LIDA Firenze

Lega Italiana dei Diritti dell'Animale

Ecco 5,5 consigli per goderti una passeggiata che sia degna di questo nome.

Posted by lidafirenze su 6 maggio, 2009

1. USA UN GUINZAGLIO DI 3 METRI

Il tuo cane ha bisogno di passeggiare, annusare, esplorare, fare attenzione a chi è passato proprio là dove insiste ad annusare. Per farlo ha bisogno di spazio. E non di starti attaccato alla gamba a far finta di essere un umano. Tu ed io ci guardiamo in torno quando scorazziamo in giro, lui no. Lui annusa. Varia il passo. Si allontana. Poi si avvicina di nuovo o ti sta dietro. Compra un guinzaglio di tre metri e ridurrai drasticamente (se non eliminerai del tutto) il problema del cane che tira al guinzaglio.

Lo so già, non ne trovi in giro. Ordinalo su internet oppure fabbricatelo da te con una lunghina da roccia ed un moschettone. Insomma fa come vuoi ma procuratelo!

PS: In Italia da aprile è d’obbligo il guinzaglio da un metro e mezzo. E’ una legge sbagliata, ma ce l’abbiamo. Accorcia il guinzaglio della metà della lunghezza agganciando la maniglia al moschettone quando sei in mezzo alla gente. E sta lontano dai luoghi affollati. Al tuo cane creano stress (e ha ragione!).

2. ESCI SPESSO. E BENE.

Troppe persone confondo la passeggiata col momento dei “bisogni”. Sei anche tu tra quelle? Forse no, ma se il tuo cane continua a tirare magari sei tra quelle pigre. Cioè quelle che sanno che il cane ha bisogno di fare una passeggiata non solo per fare pipì e popò, ma per socializzare, svagarsi, annusare posti nuovi e giocare, ma sei troppo pigro per soddisfare questi suoi bisogni. Se lavori tutto il giorno assumi un dog sitter e svegliati prima al mattino. Fare una passeggiata migliora il sistema cardio circolatorio, ossigenza il sangue e ti prepara in modo eccellente ai risultati che vuoi ottenere oggi. Muoviti!

PS: Vale anche se hai il giardino. Anzi, vale soprattutto se hai il giardino, perchè lo so già che ti culli perchè tanto “hai il giardino”.

3. TIENI IL CANE IN CASA

Un cane in giardino è un cane triste. Ma è anche un cane stressato e super eccitabile. Appena lo porti fuori i cambiamenti significativi nella routine giornaliera avvengono tutti contemporaneamente:+ lo porti a spasso + potete stare insieme + può socializzare con gli altri cani. Un mix esplosivo! Lascia che passi il tempo con voi in casa, che impari a rilassarsi e a condividere gli spazi, il momento del pasto, le risate e tutti quei momenti teneri e speciali che ti vengono in mente a quando pensi alla tua famiglia. Ecco, in più ci sarà tra voi un meraviglioso quattro zampe ad amplificare il tutto!

4. IMPARA COME SI GESTISCE UN CANE AL GUINZAGLIO

Lavora con un educatore gentile. Sceglilo così: se usa collari a strangolo, grazie e arrivederci. Se usa collari normali può andare. Se usa pettorina e guinzaglio di tre metri è ok. Un bravo educatore cinofilo saprà guidarti nel capire che con gli strattoni non arrivi da nessuna parte e fai del male al tuo amico a quattro zampe. Quello che ci vuole è comunicazione correta e comprensione dei principi di apprendimento.

5. FA ESERCIZIO TUTTI I GIORNI

Raggiungi un luogo tranquillo e senza troppe distrazioni e comincia da cinque minuti. Poi aggiungi un minuto ogni giorno. In un mese avrai 35 minuti di passeggiata serena. In due mesi tu ed il tuo cane sarete ammirati da tutti per come andate in giro. E finalmente non vedrai l’ora di uscire con lui.

5,5: GODITI LA PASSEGGIATA

Troppe persone se lo dimenticano. Col risultato di passare fretta, stress e cattivo umore al povero quattro zampe. Tu invece respira, rilassa le spalle e guardati intorno.

Cane in casa o cane in giardino?

Tieni il cane in casa, vicino a te, NON in giardino: il cane è un animale sociale e se potesse parlare ti direbbe chiaramente che preferisce passare il tempo accanto alla tua poltrona mentre leggi il giornale, piuttosto che in giardino completamente solo. E… a proposito… non venirtene fuori con la scusa che però il tuo giardino è grande: dove passa il tuo cane la maggior parte del tempo? Lo sai vero?! Dietro la porta di casa: ad aspettare che qualcuno esca…

Per un cane grande inoltre non ci vuole una casa grande ma un cuore grande, o piuttosto una mente aperta: i cani grandi spesso sono, proprio perché grandi, risparmiatori di energia e si adattano alla vita in casa molto meglio dei loro colleghi piccoli e temerari.

In questo quadro diventa evidente l’importanza del fattore tempo: credi davvero che sia importante solo la qualità del tempo che trascorrete assieme e non la quantità? Non raccontiamoci storie. Il tuo cane ha bisogno di te. Lo sanno bene gli istruttori cinofili: quando insegni al tuo cane ottieni semplicemnte più cose e più facilmente se il tuo cane vive in casa con te. Più tempo trascorri con lui, anche senza fare nulla assieme, nella stessa stanza, migliore sarà la vostra relazione. Quanto tempo trascorri col tuo cane? Si sente parte integrante della tua vita? Condividete, spazi, odori, attività, emozioni?

Se pensi che il tuo cane in casa combinerebbe disastri, non guardare cosa accade appena entra, dagli tempo: dopo un paio d’ore lo troverai con una faccia serena acquattato da qualche parte. Sereno perchè finalmente si sente parte del branco…

(da Thinkdog news)


Annunci

3 Risposte to “Ecco 5,5 consigli per goderti una passeggiata che sia degna di questo nome.”

  1. lidafirenze said

    1. USA UN GUINZAGLIO DI 3 METRI

    Capisco che possiate ritenere la legge sbagliata, ma c’è! Non possiamo istigare la gente a fare qualcosa contro la legge. In più si trovano in commercio ottimi guinzagli http://www.decathlon.it/products-pictures/gd-asset_552950.jpg
    A quel punto se siamo in un bosco o in un parco non recintato si può tenere il guinzaglio lungo tre metri e quando si arriva per la strada si può accorciare, anche per il bene del cane che non capisce benissimo che deve stare da un lato della strada pur essendo questa di campagna e poco frequentata.
    Mi hanno poi consigliato di portare il cane a passeggio in luoghi affollati durante i primi 8 mesi di vita per abituarlo a qualsiasi tipo di condizione in modo che crescendo non si stressi e sia comunque educato se si dovesse trovare in una situazione del genere (con noi ha funzionato).
    Dal canto mio trovo invece molto giusta questa legge. Ho visto troppe volte cagnolini troppo distanti dai padroni che rischiavano d’essere investiti o morsi da altri cani.

    2. ESCI SPESSO. E BENE.

    Concordo pienamente, la passeggiata è utile e bellissima per il nostro compagno a 4 zampe anche se ha ettari di terreno. Così come il solo accompagnarci in un luogo in macchina. Lo rende felice perchè vede posti nuovi e stimolanti.

    3. TIENI IL CANE IN CASA

    Su questo non sono altrettanto d’accordo. Penso che ogni cane abbia bisogno dei propri spazi e che si capisca bene quale cane può stare in casa e quale può stare fuori. La mia esperienza con pastori tedeschi e maremmani mi ha fatto capire che questi stanno meglio in giardino. E’ una scelta loro, in particolare se sono più d’uno.
    Il mio ragazzo ha un incrocio belga/maremmano, la notte, quando diventa più freddo corre dietro a qualsiasi cosa, macchine e animalini, la mattina dorme nel luogo più fresco che riesce a trovare, spesso sul prato umido sotto un albero. Nel pomeriggio riprende a correre e a giocare. Quando riusciva a scappare se ne andava a farsi belle passeggiate alla ricerca di altri animali con cui giocare (per la gioia dei vicini terrorizzati). In casa, fermo, non riuscirebbe mai a starci. Il suo padrone passa comunque molte ore con lui fuori e anche i suoi familiari, fra chi prende il sole e chi cura il giardino, ma a lui non interessa molto, dopo le prime ore ricomincia a farsi i fatti suoi, non reggiamo i suoi ritmi.

    4. IMPARA COME SI GESTISCE UN CANE AL GUINZAGLIO

    Io penso che con molta pazienza si riesca ad educare anche senza bisogno di alcun addestratore il proprio cane usando l’approccio gentile. Per quanto riguarda i collari anche in questo caso dobbiamo vedere il tipo di cane e il tipo di pelo, alle volte sono migliori collari a catena (non a strozzo) di quelli in cuoio o in corda. Per quanto riguarda la pettorina ci è stata vivamente sconsigliata da più veterinari per i cani di taglia grossa (in pratica sono da usare principalmente per animali di un peso molto esiguo) , in particolare per i primi periodi se tendono a tirare, in quanto possono provocare stress alle ossa delle zampine anteriori provocando anche malformazioni e uno scorretto modo di camminare.

    5. FA ESERCIZIO TUTTI I GIORNI

    E’ vero, più si porta a spasso il cane e più capisce i comandi ma certe volte è utile per la passeggiata educarlo anche nel resto della giornata. Una cosa che ho trovato veramente utile è stato il comando “fermo” e “vai”, tale comando è stato insegnato durante il momento del pasto, mentre veniva messa la ciotola a terra doveva stare fermo altrimenti gli veniva tolta, dopo un po’ che era stata appoggiata al comando “vai” poteva iniziare a mangiare. Io che peso 45 kg e porto a spasso un cane di 45 kg, che sono solo muscoli, ho visto come sia utile al momento di attraversare la strada che lui si fermi e riparta quando lo dico io.

    5,5: GODITI LA PASSEGGIATA

    Verissimo!

    Cane in casa o cane in giardino?

    Anch’io ritengo che gli animali siano esseri sociali, infatti se c’è l’opportunità consiglio sempre di prenderne due. Per quanto ci si possa sforzare d’essere sempre con loro capitano momenti in cui si lasciano da soli, o per andare a lavorare o per fare qualche commissione. Si fanno moltissima compagnia e noi non ci sentiamo in colpa al momento del distacco.
    Se avete il giardino e volete tenere il cane esclusivamente fuori attenzione alla razza o all’incrocio che scegliete. Ad esempio i derivati molossoidi hanno assolutamente bisogno di stare al caldo e in compagnia degli umani, vale il contrario per i lupoidi, questo anche perchè le razze in passato vennero selezionate per scopi diversi: i primi per la protezione dell’abitazione, mentre i secondi per la protezione del gregge (e anche in base a questo si nota quanto il lupoide sia meno attaccato al cibo e quanto invece sia famelico il molossoide).
    Per un cane grande ritengo che bisogna veramente vagliare le proprie capacità, nel senso che se gli dovesse succedere qualcosa bisogna vedere se si riuscirebbe a portarlo in braccio da un veterinario o se abbiamo un veterinario disponibile a correre da noi. Bisogna capire se si ha la costanza e la fermezza di educare un animale che altrimenti potrebbe diventare ingestibile. Sono comunque animali che hanno bisogno di spazio per correre, in particolare da cuccioli, non si può pretendere che si umanizzino e che gli basti stare seduti in casa e a passeggio fuori. Quindi calcolare il tempo che gli si può dedicare. Valutate bene cosa potete dare ad un cane prima di decidere di prenderlo ed in base a questo potete trovare la taglia che più vi si addice.

  2. Sonia said

    ho una cagnolina di 15 anni di otto kg. e una gatta di 11 anni, ho deciso, dopo la morte del mio cane maschio di 13 anni avvenuta a luglio 2008, di addottare dal canile un cane, cosa che è avvenuta ad aprile 2009, è un meticcio di sette mesi di 20 kg che per ovvi motivi, altri animali in casa e anziani, è in giardino, in un ampio terreno, con cuccia riparata, amato,coccolato,noi e nostro figlio di sette anni lo facciamo giocare spesso, noi lavoriamo e riusciamo a portarlo fuori poco non per non ns. volere ma per il poco tempo che abbiamo.Devo essere sincera mi dispiace lasciarlo da solo ma forse era meglio il canile?Vorrei addottarne un altro o altra ma mio marito dice poi se ne dobbiamo portare in giro due è un problema.Se dovessi addottarne un altro, meglio maschio o femmina? Cuccioli o adulti?
    Grazie e saluti dalla provincia di Massa

  3. lidafirenze said

    Buona sera Sonia.
    A parer mio è meglio un’adozione, anche se si può dedicare poco tempo ad un animale, che lasciarlo per la strada o in un canile. In particolare se le persone hanno una sensibilità come la sua. Avere un compagno di vita per un animale è un regalo prezioso, se non si può essere noi (che comunque siamo sempre presenti) è bene che lo sia un altro amico a 4 zampe.
    Non dimentichiamoci poi che in una casa si possono avere più accortezze per questi pelosi di quanto si possa fare in strutture piene di cani o gatti, sia in termini di cure mediche che di gioco e affetto.
    Ovviamente diventa un po’ più complicato gestire 3 cani e un gatto ma comunque se si rimane su una taglia contenuta e si educano non è difficile portarne in giro tre. Altrimenti potete farli uscire a turno, una volta la vecchietta che così non si sentirà defraudata della sua primigenia e la volta dopo i due giovani. Per le vacanze potete rivolgervi a dog sitter che vengano a dar loro da mangiare e ripuliscano il giardino, comunque se non è un periodo lungo si fanno compagnia da soli tutti questi animaletti. Lo so perchè una mia cara amica si è riempita il giardino con 5/6 cani sfortunati e 20 gatti, ovviamente in casa ci stanno solo i gatti che hanno gravi problemi e quando parte per andare in vacanza, anche 15 giorni, da istruzioni ad amiche per nutrire tutte le sue bestie.
    Per quanto riguarda la nuova adozione d’istinto mi verrebbe da dirle che con un maschietto dovrebbe prendere una femminuccia, ma avendo già una femmina, che è anziana non saprei… bisognerebbe conoscere i suoi cani e magari conoscere anche l’indole del terzo cane che arriverà, per questo mi sentirei di consigliarle di prendere una cucciolona cresciuta, tipo un anno, che si sappia già che va d’accordo sia con i maschi che con le femmine… magari anche con i gatti. Perchè se si pensa che c’è anche il gatto verrebbe da dire meglio cucciolo così si abitua alla sua presenza. Solo lei può capire cosa sia meglio per i suoi animali…
    Buona decisione
    Nicoletta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: