LIDA Firenze

Lega Italiana dei Diritti dell'Animale

UTILIZZO DI UN COLLARE ELETTRICO APPLICATO AD UN CANE CHE VAGAVA DI NOTTE PER LE STRADE DI THIENE (VI)

Posted by lidafirenze su 8 dicembre, 2008

Comunicato del 2 dicembre 2008

UN INTERVENTO IN EMERGENZA DELLE GUARDIE ZOOFILE DELLA LAC PORTA ALLA LUCE L’UTILIZZO DI UN COLLARE ELETTRICO APPLICATO AD UN CANE CHE VAGAVA DI NOTTE PER LE STRADE DI THIENE (VI). TUTTI I CITTADINI DOVREBBERO ESSERE GRATI A QUESTI PREZIOSI VOLONTARI DELLE PIÙ DISPARATE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO, CHE DEDICANO LA MAGGIOR PARTE DEL LORO TEMPO LIBERO, SENZA NULLA IN CAMBIO, PER LA TUTELA DEGLI ANIMALI SELVATICI, DEI CANI RANDAGI ED ABBANDONATI E DELLE TANTE COLONIE FELINE.

Sabato sera alle 19,00 è arrivata una segnalazione al nucleo guardie LAC Lega Abolizione Caccia di Vicenza in orario di reperibilità, di un automobilista che ha avvertito che due cani di taglia media, vagavano senza meta, attraversando continuamente la strada e diventando un serio pericolo per gli automobilisti, pericolo aggravato dalla scarsa visibilità della serata di pioggia. Le guardie, preoccupate anche per l’incolumità degli animali, si sono precipitate sul posto, in una strada trafficata nella zona sud est di Thiene, trovando due cani subito recuperati indenni, non senza difficoltà visto il traffico intenso e la pioggia. Uno dei due, un cane da caccia, è stato trovato munito di collare elettrico; questo strumento emette direttamente sulla cute del cane delle scariche di varie intensità tramite due elettrodi posizionati all’interno del collare, ciò al fine di tenere il cane, tramite un telecomando, entro un certo raggio d’azione nella caccia, oppure per non farlo abbaiare. Il controllo del microchip ha consentito alle guardie di risalire al proprietario degli animali, lo stesso si è presentato al comando delle guardie LAC verso le 22.00. Si tratta della signora P.P. di Thiene che è stata denunciata penalmente per maltrattamento di animali per l’utilizzo di un collare elettrico alla quale sono stati sequestrati sia il collare che il cane ed è stata poi nominata dalle guardie custode giudiziale dell’animale. “Il lavoro delle guardie LAC di Vicenza è veramente encomiabile – ha dichiarato Andrea Zanoni presidente della LAC del Veneto – sono dei volontari instancabili che riescono ad intervenire con professionalità anche in certe serate di pioggia a dirotto ed in situazioni estreme. Tutti i cittadini dovrebbero essere grati a questi preziosi volontari e volontarie, come molti altri delle più disparate associazioni di volontariato, che dedicano la maggior parte del loro tempo libero, con amore e dovizia, per la tutela degli animali selvatici, dei cani randagi ed abbandonati e delle tante colonie feline. “

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: