LIDA Firenze

Lega Italiana dei Diritti dell'Animale

ATTENZIONE! PURTOPPO IN PRIMAVERA E DURANTE TUTTO L’ARCO DELL’ESTATE, TANTI RICCI FINISCONO GRAVEMENTE FERITI O MUTILATI SCALPATI DAI DESPUGLIATOI O INVESTITI DALLE AUTO

Posted by lidafirenze su 25 marzo, 2009

c_documents-and-settingsfrancescodocumentiimmaginifoto2638_1101445582855_1428165871_282017_7918308_n1CONSIGLI: Quando troviamo un riccio ferito la prima cosa da fare è metterlo delicatamente in una scatola, in una zona buia e tranquilla, riscaldarlo ad una temperatura di 26\27 gradi con una boule di acqua tiepida avvolta da un panno, quindi consultare il centro di recupero più vicino, o il corpo forestale dello stato o la polizia provinciale o il WWF o un veterinario. Un altro problema si pone tra maggio e settembre, se l’animale ferito è una femmina, perchè ci possono essere dei piccoli nelle vicinanze. La loro presenza la manifestano con versi simili a cinguettii. Attenzione però a quando ci si imbatte in un nido di riccetti, la mamma potrebbe essere solo a qualche metro di distanza disturbata dalla nostra presenza. Prima di intervenire osservare bene da lontano e nel dubbio non toccare i cuccioli, perchè, come il capriolo, anche mamma riccia non riconoscerebbe più i suoi piccoli e li abbandonerebbe. I riccetti bisognosi sono quelli assaliti da mosche e che vagano con gli occhi chiusi. COME POSSIAMO PORTARE AVANTI LO SVEZZAMENTO DI UN BABY RIMASTO ORFANO? Prima di qualsiasi cosa il riccio orfano va riscaldato con una borsa di acqua tiepida, avvolta da carta da cucina, per fare uno pseudo-nido. Va possibilmente subito reidratato, con l’ausilio di una piccola siringa (senza ago!) e qualche goccia di the al finocchio o camomilla, somministrate tiepide. Questo viene fatto in attesa di un giusto collocamento, avvisando sempre gli enti preposti, che daranno ulteriori informazioni. I ricci vanno allattati con un surrogato di latte in polvere per cuccioli di cane, povero di lattosio, perchè ai ricci manca l’enzima per digerirlo. Non provare mai a dare al riccio latte di mucca, latte per bambini o altri tipi di latte per cuccioli, perche morirebbero con gastroenteriti letali. Vitale è il massaggio al pancino prima e dopo ogni poppata, per favorire le evacuazioni, che spontaneamente il piccolo riccio non effettuerebbe (lavoro specifico di mamma riccia); lo svezzamento inizia quando il riccio raggiunge il peso di circa 120 grammi, cominciando a dare qualche goccia di latte nel piattino. PER QUESTO, FACCIAMO ATTENZIONE QUANDO ANDIAMO CON LA MACCHINA DI SERA, SOPRATTUTTO NELLE AREE VERDI, NON SCHIACCIAMOLI!! Samy

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: