LIDA Firenze

Lega Italiana dei Diritti dell'Animale

A caccia di gattini nella terra del prosecco

Posted by lidafirenze su 19 novembre, 2008

Comunicato del 18 novembre 2008

IN CENTRO A VALDOBBIADENE (TV) TERRA DEL PROSECCO QUALCUNO SI E’ DIVERTITO A SPARARE AD UN GATTINO DI UN ANNO, COLPENDOLO A MORTE CON DUE PROIETTILI.
CARABINIERI, RESIDENTI E LAC SULLE TRACCE DELLO SPARATORE.

A Valdobbiadene, terra per eccellenza del prosecco, venerdì 14 novembre verso le 15.00 la signora Giovanna Capretta, allertata dai vicini di casa, ha soccorso il suo gattino Cino, di un anno, dal bel mantello bianco riverso in strada in una pozza di sangue a qualche decina di metri dalla propria abitazione in via Borgo Furo.
Il gattino, con una emorragia impressionante che aveva vistosamente macchiato di rosso il suo bianco mantello, risultava paralizzato alle gambe posteriori ed anteriori, veniva pertanto portato d’urgenza dal veterinario del posto, il dott. Paolo Persico, che in seguito ad una lastra rinveniva due proiettili sparati da un fucile ad aria compressa.
Uno dei due proiettili si era fermato nella cavità addominale, mentre quello fatale si era fermato nel canale midollare della colonna vertebrale.
Per Cino quindi non c’è stato nulla da fare.
I signori Giorgio e Giovanna Capretta, sabato 15 novembre, hanno quindi proceduto alla denuncia dell’episodio presso la locale stazione dei Carabinieri preoccupati anche per l’incolumità delle persone e dei bambini di via Borgo Furo.
La LAC Lega Abolizione Caccia nel caso venisse identificato il responsabile del vile gesto provvederà a costituirsi parte civile nel processo a suo carico per i reati di uccisione di animali altrui, maltrattamento di animali ed uso improprio di armi.
L’utilizzo di quest’arma in pieno centro abitato costituisce un serio rischio per chi vi abita ed è per questo che gli abitanti del posto sono determinati a scovare il responsabile che pare essere un cacciatore della zona.
“Chi ha commesso questo vile gesto – ha commentato Andrea Zanoni presidente della LAC del Veneto – rischia la reclusione da 4 mesi e mezzo a 1 anno e mezzo o la multa da 4.500 a 22.500 euro. Ci auguriamo che i militari dell’Arma con l’aiuto dei residenti di via Borgo Furo inchiodino il responsabile assicurandolo alla giustizia. Se il responsabile verrà individuato ci costituiremo parte civile chiedendo anche i danni morali; questi delinquenti la devono pagare cara.”
La LAC è a disposizione di tutti i cittadini per ogni tipo di consulenza in materia di maltrattamento animali e danni dei cacciatori, fornendo anche assistenza legale gratuita per la stesura delle querele, per info 347/9385856 o lacveneto@ecorete.it.

LE FOTO DELLE LASTRE CON I PROIETTILI SONO A DISPOSIZIONE DEI GIORNALISTI

(info 347/9385856).

LAC Lega Abolizione Caccia – Sezione del Veneto

Advertisements

Una Risposta to “A caccia di gattini nella terra del prosecco”

  1. francesco said

    LA STUPIDITà SI MANIFESTA ATTRAVESO INDIVIDUI MOLTO TRISTI!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: