LIDA Firenze

Lega Italiana dei Diritti dell'Animale

Film porno con cani, allevatore indagato

Pubblicato da lidafirenze su 4 febbraio, 2009

Venivano realizzati a San Genesio nella pensione sequestrata di Avigna

Gli animali ripresi in scene di sesso con una professionista a luci rosse inglese Duemila euro mezz’ora

BOLZANO. La pensione per cani e gatti di Avigna a San Genesio (denominata «Grandi Boschi») sarebbe stata utilizzata come set cinematografico per filmini a luci rosse maniacali. E’ quanto ritiene la Procura della Repubblica che negli ultimi giorni ha chiuso un’indagine piuttosto complessa a carico dell’allora gestore della struttura, già finito più volte nei guai per maltrattamento di animali. Sono stati alcuni filmati diffusi in internet da un sito pornografico russo a far scattare la nuova indagine. L’allevatore di cani è indagato per favoreggiamento, sfruttamento e istigazione alla prostituzione.
L’inchiesta, coordinata dal sostituto procuratore Guido Rispoli, è stata condotta per mesi e mesi nel riserbo assoluto dai carabinieri del Noe, il nucleo operativo ecologico con sede a Trento. L’allevatore inquisito è Christian Galeotti, bolzanino: deve rispondere anche di maltrattamento di animali, reato individuabile nell’utilizzazione di una bestia per finalità contrarie alla propria natura.
Nell’ambito della stessa inchiesta è finito sul registro degli indagati anche un compagno di sventura trentino che però è invischiato nella vicenda solo per aspetti legati ad un traffico clandestino di cuccioli provenienti dall’Est e commercializzati abusivamente in aperta violazione di tutte le disposizioni (anche sanitarie) in vigore nel nostro Paese.
La parte più corposa dell’indagine riguarda però la realizzazione dei filmini hard con coinvolgimento di una pornostar inglese dai capelli neri, apparentemente trentenne. Secondo quanto emerso nelle indagini si tratterrebbe di una cosiddetta «superprofessionista» del sesso maniacale tanto che in un sito internet verrebbe presentata come esperta in rapporti con asini e cavalli.
Agli atti dell’inchiesta vi sono otto filmati che i carabinieri del Noe hanno messo a disposizione della magistratura dopo la presentazione della denuncia da parte di un utente di internet probabilmente alla ricerca di emozioni forti. Nelle immagini hard, assieme alla pornostar inglese, compaiono otto cani diversi. Per le performance sessuali sarebbero stati utilizzati cani labrador, pastori tedeschi, pitbull e rotweiler.
Gli inquirenti si dicono certi che i filmati incriminati siano stati girati nell’ex pensione per animali di Avigna da alcuni mesi sotto sequestro su disposizione della magistratura per precedenti indagini su presunti maltrattamenti riservati agli animali ospitati nella struttura. In alcuni fotogrammi comparirebbe, passando vicino ad una telecamera, una persona che sembra Christian Galeotti, il quale però ieri sera ha negato con decisione la circostanza affermando di essere all’oscuro di tutto.
I filmati sarebbero stati girati alcuni mesi prima dell’ultima perquisizione (avvenuta nel dicembre del 2007). Ne sono convinti gli inquirenti che hanno notato l’assenza di suppellettili successivamente sistemati all’interno del locale usato come set cinematografico dell’orrore. Obbligare una donna ad avere rapporti sessuali con un cane era una pratica utilizzata dai nazisti (che addestravano a tal proposito i dobermann) come tortura delle prigioniere. Oggi si è trasformata in perversione sessuale in grado di muovere rilevanti interessi economici grazie alle migliaia di Dvd prodotti e messi sul mercato attraverso sexy-shop e siti internet. L’allevatore bolzanino inquisito (alle prese con notevoli difficoltà economiche) avrebbe deciso di sfruttare anche questo mercato per far soldi, al punto da muoversi come piccolo «imprenditore» del settore cercando nuove comparse femminili da inserire nel business. Sono questi aspetti della vicenda che hanno fatto scattare l’ipotesi di accusa di sfruttamento, favoreggiamento e induzione alla prostituzione. I carabinieri, infatti, avrebbero raccolto la testimonianza di due donne bolzanine a cui Galeotti si sarebbe rivolto offrendo un compenso di duemila euro per mezz’ora di sesso con i cani, davanti alle cineprese. Sin qui i fatti. Ora la vicenda dovrà essere affrontata nelle sedi opportune anche sotto il profilo giuridico dato che nel nostro Paese (a differenza ad esempio di Austria e Germania) non esiste una normativa legislativa specifica sulla produzione cinematografica di carattere pornografico. Al punto che alcuni Dvd hard di questo genere venduti in internet vengono segnalati corredati da bollino Siae a tutela del diritto d’autore. Posto che la produzione di Dvd di questo tipo non costituisce di per sè reato, la Procura ha deciso di procedere nei confronti di Christian Galeotti contestando il concorso nello sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione (avendo tra il resto messo a disposizione per denaro la pensione per animali di Avigna) ed il concorso nell’induzione alla prostituzione (per le offerte avanzate ad alcune giovani donne per la produzione di altri filmati). Oltre al maltrattamento di animali.

Signori miei questo é Christian Galeotti….. direttamente dal quotidiano Alto Adige

About these ads

3 Risposte a “Film porno con cani, allevatore indagato”

  1. antonella zanca ha detto

    mettetelo in galera e buttate via le chiavi!!!!

  2. Caterina ha detto

    concordo!! fatelo marcire in galera, che gli ritorni almeno tutto il male che ha fatto!! ma sbattetecelo subito!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  3. Nellie ha detto

    Howdy! This post could not be written any better!
    Reading through this post reminds me of my previous room mate!

    He always kept chatting about this. I will forward this article to him.
    Fairly certain he will have a good read. Many thanks for sharing!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 40 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: