LIDA Firenze

Lega Italiana dei Diritti dell'Animale

Animali, accolto odg su aumento detrazione spese veterinarie

Posted by lidafirenze su 19 gennaio, 2009

ROMA Il governo ha accolto l’ordine del giorno presentato dalla parlamentare del PdL, Gabriella Giammanco, che si pone l’obiettivo di alleggerire la spesa annuale che milioni di famiglie con animali domestici sono costrette ad affrontare. «Il limite di 387 euro della detrazione fiscale per le spese veterinarie – ha detto Giammanco intervenendo in Aula alla Camera – è troppo stringente rispetto ai reali costi che deve affrontare chi vive con un animale d’affezione. Tanto più perchè a questo limite si applica una franchigia di 129 euro. Se un animale si ammala le spese relative agli onorari dei veterinari e a quelle dei farmaci di settore il più delle volte superano di gran lunga tale limite. Quest’ordine del giorno – ha spiegato le deputata – impegna il governo affinchè valuti l’opportunità d’innalzare, in modo significativo, il limite della detrazione d’imposta, in fase di dichiarazione annuale dei redditi, per le spese veterinarie sostenute per la cura di animali da compagnia, anche secondo quanto avviene in altri Paesi dell’Unione Europea». «Accogliendo l’ordine del giorno – ha osservato la Giammanco – il governo ha dimostrato di voler sostenere tutte quelle famiglie che convivono con un animale domestico, che secondo una rilevazione Istat del 2006 sono 8.300.000, pari cioè al 36% delle famiglie italiane. In più incentiva chi, pur volendo adottare un cane o un gatto, non lo fa perchè preoccupato dagli oneri che tale scelta comporterebbe».

Advertisements

3 Risposte to “Animali, accolto odg su aumento detrazione spese veterinarie”

  1. elio costa said

    finalmente qualcuno che ci ha pensato,in alcuni casi le spese veterinarie sono diventate insopportabili

  2. Francesco said

    va bene, ma in pratica cosa vuol dire? la normativa in vigore non è stata toccata, allora si tratta solo di buone intenzioni (cioè in sostanza di chiacchiere) e su quanto speso nel 2008 si continua a pagare le tasse.

  3. lidafirenze said

    Si per ora si tratta solo di buone intenzioni…
    Credo che dovrebbe consolarci il fatto che finalmente si siano accorti che spendiamo molto per curare gli animali d’affezione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: