LIDA Firenze

Lega Italiana dei Diritti dell'Animale

Incredibile ma vero!

Posted by lidafirenze su 8 ottobre, 2008

“IL COSTO DELL’ ALIMENTAZIONE A BASE DI CARNE”

“Quando gli occidentali si impietosiscono per la condizione dei bambini del terzo e quarto mondo, senza mettere in atto scelte di cambiamento del prorio stile di vita, scelte che sarebbero per questi salvifiche; quando gli occidentali si commuovono davanti a lacrime che scendono in una ciotola di riso, vuota, senza rinunciare a piaceri gastronomici che depredano queste popolazioni delle loro risorse alimentari, ma si limitano, ipocritamente, all’assistenzialismo, si perpetua, dietro candide coscienze, il crimine più nero dell'”umanità”.

approfondimenti:

http://www.saicosamangi.info/allevamenti/sociale/index.html
http://www.saicosamangi.info/download/pieghevoleImpAmb.pdf

http://www.promiseland.it/view.php?id=2494

———————————————————————————————————————————————————–
03/10/2008 – Un uovo al giorno non toglie il medico di torno

Alti consumi di uova aumentano il rischio di morte del 25%.
Due nuovi studi, pubblicati a inizio 2008 sulle riviste scientifiche American Journal of Clinical Nutrition, e Circulation confermano quanto sia dannoso il consumo di uova.
notizia tratta da :Societa’ Scentifica di Nutrizione Vegetariana

———————————————————————————————————————————————————–
11/09/08 – Osteoporosi e proteine animali: QUANDO IL LATTE PUO’ SPEZZARCI LE OSSA

L’Osteoporosi è stata considerata da sempre una malattia da carenza dietetica, la carenza di calcio. Tuttora viene propagandata l’assunzione di alimenti ricchi di calcio nella prevenzione e trattamento di questa malattia che affligge gran parte della popolazione anziana dei paesi civilizzati. Sì, non di tutto il pianeta, ma solo dei paesi ricchi, dove l’assunzione di calcio con la dieta è molto elevata.

Siamo arrivati a dosi giornaliere raccomandate di 1200-1500 mg di calcio nelle donne in menopausa, ed ancora non bastano. Perchè in questi paesi ricchi l’incidenza di fratture (parametro epidemiologico per monitorare i tassi di osteoporosi nella popolazione) è di gran lunga più elevata che nei paesi poveri, in alcuni dei quali le fratture sono praticamente sconosciute.
notizia riportata da:  Associazione Piccolo Popolo

Annunci

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: