LIDA Firenze

Lega Italiana dei Diritti dell'Animale

nei meandri dell’inferno

Posted by lidafirenze su 31 marzo, 2009

PROVINCIA DI LECCO
22 APRILE 2007
Cani, gatti & c.
In aumento i furti di animali che poi scompaiono nel nulla
di Michela Vittoria Brambilla

Sono sempre di più gli amici a quattro zampe che finiscono nelle mani di individui senza scrupoli e di organizzazioni criminali, magari mentre attendono pazientemente il proprio padrone fuori da un negozio o da un supermercato. Un’emergenza che sta dilagando soprattutto nelle metropoli ma che non risparmia i piccoli centri. Sono sempre di più i cani che vengono rubati per essere destinati a combattimenti, utilizzati nell’accattonaggio o indirizzati al mercato nero degli animali da compagnia di lusso. Capita anche che vengano rapiti semplicemente per richiedere un riscatto. E non solo. Non dimentichiamoci dei cani e dei gatti venduti come cavie per laboratori dediti alla vivisezione o sterminati semplicemente perché in esubero. Sono numerosissime le segnalazioni dei cittadini in tutta Italia, anche se le ultime e peggiori notizie arrivano da Roma e dalla Lombardia. La situazione è da codice rosso ma, nonostante questo, non è ancora scattata una ricerca a tappeto. Il numero dei piccoli amici che finisce nelle mani sbagliate è preoccupante: lo scorso anno in Lombardia sono scomparsi 2050 cani e oltre 1500 gatti. La pole position della triste classifica spetta a Milano. Le provincie di Varese e di Como occupano, rispettivamente, i restanti gradini del podio. A livello nazionale, invece, le stime parlano di 17mila cani e 20mila gatti. Questi dati sono calcolati in base alle segnalazioni e alle denunce che arrivano dalle associazioni o da chi è stato privato della compagnia del proprio animale. Ma dove finiscono i quattro zampe rapiti? Le destinazioni sono diverse, ma sempre terribili. Secondo le prime indagini, i gatti e i cani di media e grossa taglia spesso vengono sottratti all’affetto e alle cure dei loro proprietari per essere inviati all’estero attraverso strutture compiacenti. Le mete sono soprattutto Germania e Svizzera, dove poi vengono destinati alla sperimentazione o alla vivisezione cosmetica e farmacologia. Queste povere bestiole possono andare incontro anche ad un’altra fine crudele: rischiano di diventare “carne da macello”, ovvero di essere utilizzati per l’addestramento di cani da combattimento. I cuccioli, invece, vengono spesso rapiti da nomadi che li destinano poi al mercato dell’accattonaggio. Le forze dell’ordine hanno scoperto che un mendicante in compagnia di un cucciolo può arrivare a procurarsi fino a 400 euro al giorno. Ad un occhio attento non può sfuggire il fatto che queste persone siano accompagnate unicamente da cagnolini che inteneriscono i passanti, inducendoli a concedere l’elemosina. C’è da chiedersi, ora, che fine faranno questi cagnolini una volta cresciuti. Sicuramente non gli sarà riservata un’accogliente cuccia? A questo proposito, è bene ricordare che il comune di Lecco, così come altre amministrazioni della provincia hanno da tempo emanato un’ordinanza che proibisce l’accattonaggio con animali. Pertanto, in presenza di tali situazione, i nostri vigili sono tenuti ad intervenire, anche su semplice segnalazione dei cittadini. Ma torniamo al panorama nazionale. Ciò che sconvolge maggiormente in questo contesto è l’orrenda falange di racket che si muove dietro queste sparizioni e, di norma, gli animali sequestrati non fanno più ritorno a casa. Purtroppo, la situazione è aggravata dal fatto che i proprietari di frequente ritengono superfluo rivolgersi alle forze dell’ordine per denunciare la scomparsa, nella convinzione che Fido e Micia non possano più essere ritrovati. In questo modo, però, non viene aperta alcuna indagine. In Italia, solo il 3% dei rapimenti viene denunciato come tale, mentre il 15% dei casi viene segnalato come smarrimento. È preoccupante sottolineare che ben l’82% delle sparizioni resta nel silenzio.

dal sito Greenpeace Magazin:
http://www.greenpeace-magazin.de/magazin/reportage.php?repid=333
Nach offiziellen Angaben werden in Deutschland jährlich etwa 1, 6 Millionen Tiere für Versuche eingesetzt, darunter etwa 6000 Hunde. Italien spielt bei der Deckung des Bedarfs deutscher Versuchslabors seit langem eine wichtige Rolle. Schon 1994 hatte die Mailänder Zeitung „Il Giornale“ aufgedeckt, dass hunderte Hunde aus den städtischen Zwingern für Tierversuche an deutsche Labors geliefert wurden – damals fand man nahe der Grenze dreizehn betäubte Welpen im Kofferraum des Citroëns einer Biologin.

TRADUZIONE

Da dati ufficiali in Germania vengono usati ogni anno ca. 1,6 milioni di animali nella ricerca, tra cui ca. 6000 cani. L’Italia riveste da tempo un ruolo importante per la copertura del fabbisogno di stabulari tedeschi. Già nel 1994 il quotidiano milanese “Il Giornale” aveva scoperto che centinaia di cani di canili pubblici venivano consegnati a laboratori tedeschi – allora vicino alla frontiera furono trovati tredici cuccioli narcotizzati nel portabagagli della citroen di una biologa.

Tutte le regioni ne sono coinvolte. Da sempre. Leggete le info che compaiono a questi link
Dalla provincia di Brescia i movimenti sono allarmanti.
http://www.bairo.info/bresciaoggi0806.html
http://www.bairo.info:80/bresciaoggi_02_05.html
http://www.bairo.info:80/quotidianibrescia0307.html
Il miglior amico dell’uomo, oggi, ormai è diventato anche la miglior fonte di guadagno per individui travestiti da buoni samaritani che vendono la vita come fosse sacchi d’immondizia.
Il video da visionare a questo link invece, non ha bisogno di commenti
http://www.bairo.info:80/turatraffici.html
Periodicamente furgoni tedeschi arrivano al canile di Tuoro (PG) e prelevano un gran numero di animali
Cani che dal centro Italia partono e attraversano i confini stranieri per poi finire “venduti” su siti tedeschi
http://www.bairo.info/corriereadriatico0706.html
Anche dalla provincia di Teramo arrivano segnalazioni inquietanti di movimenti sospetti
http://www.bairo.info/corriereadriatico0706.html
Dall’Umbria medesima situazione….
http://www.bairo.info/corriereadriatico0706.html
Mentre L’Enpa lancia l’allarme su questi pericolosi traffici di randagi
http://www.bairo.info:80/articolo_la_nazione02.html
Ai confini italiani fermato un carico di cuccioli proveniente dall’Abruzzo
http://www.bairo.info/corriereadriatico0706.html
http://www.bairo.info/piccoloditrieste0507.html
Eppure la stessa Germania allerta sulle spairizioni di animali che vengono poi convogliati a terribili destini
http://www.bairo.info:80/germaniacronaca0207.html
http://www.bairo.info:80/germania_volantino.html
Ma oltre alla vivisezione e alle pellicce, gli animali possono servire ad altri tipi di commercio, come la droga

Bloccati cani con eroina impiantata
Sei cani con eroina liquida impiantata nel loro corpo sono stati bloccati a Medellin e pare stavano per essere inviati in USA, ha rivelato martedì una fonte della polizia.
Il Generale Rubén Carrillo comandante della Polizia Metropolitana di Medellin ha precisato che ogni cane, con ferite sul corpo, portava da una a due borse di plastica con ca. 400 grammi di eroina nel proprio addome.
Le autorità hanno inoltre trovato sette pacchetti pronti per essere impiantati e diversi strumenti chirurgici.
Secondo l’ufficiale, i cani di razza Labrador e Rottweiler, erano stati abbandonati in una casa da ricreazone nella zona rurale di Medellin, dove la polizia era andata perché aveva ricevuto informazioni su un movimento irregolare e costante di cani.
“Quando abbiamo fatto fare i raggi X ai cani, non si vedeva nulla, abbiamo dovuto far fare l’ecografia e solo allora si è riusciti a vedere i contorni delle borse nell’addome”, ha spiegato Carrillo alla AFP.
“Non trovato altri casi simili per camuffare droga, né per la modalità e né per la quantità. Presumiamo che i cani dovevano essere usati come animali da compagnia ed inviati negli USA.
The Japan Times, Gennaio 2005
400 gr per busta, 2 buste nell’addome di ogni cane. Questi animali venivano sottoposti ad interventi chirurgici per portare dentro il loro corpo la droga. Quello che continuo a domandarmi io è: ma dopo, una volta arrivati a destinazione, che fine fanno le bestiole? Sicuramente la loro vita terminava con l’estirpazione delle sacche. Tanto di cani in giro ce ne sono quanti se ne vuole: randagi e di proprietà. Uno più o uno meno che differenza può fare, ma soprattutto, a chi può interessare?
Dopo tutto questo, tuttavia, si insiste a pensare che al nord i randagi vanno a vivere in famiglie……dove i divani bianchi sono talmente immacolati che difficilmente si può pensare che la stoffa sia stata calpestata da una zampa..
Stampate, diffondete in ogni posto possibile il volantino che trovate a questo link
http://www.bairo.info/volantinotraffici.pdf
Semplici regole che possono salvare la vita degli animali, per non vederseli sparire nel nulla.
Sono migliaia gli animali che dall’Italia, ma anche dagli altri Paesi Europei finiscono ogni anno in Germania, Svizzera, Austria, Olanda, Danimarca.
Questi animali vengono prelevati dai canili con la compiacenza dei gestori o rubati da proprietà o dalle auto.
I trafficanti si servono anche di prestanome per entrare in possesso del maggior numero di cani, gatti, conigli ecc…ecc……da esportare.
Non lasciate mai i vostri animali incustoditi, non affidate animali on-line o attraverso annunci su giornali. Cercate sempre di fare affidi nel vostro territorio affinchè possiate sempre controllare nel tempo lo stato dell’animale. Diffidate sempre da chi si dichiara disponibile ad aiutarvi nella sistemazione di animali. Non ci stancheremo mai di divulgare questa verità nascosta, almeno fino a quando avremo voce per farlo.
Bairo & staff

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: