LIDA Firenze

Lega Italiana dei Diritti dell'Animale

(ENPA) NUOVO EPISODIO DI RACCAPRICCIANTE CRUDELTA’ IN PROVINCIA DI CATANZARO; A ISCA MARINA UCCISI CINQUE CUCCIOLI E LA MADRE

Posted by lidafirenze su 4 febbraio, 2009

In provincia di Catanzaro continuano a ripetersi episodi di violenza contro gli animali. Alcune settimane fa era toccato al comune di Badolato – qualcuno, evidentemente disturbato da pulsioni sadiche, aveva cercato di soffocare un cagnolino rinchiudendolo all’interno di un sacco con una corda al collo e, non soddisfatto, aveva pensato di riempire il contenitore con schegge di vetro per ferire a morte l’animale mentre si dibatteva nel tentativo di sottrarsi alla presa del cappio – ieri è stato il turno del comune di Isca Marina, dove sono stati uccisa una cagnetta e i suoi cinque cuccioli. «I cuccioli e la madre – raccontano i residenti di via Oleandri a Isca Marina, turbati e indignati per un gesto di crudeltà gratuita – non davano fastidio a nessuno, si facevano avvicinare e accarezzare. Tutti noi, li assisteva assistevamo amorevolmente dando loro da mangiare. Qualche cucciolo, entrava nella villetta dal cancello, ed anche i nostri figli giocavano e li assistevano. Avevamo anche pensato di adottarli. Al calar della sera si rifugiavano sotto qualche macchina, nel cortile delle villette, oppure nei pressi dei cassonetti della spazzatura. Sicuramente, temevamo per la loro incolumità, e ci eravamo fatti promotori di una raccolta di firme affinché il comune provvedesse al loro ricovero in un canile della provincia di Catanzaro. Purtroppo il nostro tentativo, è andato a vuoto per la malvagità di chi sicuramente odia gli animali, ed ha attuato un disegno criminale. I cuccioli e la madre sembra siano stati uccisi o a bastonate o avvelenati, e successivamente lasciati sulla strada, al passaggio del camion della raccolta della nettezza urbana caricati sul mezzo. Non c’è dubbio che il gesto è stato compiuto da qualcuno che abita in zona, indispettito dalla presenza dei cuccioli. Noi chiediamo a chi ha visto, di denunciare l’accaduto ai carabinieri della locale Stazione. Chiediamo anche l’intervento dell’Associazione degli Animali, per fare piena luce su un episodio di tale crudeltà ». (16 gennaio)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: