LIDA Firenze

Lega Italiana dei Diritti dell'Animale

Martini: guerra ai bocconi killer

Posted by lidafirenze su 1 dicembre, 2008

Il sottosegretario alla Salute: «è gravissimo danno che viene perpetrato attraverso questo reato penale nei confronti degli animali e dell’ambiente»
ROMA
Giro di vite del Governo sui cosiddetti bocconi killer, ovvero esche e altri alimenti contenenti sostanze nocive o veleni finalizzati all’uccisione di cani, e spesso utilizzati anche durante la stagione venatoria. A preannunciarlo, in una nota, è il sottosegretario alla Salute Francesca Martini, che sottolinea «il gravissimo danno che viene perpetrato attraverso questo reato penale nei confronti degli animali e dell’ambiente», attraverso un atto che «rappresenta un vero attentato alla salute pubblica soprattutto per l’alto rischio a cui espone i bambini che dovessero entrare in contatto» con queste trappole spesso letali per gli amici a quattro zampe.

«Ritengo necessario – scrive dunque Martini a seguito di un vertice sul tema, ieri a Verona, con istituzioni pubbliche, associazionismo e Corpi dello Stato coinvolti nella tutela del territorio – emanare in tempi brevissimi un’ordinanza che rafforzi il quadro normativo finalizzato a tutelare la salute pubblica salvaguardando l’incolumità delle persone, degli animali e dell’ambiente, dallo spargimento di esche contenenti sostanze nocive o bocconi avvelenati».

«I capisaldi del provvedimento riguarderanno – anticipa il sottosegretario – l’obbligo, da parte del padrone o del responsabile dell’animale nonchè delle pubbliche istituzioni in caso di fauna selvatica, di denunciare l’avvelenamento o il rinvenimento delle esche; il pieno coinvolgimento della veterinaria e degli Istituti zooprofilattici sperimentali ai fini della realizzazione delle analisi sulle esche; l’obbligo di bonifica dell’area contaminata attraverso la sua delimitazione, oltre a un giro di vite teso a un corretto utilizzo e catalogazione di sostanze purtroppo utilizzate a fine illegale».

«Riterrei, inoltre, importante valutare anche in Italia – prosegue il sottosegretario – l’aggiunta di sostanze repellenti ai veleni più usati con l’obiettivo di proteggere i bambini da un eventuale contatto con esche killer disperse sul territorio. Stiamo lavorando all’attivazione di un numero verde per le denunce, poichè abbiamo bisogno di intervenire in tempi brevissimi per stanare i colpevoli e dare ai cittadini collaboranti un punto di riferimento istituzionale per rispondere a questo grave attentato alla salute e all’incolumità umana e animale», conclude Martini.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: