LIDA Firenze

Lega Italiana dei Diritti dell'Animale

21/10/2008 – IL CANE ADOTTATO IN IRAQ DA UNA SOLDATESSA

Posted by lidafirenze su 21 ottobre, 2008

Qualche giorno fa era circolata una petizione per consentire a Ratchet, un cucciolo di cane adottato dal sergente Gwen Beberg, di tornare con lei negli Usa, cosa non consentita dai regolamenti.
E’ infatti proibito ai militari impiegati all’estero adottare animali domestici o riportarli negli Usa. E il sergente Beberg si è vista confiscare il cucciolo prima dell’imbarco all’aeroporto internazionale di Bagdad. E’ stata la madre della soldatessa a lanciare l’appello. La donna ha ricevuto una mail in cui la figlia esprimeva il timore, condiviso dalle organizzazioni animaliste, che il cane possa essere soppresso. Ed è scattata la mobilitazione.
A migliaia hanno sottoscritto la petizione online lanciata dalla madre del sergente. “Voglio semplicemente che il mio cagnolino torni a casa con me” ha scritto il sergente Beberg alla madre. “Mi manca da morire” ha aggiunto la soldatessa ventottenne, che dovrà tornare nel proprio Paese il mese prossimo.
Il sergente e un suo commilitone hanno salvato il cane da un cumulo di spazzatura in fiamme. E anche se le regole del dipartimento della Difesa americano vietano l’adozione di cuccioli, si sono già verificate delle eccezioni. Le associazioni locali sostengono che almeno 50 cani e sei gatti sono stati trasferiti negli Usa negli ultimi otto mesi.

Oggi…
Ratchet è sbarcato negli Usa
Tra due giorni sarà nella sua nuova casa
CHANTILLY (Virginia)
Avvolto in una bandana rossobiancoblù e atteso da una folla di giornalisti, «Ratchet» – il cucciolo adottato in Iraq dal sergente statunitense Gwen Beberg – è arrivato sano e salvo negli Stati Uniti, mettendo fine a un vicenda che aveva visto coinvolto anche il Dipartimento della Difesa.
Ora dovrà trascorrere due notti in un canile prima di raggiungere la sua nuova casa a Minenapolis.
A smentire ogni voce di abbattimento si era dovuto scomodare il portavoce delle forze statunitensi in Iraq, tenente David Russell, mentre il deputato della circoscrizione della sergente, il Democratico Keith Ellison, aveva scritto ai vertici dell’esercito per ottenere una revisione del caso.

NON SI PUO’ CHE FESTEGGIARE!!!!

Annunci

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: