LIDA Firenze

Lega Italiana dei Diritti dell'Animale

“Caro dottore sopprima il mio cane”

Posted by lidafirenze su 1 dicembre, 2008

MASSIMO NUMA
TORINO
Lo studio veterinario del dottor G., specialista, è in una traversa di un grande corso, Barriera Milano. Due vetrine a livello marciapiede. Una linda sala d’attesa, con i poster, le sedie di plastica e, a fianco, la porta di vetro opaco blu che dà allo studio. L’atmosfera è accogliente, orario dalle 8 alle 20.30. Negli ultimi mesi il dottore è diventato triste. Preoccupato.
La crisi si fa sentire anche in questi studi dove, una volta, c’era la coda per la tosse del gatto, troppo insistente, o per le ipocondrie del cagnolino di casa, pronto per essere dirottato a esperti del comportamento. Costosi quanto uno psichiatra.

I medici hanno regole precise. Sono vincolati dal segreto. «Da qualche tempo vengono qui tante persone. Portano i loro animali, non sempre vecchi, non sempre malati. E mi dicono: “Dottore, ci pensi lei… lo sopprima… Noi non possiamo più mantenerlo. Il cibo costa, le sue visite, che sono necessarie, per carità, 35 euro ogni volta, le medicine hanno prezzi altissimi”». Soggetti che non dovrebbero essere affatto abbattuti: «Mi guardano con i loro occhi innocenti, lo so, sono un medico, sembra che sia diventato matto come il dottor Dolittle, sembra capiscano che è stata la loro ultima passeggiata». Il costo di due iniezioni, più il piccolo extra dello «smaltimento», nelle discariche autorizzate. «Io cerco di convincerli a cambiare idea. Qualcuno fa il buonista: «“Io non lo posso tenere. Gli voglio bene ed è per questo che lei lo deve uccidere. Non posso immaginarlo in un canile. Soffrirei troppo, lo avevamo pagato anche caro e poi il cibo. Quello di qualità costa anche 10 euro al giorno, 300 euro al mese. Non ce la facciamo più, è delicato, non tollera altro che il meglio!, mi spiegano. Non sentono ragioni. Vogliono andarsene al più presto, sbrigata l’incombenza, spremuta qualche lacrima ipocrita, con guinzagli e collare da gettare subito. I cani sono lì, al loro fianco. Mi domando cosa possono capire».

E i padroni? «Alcuni fanno la sceneggiata sino in fondo. Specie le donne. Vogliono tenere una zampa fra le mani sino all’ultimo, inviano Sms a raffica per comunicare a terzi, amanti compresi, la triste notizia. Sono quelle che mi fanno più schifo. Gli uomini no. Mi passano il guinzaglio, bruschi, pagano e se ne vanno, senza voltarsi mai». Il segreto del dottor G.: «Il mio studio non sarà mai il braccio della morte. I cani e i gatti che non rientrano nei protocolli dell’eutanasia, li salvo. Li affido ai canili o a persone di cuore, vincolandoli al segreto, che abitano lontano da Torino. E’ una scena penosa, al limite dell’illegalità. Dico ai proprietari che ucciderò il loro animale. Che non prenderò alcuna somma di denaro. Se non lo faccio, altri, fuori lo faranno». I «salvati» seguono curiosi la giornata di lavoro di questo Schindler degli animali domestici, prima di partire per un canile o la casa di persone di cuore.

Piermario Piga, presidente Anmvi del Piemonte, è solidale con il collega: «Purtroppo, posso confermare che il numero di visite specialistiche per gli animali domestici è in calo. E abbiamo constatato che, mentre il fenomeno dell’abbandono era soprattutto legato alle vacanze, adesso molti cercano di liberarsi dei propri animali perchè non riescono più a mantenerli. E l’aumento di richieste per l’eutanasia, anche in casi dove non va praticata, può essere letto in questa chiave. Ovviamente, i medici procedono solo nel rispetto delle norme deontologiche. Ma è una triste tendenza, da qualche tempo in crescita».

12 Risposte to ““Caro dottore sopprima il mio cane””

  1. Serena said

    Ricordiamoci che se un veterinario si rende disponibile per sopprimere un cane per le motivazioni di cui sopra… è denunciabile e quindi se non è irrimediabilmente pazzo e fuori di senno non si presterà MAI a una cosa simile! I cani si possono sopprimere solo in vista di malattie terminali, se in avanzato stadio per giunta. L’eutanasia non è contemplata in questi casi.
    Fossi un veterinario proporrei certamente vie alternative come richiesta di aiuti alle associazioni animaliste (noi che ci stiamo a fare?) o nel peggiore dei casi il canile… ma questa poi, è davvero una notizia sconcertante…. l’Italia è in ginocchio a livello economico e a farne le spese per primi ovviamente sono coloro che costano in termini di cibo e cure veterinarie… io andrei a mendicare piuttosto che cedere il mio peloso… mi venderei anche l’anima oltre gioielli e beni di poco conto… siamo all’apoteosi della crudeltà. Un padrone che chiede una cosa simile a un veterinario andrebbe perseguitato in termini di legge e mi stupisce che ancora non si sia pensato a coniarne una per questi casi.

    Serena Ruffilli – Presidente
    Lida Firenze

  2. Alessandro Contrino said

    ecco il veterinario e sono contento che la mia risposta non giunga per prima: un veterinario NON PUO’ sopprimere un animale se non in caso in cui l’eutanasia non sia finalizzata ad evitare all’animale inutili sofferenze legate ad una precisa malattia terminale (un elogio a Serena per la precisione)…si chiamerebbe maltrattamento animale e rientrerebbe nel codice penale. quanto poi fingere l’eutanasia ed intascare cmq i soldi dal proprietario si chiama truffa. Per mia fortuna non mi è mai capitata una richiesta tanto astrusa e credo poco che siano capitate al collega che forse aveva voglia di far polemica o paventare i pericoli della crisi economica che ci coinvolge tutti (al limite a me chiedono sconti o dilazioni, se non possono pagare tutto). In ogni caso un proprietario in tale stato diconfusione va fatto ragionare, spaventato se il caso, aiutato a superare il momento di difficoltà e, se proprio non dovesse bastare, il cane o il gatto andranno destinati, alla peggio, ad un’adozione più…ragionevole.

    Alessandro Contrino DMV

  3. Annalisa said

    ma! questa gente non ha scuse il cibo caro,in commercio c’è anche cibo meno caro….
    se propio propio,rinucio alla pizza,al cinema,ad andare in vacanza!
    ma non faccio sopprimere il mio peloso!
    io ho tre aimali in casa….e non sopprimerei manco uno consideriamo che sono tutti vaccinati,sverminati e cn microcip,ogni momento ne hanno una!
    lavora solo mio marito e abbiamo il mutuo,ma non gli manca niente anzi hanno di tutto…
    Ma poi che crudeltà sopprimere un nimale sano!
    Potrebbero darlo in adozione a una famiglia….invece di ucciderlo?!
    Se fossi io in una situzione del genere per lo meno mi prodigheri a cercagli una famiglia decente….considerando che i miei piccoli sono come figli!
    vergona!e sdegno sono senza parole!
    Annalisa.

  4. Do said

    scusate l’ignoranza e probabilmente vado in O.T. ma quei casi in cui si dice che la soppressione sia stata stabilita da un giudice… sono veri, è possibile? e se si quali sono le motivazioni?

  5. Quei casi sono sporadici… ci deve essere un processo ovviamente, se c’è un giudice di mezzo… questo avviene previa denuncia
    per esempio, un individuo viene aggredito da un cane ritenuto di razza pericolosa e c’è omissione di soccorso da parte del proprietario del cane che aggredisce, allora può scattare la denuncia, o anche nel caso che soccorra l’aggredito ma sia colpevole di non aver tenuto il cane legato in luoghi pubblici e la persona aggredita abbia subìto gravi ferite, nel caso in cui il cane non sia coperto da assicurazione. Un giudice può anche arrivare a richiedere la soppressione di un cane ma per legge la soppressione per comprovata pericolosità deve essere accertata e certificata da veterinari della Asl che dopo un periodo di quarantena di 10-15 gg confermano che il cane sia irrecuperabile e aggressivo.
    Dire che un giudice, in genere, può obbligare alla soppressione è un po’ limitativo, dietro devono esserci accurate e documentate prove a carico comprovate da personale competente.

  6. Do said

    ah ecco… l’ho chiesto perchè su facebook c’era una causa che supplicava l’adozione o lo stallo per cani destinati ad essere soppressi ma in effetti era tutto poco chiaro!

  7. u facebook circolano (come in rete via email) moltissimi appelli simil truffa… per impietosire si parla spesso di soppressione ma… sono falsi allarmismi che nuocciono a tutti noi, si perde di credibilità così facendo…..

  8. grazia said

    io sono concorde con voi ma le associazioni nel mio caso non mi hanno aiutato;ho un siberian husky da 14 anni,sono stata sfrattata di casa,vivo in macchina da 2 giorni e mi sono mossa per tempo a chiedere a canili,enpa,lav un aiuto per il mio cagnolone…mi è stato consigliato si sperderlo,si chiamare i vigili e dire che ho avvistato un cane randagio,mi è stato suggerito di legarlo a un palo e andarmene e in ultimo una puntura al cane.addirittura mi è stato detto di mandare il cane in pensione,ma come posso con 217 euro di stipendio pagare la pensione al cane?è una vergogna,non parlate di buonismo perchè le associazioni non esistono o aiutano chi vogliono loro.SONO DISPERATA

  9. Maddalena said

    Beh è facile parlare per lui che è un veterinario quindi i soldi ce li ha e non si è ancora trovato nella situazione di chi non può più comprarsi da mangiare.. Cambia tutto in un attimo, si viene licenziati e da un giorno all’altro non si hanno più soldi. Non posso più pagare l’affitto e mi mandano via di casa, che cavolo faccio? Che vita gli do al mio cane?

  10. Maddalena said

    Beh scusate x il mio commento di prima mi sa che non avevo capito l’articolo certo che il cane va rimesso a casa di qualcun altro, non ucciso, non avevo capito anche se è vero che in stato confusionale al padrone sembra l’unica soluzione possibile il veterinario che vede le cose in modo oggettivo dovrebbe proporre altre soluzioni

  11. lidafirenze said

    Certo ma prima di pensare alla soppressione ci sono chiaramente decine di altre alternative

  12. lidafirenze said

    Ah ecco, leggiamo ora anche l’altro tuo commento 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: