogni “ismo” (come il fanatismo, l’estremismo, ecc.) condito di demagogia, utopia e una bella dose di presunzione, è capace di allontanare in un nanosecondo decine di persone dal rispetto degli animali che invece magari sarebbero intimamente d’accordo.
    Come detto, finchè considerete animalista solo chi viene alle VOSTRE MANIFESTAZIONI, è vegano, non ha mai schiacciato una mosca ed ha picchiato almeno 6 vecchiette con la pelliccia … beh allora sarete destinati ad essere 4, 3, 2 ,1 gatti. Con un po’ di flessibilità, apertura mentale e un po’ di compromessi otterreste molto, molto di più per la stragrande maggioranza degli animali.
    Anzichè disperdere in 1000 sigle, magari europee, spaziali o interplanetarie e poi, in pratica, rappresentate dal Presidente e (se va bene) la moglie, bisogna essere solido e numeroso gruppo d’opinione, per cui basterebbero 2-3 grandi associazioni. Basterebbe essere un pochino più pazienti, adattarsi a delle regole e delle gerarchie: se vali emergi sicuramente. Ma se appena c’è una mezza cosa che non va invento la mia associazione AMICO DEL GATTO MORTO, l’animalismo, come spesso accade, languirà nel patetico e nel ridicolo. Quindi meglio perdere qualcuno per strada e passare da 1000 a 900 che diventare un’accozzaglia di 1001 sigle che spesso giocano sull’ambiguità, copiando le “grandi” in iniziative, sigle e loghi.
    E’ questa almeno la mia opinione, che vale almeno e quanto la tua, perchè non mi ergo (come vedo da certi tuoi toni) a detentore dell’unica, grande, assoluta verità.
    Stai … SERENA

  12. ma staia più Serena M.

  13. stata… pardon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: