LIDA Firenze

Lega Italiana dei Diritti dell'Animale

Classi di comunicazione: un video, una storia (Alexa Capra)

Posted by lidafirenze su 27 ottobre, 2008

Ecco perchè spesso mi sentite dire che non è affatto una buona idea mettere in contatto cani diversi fra di loro, senza conoscerne le rispettive personalità, competenze sociali e livelli di forza, perchè si rischia di far più danni che mai! LEGGETE, RIFLETTETE E DIVULGATE, e soprattutto imparate ad osservare (non a guardare e basta!) il vostro cane.
Desi

link articolo e video

Le classi di socializzazione permettono di valutare il comportamento sociale di un cane, la sua personalità, di insegnargli a comportarsi correttamente e prevenire eventuali problemi. Il tutto richiede cani adatti, scelti e modellati per questa attività, e una notevole esperienza e sensibilità.

Cosa sono le classi di socializzazione

Si tratta di incontri organizzati in cui i cani vengono liberati in un recinto insieme ai proprietari, all’istruttore e altri cani, scelti secondo specifici criteri. Prima di accedere a una classe il cane deve essere valutato. Vengono valutate le sue competenze sociali, il livello di forza e l’aggressività, oltre agli schemi di relazione. Avere competenze sociali significa sapersi relazionare con individui diversi senza causare tensioni, e saper scegliere le strategie adeguate al contesto. I cani vengono valutati osservando il loro comportamento con altri cani, e si definisce quindi un programma individuale. Durante la classe è importante che il proprietario sia coinvolto nell’attività, che impari a osservare e capire i segnali del proprio cane, aiutarlo quando è in difficoltà, e dargli supporto quando si comporta nel modo corretto.

Un video, una storia
Guarda il filmato “Le Classi di Comunicazione”
Altri video pagina YouTube del Gentle Team

1. Molly e Skol.
Nella prima parte del video i protagonisti sono la borderina Molly e la cattledog Skol. Molly si è dimostrata aggressiva verso gli altri cani in  presenza di risorse, soprattutto cibo, e viene quindi fatta interagire con cani adulti, con ottime competenze. Ha provato a aggredire la golden retriever Jodie, che ha reagito. Per evitare che l’esperienza le faccia perdere fiducia in se stessa e nei cani, viene liberata in campo con Jodie e altri cani. Molly si avvicina a Skol, le taglia la strada in modo piuttosto prepotente,anche se esibisce dei segnali di contatto sociale amichevole. Skol si ferma, e si sdraia di fronte a Molly, dimostrando forza e serenità. Molly si calma, Skol
la annusa quindi si sposta e marca il terreno con la spalla.

2. Brick e Alma.
la seconda parte riguarda una piccola meticcia di pastore tedesco, Alma, e il suo incontro/scontro con Brick, la mia staffy. Alma è una cagna con scarse competenze sociali, esibisce comportamenti di paura, di prepotenza e di aggressività verso gli altri cani e verso le persone. La sua prima reazione è di paura, ma se capisce che l’altro cane è più debole di lei, lo insegue e cerca di morderlo. Brick ha vinto il primo round, e quando mette pressione, Alma non osa sfidarla e si allontana. Non appena arriva vicino
alla proprietaria, Alma però si sente abbastanza forte da reagire, e minaccia di attaccare Brick. La staffy dimostra tutto il suo coraggio e la sua competenza, e reagisce colpendo Alma con una zampa. Lo schiaffo è tutto quello che serve per fermare l’aggressione di Alma, che scarta impaurita. Brick la affronta, zampe anteriori parallele e zampe posteriori divaricate, per avere la massima stabilità, e quindi la scorta per alcuni metri. Io le faccio i complimenti perché è stata molto coraggiosa, e nella difficoltà ha scelto di usare le sue competenze, non i denti!

3. Akiak e Charlie.
Questa è una parte della valutazione del beagle Charlie, di 5 mesi. Charlie morde a sangue le braccia dei proprietari quando gli impongono le loro coccole,la valutazione serve per capire se il cane ha dei comportamenti anomali verso i propri simili. Nell’incontro con Akiak, Charlie reagisce alla pressione di Akiak, prima si ferma e quindi si alza e cerca di sovrastare Akiak, appoggiandosi contro la sua spalla e fissandola negli occhi. Akiak reagisce aumentando il livello di pressione, con un piccolo abbaio-ringhio, un salto  frontale e una zampata. Akiak dimostra di avere buone competenze quando sceglie di non provocare oltre il giovane Beagle, e interrompe l’interazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: