LIDA Firenze

Lega Italiana dei Diritti dell'Animale

IMPORTANTE-ANALISI DDL ORSI E ALTRI DDL DEPOSITATI -LISTA DI ORRORI!!!

Posted by lidafirenze su 27 marzo, 2009

PROPOSTA 157 ORSI

Dal Senato della Repubblica prende il via uno dei più gravi attacchi alla Natura, agli animali selvatici, alle aree protette, alla nostra stessa sicurezza: comincia la discussione di vari disegni di legge, a partire dal testo unificato del senatore Franco Orsi, che mirano ad una pressoché totale liberalizzazione della caccia.
Animali usati come zimbelli, caccia nei parchi, riduzione delle aree protette, caccia nelle zone incendiate, caccia alle oche, alle peppole, ai fringuelli, caccia nei periodi e lungo le rotte di migrazione degli uccelli.
Caccia a sedici anni!
La legge 157/1992, l’unica legge che tutela direttamente la fauna selvatica nel nostro Paese, sta per essere smantellata.

Fermiamoli!!!

Il Testo del senatore Orsi
Si apre la caccia lungo le rotte di migrazione.
L’articolo 1 comma 5 del testo Orsi consente la caccia specialistica lungo le rotte di migrazione: una situazione che arrecherà grande disturbo e incentiverà il bracconaggio, in aree molto importanti per il delicatissimo viaggio e la sosta degli uccelli migratori.
Liberalizzazione dei richiami vivi!
Sapete cosa sono i richiami vivi? Gli uccelli tenuti “prigionieri” in piccolissime gabbie per attirarne altri. Già oggi questa pessima pratica è consentita, seppure limitatamente. Ma il senatore Orsi vuole liberalizzarla.
Sarà possibile detenere un numero illimitato di uccelli da usare come “esche”.
Tutte le specie di uccelli, cacciabili o non cacciabili, potranno essere usate come richiami vivi. Anche le peppole, i fringuelli, i pettirossi…
Non solo: ma spariranno gli anelli di riconoscimento per i richiami vivi, utili a impedire nuove catture illegali. Sarà sufficiente un certificato!!! La motivazione del senatore Orsi: gli anellini di riconoscimento danno fastidio agli uccelli. Insomma, a dare fastidio sarebbero gli anellini, non la costrizione in piccole gabbia e una vita da esca! (Articolo 5)

Caccia al buio!
La chiusura serale della caccia agli uccelli migratori viene prorogata fino ad un’ora oltre il tramonto, con il rischio di abbattere specie superprotette e il rischio di sicurezza per le persone. (Articolo 18 commi 7 e 7 bis)
Licenza di caccia a 16 anni.
Un pre-patentino permetterà ai sedicenni di andare a caccia. Per i ragazzi noi chiediamo libri, musica, sport, natura, non fucili! (Articolo 12 commi 9 e 10)
Caccia nelle aree incendiate.
Cancellato lo storico divieto di esercitare la caccia, per dieci anni, nelle aree boscate percorse da incendi e dunque gravemente danneggiate dal punto di vista naturalistico. (Articolo 10)
Ancora piombo nelle zone umide.
Nonostante il divieto già previsto da un’altra legge italiana (la n. 66 del 2006) in recepimento della convenzione internazionale AEWA, il testo Orsi non prevede alcun divieto, nelle zone umide, dei pallini di piombo, che inquinano l’acqua e provocano il grave fenomeno del saturnismo negli uccelli acquatici.
700 mila imbalsamatori
I cacciatori potranno “preparare trofei”, senza essere soggetti “ad alcuna autorizzazione”. (Articolo 6, comma 2 bis).
Mortificata la ricerca scientifica
L’Autorità scientifica di riferimento per lo Stato (l’Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica, oggi ISPRA) rischia di essere completamente sostituta da istituti regionali.
Gli istituti regionali rilasceranno pareri su materie di rilevanza nazionale e comunitaria.
Potenziale impossibilità di effettuare studi, ricerche e individuazione di standard uniformi sul territorio nazionale. (Articolo 7 commi 5, 5 bis, 5 ter)
Leggi regionali per cacciare specie non cacciabili.
Non sono bastate quattro procedure di infrazione dell’Unione europea, non sono bastate due sentenze della Corte Costituzionale. Il senatore Orsi regalerà a Veneto e Lombardia, ovvero agli ultrà della caccia, la possibilità di continuare a cacciare specie non cacciabili, e di farlo con leggi regionali. E le multe europee le pagheremo noi! (Articolo 19 ter commi 16,17, 18 ,19, 20, 21)
Caccia con neve e ghiaccio.
Nelle aziende agri-faunistiche si potrà cacciare anche in presenza di neve e ghiaccio, cioè in momenti di grandi difficoltà per gli animali a reperire cibo, rifugio, calore. (Articolo 21 comma 1, lettere m ed n)
Ritorno all’utilizzo degli uccelli come zimbelli!
A noi pare che sia puro medioevo! Le civette legate per zampe e ali e utilizzate come esca! (Articolo 21 comma 1 lettera p)

Ridotta la vigilanza venatoria.
I guardiaparchi, le guardie ecologiche, le guardie zoofile non potranno più svolgere vigilanza!
Nel Paese con il tasso di bracconaggio tra i più alti d’Europa, cosa fa il Senatore Orsi? Riduce la vigilanza! (Articolo 27 comma 2)
Ridotta la presenza ambientalista nei Comitati di controllo.
Le associazioni ambientaliste presenti nel Comitato sulla 157 saranno ridotte da quattro a tre, a fronte di sette associazioni di cacciatori. Inoltre, l’ENPA e il Club Alpino Italiano, storiche associazioni, vengono del tutto estromesse. (Articolo 8 comma 1)
E tanto altro ancora.

Il disegno di legge 276 dei senatori Carrara, Bianconi, Asciutti

Si allunga la stagione venatoria
Si potrà cacciare dalla terza settimana di agosto, quando gli uccelli sono in riproduzione o accudiscono i piccoli (e la gente è in vacanza in campagna) fino al 30 giugno!!!
Aumentano le specie cacciabili
Diventano cacciabili il Fringuello, la Peppola, il Cormorano, specie vietate dall’Unione Europea.
Depenalizzazione dei reati venatori.
Depenalizzazione per chi abbatte specie protette, per chi esercita la caccia da veicoli e natanti, per chi utilizza richiami proibiti, per chi esercita la caccia nei giorni di silenzio venatorio. Possibilità di oblazione per caccia nei parchi e per chi abbatte gli animali di cui all’articolo 30 comma 1 lettera c.

Il disegno di legge 379 del senatore Benedetti Valentini

Ridotta la presenza ambientalista nei Comitati di controllo.
Le associazioni ambientaliste presenti nel Comitato sulla 157 saranno ridotte da quattro a tre, a fronte di sette associazioni di cacciatori.
Si riduce il territorio destinato alla protezione della fauna
Si passa dall’attuale 30% di territorio protetto al 25 %. Guai a proteggere troppa natura!
Si allunga la stagione venatoria
A caccia dal primo settembre al 28 febbraio, in pieno periodo di migrazione degli uccelli verso i luoghi di riproduzione.
Si aumentano le specie cacciabili
Caccia ai passeri. Caccia a Fringuello, Peppola, Storno, specie vietate per l’Italia dall’UE.
Depenalizzazione dei reati venatori
Depenalizzazione per chi esercita la caccia da veicoli e natanti, per chi abbatte specie protette, per chi utilizza richiami proibiti, per chi esercita la caccia nei periodi vietati, per chi esercita la caccia nei parchi e nelle oasi.

Il disegno di legge 1104 dei senatori Castro, Vetrella, Viceconte, Spadoni, Urbani.
Caccia alle Oche!
L’Oca granaiola e l’Oca selvatica diventano cacciabili. Quasi estinte sul territorio italiano, le Oche giungono nel nostro paese dal Nord, con l’inconfondibile volo a V e i versi che invadono l’aria. In Italia non si cacciano più da anni. I senatori Castro, Vetrella, Viceconte, Spadoni, Urbani le rivogliono, ma cacciabili!.
E poi
Caccia alla Pettegola
Caccia al Piccione selvatico
Licenza di caccia a 16 anni
Caccia dal primo settembre al 28 febbraio
Caccia con neve e ghiaccio e su terreni allagati
Riduzione di pene per chi abbatte specie particolarmente protette

Il disegno di legge 1122 del senatore Coronella.
Si facilita l’ingresso dei cacciatori nelle proprietà private
Già oggi i cacciatori possono fare ingresso nei terreni altrui, se non chiusi da costose recinzioni.
Il senatore Coronella chiede che le recinzioni passino dal limite minimo attuale di un metro e venti centimetri a un metro e ottanta centimetri.
Caccia da dalla terza domenica di agosto al 28 febbraio
Caccia a Fringuello , Peppola, Storno, Taccola, Corvo, Passeri
Depenalizzazioni per chi esercita la caccia da veicoli e natanti, per chi abbatte specie protette, per chi utilizza richiami proibiti, per chi esercita la caccia nei giorni di silenzio venatorio.

Fermiamoli!!!

Diffondiamo queste informazioni, colleghiamoci ai siti della associazioni, iscriviamoci alle liste in difesa degli animali selvatici sui blog, su Facebook, scriviamo ai parlamentari, partecipiamo alle iniziative che stanno per nascere.
Evitiamo che tutto questo accada. La natura è la nostra vita, difendiamola.

Fermiamoli!!!

Per aggiornamenti: http://www.lipu.it
Per inviarci il tuo pensiero: nocacciaselvaggia@lipu.it

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: